Le vacanze in famiglia sono un’ottima occasione per creare insieme degli splendidi ricordi e per rafforzare il legame tra genitori e figli. I borghi italiani rappresentano delle mete ideali per una gita leggera e avventurosa, a misura di bambino. 

Chi è abituato a fare viaggi con bambini nelle città baby-friendly, probabilmente non ha mai pensato che anche gli antichi paesini di mare, oppure nascosti tra le colline e sulle montagne italiane, possono diventare delle destinazioni perfette per delle ferie rilassanti e divertenti.

Scopri i borghi più belli da vedere in famiglia, capaci di conquistare i tuoi figli con la loro storia e i loro gioielli artistici.

Un’avventura medievale a Gavi, il borgo dell’alessandrino tra i più belli da vedere in famiglia

Chi sta facendo un tour dei borghi più belli d’Italia in Piemonte, può fermarsi nella località Gavi, un Comune situato in provincia di Alessandria.

Riconosciuto come Città del Vino e tra i paesi con Bandiera Arancione, Gavi è un luogo che affascina i bambini soprattutto per il suo forte, risalente a prima dell’anno Mille. Questo edificio militare domina il borgo da un’altura e può essere visitato a gruppi prenotando secondo il calendario del Forte di Gavi.

La struttura medievale, inoltre, in molte occasioni ospita eventi e rievocazioni storiche con dame e cavalieri. Da menzionare, ad esempio, la manifestazione di aprile “Gavi: il borgo e il forte”, e il “Festival Gavi Cinema” di settembre. Appuntamenti imperdibili da vivere in famiglia.

Alla scoperta della storia di Cervo Ligure, tra pirati saraceni e Cavalieri di Malta

Le località di mare sono ideali per fare attività con i bambini in estate. Cervo Ligure, in particolare, è un piccolo borgo che profuma di salsedine che si trova a circa 10 Km da Imperia.

Chi sta attraversando la Liguria in auto, può fare tappa in questo grazioso paesino per scoprire la sua storia secolare. Per rendere il viaggio con i tuoi bambini più veloce e comodo, usufruisci del servizio telepedaggio in app.

Cervo Ligure è un centro abitato medievale fermo nel tempo, il cui centro storico accoglie numerosi edifici d’interesse artistico, come la Chiesa di San Giovanni Battista, realizzata nel XVII secolo grazie al contributo dei pescatori di corallo, il Castello dei Clavesana e il Museo Etnografico.

Ma è la storia del borgo che sicuramente catturerà l’attenzione dei bambini. Cervo Ligure, infatti, nel corso del 1300 è stato feudo dei Cavalieri di Malta e, nei secoli, ha subito terribili incursioni da parte dei pirati saraceni, attratti dal commercio del corallo.

Le tormentate vicende che hanno coinvolto il paese hanno fatto nascere numerose leggende al riguardo, come ad esempio quella dei pomodorini di mare o quella che ha fornito al borgo il soprannome di “paese delle 100 vedove”.

Può essere interessante, tra una visita al museo e un tuffo in spiaggia, seguire le tracce di queste narrazioni, esplorando il paese in una maniera nuova e stimolante per tuoi bambini.

Una giornata di trekking ad Airole, il borgo perfetto per le famiglie sportive

Rimanendo in Liguria, gli appassionati di percorsi di trekking possono fermarsi ad Airole, borgo medievale dalla bellezza selvaggia circondato da numerosi sentieri e mulattiere, che si snodano dal centro storico fino alla campagna circostante, tra torri d’avvistamento e vecchi mulini.

Puoi organizzare una fantastica gita all’aperto, a respirare l’aria di primavera, attraversando i piccoli ponti sul torrente Bavera e sul fiume Roya. Proprio qui, è possibile anche praticare canyoning e rafting, delle esperienze sportive elettrizzanti e adatte anche alle famiglie.

Se decidi di visitare Airole ad agosto, puoi farlo durante il celebre raduno delle Vespe, oppure durante la festa della lavanda.

Viaggio nel tempo a Gromo, tra dame misteriose e cavalieri coraggiosi

Gromo è un affascinante Comune in provincia di Bergamo, conosciuto in passato per le sue miniere ricche di ferro e per la produzione di armi bianche, destinate a guerrieri e cavalieri.

Un’inondazione nel corso del 1600 ha trasformato completamente questo borgo molto vivace commercialmente, che è tornato a essere un piccolo paese rurale dell’alta Valle Seriana.

Oggi Gromo permette ai turisti di ammirare il medievale Castello Ginami, le raffinate ville in stile Liberty e la maestosa Torre del Ganandiero. Tali elementi architettonici ammantano il borgo di un’atmosfera fiabesca, che riporta al lontano Medioevo.

Non solo, i bambini appassionati di sport possono trovare a Gromo tante attività divertenti da fare nella natura. Ad esempio, il Parco Sospeso nel bosco consente di completare diversi itinerari avventurosi, mentre il bike park offre agli amanti delle due ruote percorsi adrenalinici per esperti e principianti.

