10 buone notizie dal 2023 per il pianeta. Questi eventi segnano importanti passi avanti nella lotta contro il cambiamento climatico e per la conservazione dell’ambiente marino.

Il 2023, sebbene segnato da sfide ambientali e climatiche senza precedenti, ha anche visto emergere segnali di speranza e progresso nel cammino verso la sostenibilità globale. Come segnalato dall’Istituto Oikos, mentre il mondo affrontava le conseguenze di disastri naturali e il costante deterioramento delle risorse naturali, alcune vittorie significative hanno dimostrato che l’impegno per la protezione dell’ambiente e la lotta contro il cambiamento climatico è più forte che mai. In un periodo di incertezza, queste 10 buone notizie del 2023 per il pianeta offrono una luce guida, ispirando azioni concrete e soluzioni innovative per un futuro migliore.

Le 10 svolte positive del 2023

Il 2023 ha visto una serie di svolte positive per il pianeta, offrendo speranza e ispirazione per un futuro più sostenibile. Queste vittorie dimostrano che, anche di fronte alle sfide più impegnative, è possibile compiere progressi significativi attraverso l’azione collettiva e l’innovazione. Ora più che mai, è fondamentale continuare su questa strada, unendo le forze per proteggere il nostro pianeta e le generazioni future.

Il 2023 è stato l’Anno delle Tartarughe

Con un record di 444 nidi di tartarughe Caretta Caretta registrati in Italia alla fine della stagione, il 2023 si è guadagnato il titolo di “Anno delle Tartarughe”.

Questo triplo aumento rispetto al 2022 rappresenta non solo un trionfo per la conservazione delle tartarughe marine, ma anche un segnale di ripresa per gli ecosistemi marini italiani.

L’IA studia gli alberi del Nord Africa

Grazie a un sistema alimentato dall’intelligenza artificiale, è stato possibile stimare il numero di foglie di ogni singolo albero nel Nord Africa e la quantità di carbonio immagazzinata.

Questa innovativa tecnologia, basata sui dati raccolti dai satelliti della NASA, offre un nuovo approccio alla valutazione dell’impatto degli alberi sulla crisi climatica e sottolinea il potenziale delle soluzioni tecnologiche nella lotta contro il cambiamento climatico.

La scoperta di due nuove barriere coralline alle Galapagos

La scoperta di 2 nuove barriere coralline nelle acque delle isole Galapagos rappresenta una preziosa aggiunta alla biodiversità marina.

Grazie alla tecnologia a laser impiegata per mappare i fondali marini, queste barriere coralline sono state individuate e ora richiedono una protezione urgente per preservare la loro ricchezza ecologica.

La chiusura della più grande miniera di rame dell’America Centrale

Gli attivisti ambientali hanno accolto con gioia la decisione della Corte Suprema di Panama di chiudere la più grande miniera di rame dell’America Centrale.

Questo risultato è una vittoria per la conservazione degli ecosistemi locali e per la salvaguardia delle preziose riserve idriche, dimostrando il potere della protesta pacifica nella difesa dell’ambiente.

La protezione dell’alto mare arriva sul tavolo internazionale

Dopo oltre 10 anni di negoziati, gli Stati membri delle Nazioni Unite hanno raggiunto un accordo storico per la protezione del 30% delle acque al di fuori delle giurisdizioni nazionali entro il 2030.

Questo trattato rappresenta un importante passo avanti nella conservazione degli oceani e nell’assicurare la sostenibilità delle risorse marine per le generazioni future.

L’Australia ha concesso l’asilo climatico all’Arcipelago di Tuvalu

L’innalzamento del livello del mare che minaccia di sommergere l’arcipelago di Tuvalu entro i prossimi 100 anni. In risposta, l’Australia ha concesso l’asilo climatico agli abitanti di Tuvalu.

Questo gesto rappresenta un riconoscimento senza precedenti della necessità di proteggere le comunità vulnerabili dalle conseguenze del cambiamento climatico.

I bambini possono agire legalmente sul clima

Il documento del Comitato sui Diritti dell’Infanzia delle Nazioni Unite ha riconosciuto il diritto dei bambini a vivere in un ambiente sano. Soprattutto, ha stabilito che questo diritto può essere difeso anche attraverso azioni legali.

Questo importante passo avanti mette in luce il ruolo cruciale delle generazioni future nella lotta per la sostenibilità ambientale.

Svizzera: la Carbon Neutrality è legge

Con il risultato del referendum del 18 giugno, la Svizzera ha approvato una legge che impone di azzerare le emissioni nette di CO2 entro il 2050.

Questa decisione, sostenuta dal 59,1% dei votanti, dimostra un impegno tangibile verso la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio.

Tornate le balenottere azzurre alle Seychelles

Dopo anni di assenza dovuta alla caccia, le balenottere azzurre sono tornate nelle acque delle Seychelles. Questa testimonianza della ripresa della popolazione di questi maestosi mammiferi marini è un segno di speranza per la conservazione della biodiversità marina.

L’accordo della COP28: speranze e delusioni

Si è ufficialmente riconosciuta la necessità di “allontanarsi gradualmente” dai combustibili fossili. Tuttavia, l’accordo raggiunto alla COP28 di Dubai è stato criticato per la sua mancanza di ambizione da parte di alcuni attivisti ambientali. Tuttavia, rappresenta comunque un passo avanti nel riconoscimento globale della crisi climatica e nell’urgente necessità di azione.