Arte e profumo di montagna a Canale di Tenno, meta estiva perfetta per una vacanza in famiglia

Tra i borghi più belli del Trentino, da vedere in famiglia, Canale di Tenno si presenta come una località fresca e graziosa, adagiata tra le colline e ideale per una gita primaverile o estiva.

Le sue case di pietra medievali, le sue vie tranquille e i suoi scorci meravigliosi attirano ogni anno numerosi turisti, e in particolare famiglie con bambini, che cercano un luogo silenzioso e pieno di tesori da visitare con calma.

Se i tuoi figli sono appassionati di arte e sognano di diventare dei pittori o degli scultori, non puoi mancare di portarli alla Casa degli Artisti, un luogo culturale che ospita interessanti collezioni, mostre ed eventi unici a tema arte.

Percorrendo un sentiero fuori dal paese, poi, si può raggiungere lo splendido lago di Tenno, uno specchio d’acqua azzurro che si staglia su un panorama naturale mozzafiato.

Divertimento nella natura a Molveno, imparando a conoscere e a rispettare l’ambiente in uno dei borghi più belli da vedere in famiglia

Circondato dalle Dolomiti di Brenta, Molveno è una gettonata meta di turismo sostenibile che si affaccia sul lago omonimo.

Zona abitata già nel Neolitico, oggi il borgo ha poco più di mille abitanti ma si distingue per la sua offerta turistica, specialmente nei riguardi di coloro che amano il trekking e desiderano scoprire la natura che circonda il centro abitato.

Con i tuoi bambini, ad esempio, puoi fare una rilassante e istruttiva passeggiata intorno al lago, alla scoperta delle forme di vita che lo abitano, oppure intraprendere uno dei numerosi sentieri diretti alla Valle delle Seghe, molto frequentata dagli escursionisti.

Sulle tracce di Pinocchio a Collodi, borgo di favole e balocchi

A tutti i bambini piacciono le favole e Collodi, come si può intuire dal nome, è un borgo toscano che ospita le origini della famosa storia di Pinocchio.

Qui infatti ha trascorso la sua infanzia l’autore del celebre romanzo per ragazzi, Carlo Lorenzini, che si firmava con lo pseudonimo di Carlo Collodi.

Il centro abitato, le cui case colorate scendono quasi come una cascata da un’altura, ospita due importanti punti d’interesse. Il primo è la scenografica Villa Garzoni, esempio di barocco toscano al quale lavorò Filippo Juvarra.

Il secondo è il Parco Monumentale di Pinocchio, un museo all’aperto rivolto proprio ai visitatori giovanissimi, che presenta una divertente avventura tematica a tappe, la quale si snoda all’interno di un boschetto di lecci.

Tour misterioso nel borgo di Craco, paese fantasma della Basilicata

Le città fantasma hanno un fascino unico che attrae grandi e piccini. Il Comune di Craco, situato non molto lontano da Matera, accoglie un centro storico completamente abbandonato a causa di una frana, molto visitato dai turisti perché considerato uno dei più bei borghi fantasma più belli da vedere in famiglia.

Craco antica può essere vista solo da lontano se non si è muniti di carta d’ingresso, che può essere ottenuta presso l’info point gestito dal Comune.

Il tour di questo centro abitato abbandonato è certamente suggestivo ed è da farsi con una guida, con indosso indumenti di sicurezza. Il sentiero per arrivare al centro storico è molto semplice e permette di inoltrarsi lungo vie desolate che nascondono i resti preziosi di una quotidianità lontana, come la Chiesa Madre, la Torre Normanna e la cinta muraria medievale.

Una passeggiata a Civitella Alfedena, alla scoperta della vita dei lupi

Minuscolo borgo del Parco Nazionale d’Abruzzo, Civitella Alfedena è una località che vive in armonia con la natura e che si trova a pochi passi dal Parco della Camosciara, un  luogo ideale per fare educazione ambientale con i tuoi bambini, tra un pic-nic e un’escursione con guida.

Il Comune, invece, è un caratteristico centro abitato con case di pietra grigia, balconi e ballatoi decorati con vasi di fiori, e viuzze e gradini che portano alla scoperta di inaspettati scorci.

Da menzionare il Museo del Lupo Appenninico, il quale offre un percorso educativo che informa sulla vita di questi animali sfuggenti e affascinanti.

Colori vivaci e sapori indimenticabili a Castelsardo, un borgo da vedere in famiglia in tutti i momenti dell’anno

Ultimo della lista dei 10 borghi più belli da vedere in famiglia, Castelsardo è un Comune arroccato su un’altura e circondato dallo splendido panorama del Golfo dell’Asinara.

Qui è possibile visitare tanti monumenti e musei adatti anche ai bambini, come ad esempio il Museo dei Villaggi Abbandonati della Sardegna e il Museo Etnografico Oliva Carta Cannas.

Non può mancare una tappa all’affascinante Cattedrale di Sant’Antonio Abate, per poi finire la giornata gustando specialità locali, il Mirto per gli adulti e i golosi Savoiardi Sardi per i bambini.