San Valentino non deve per forza limitarsi alla classica cena a lume di candela, con una bella scatola di cioccolatini e un mazzo di fiori come regalo. Ogni persona è unica e ogni coppia diversa, quindi perché non organizzare un San Valentino alternativo? Scopriamo qualche idea curiosa per una giornata o un week-end indimenticabile.

La Festa degli innamorati è sempre più vicina, ma non tutti vogliono accontentarsi della solita cenetta al ristorante. Nulla di male, ma alcune coppie potrebbero sognare un fine settimana più coinvolgente. Dato che il viaggio rimane il regalo più gettonato per San Valentino, vediamo alcune destinazioni e attività diverse dal solito per celebrare il giorno più romantico dell’anno.

San Valentino alternativo: 10 idee da provare

1. Fare un viaggio

Se fare un viaggio non è un’idea proprio originale, per un San Valentino alternativo si può sempre scegliere una destinazione diversa dalle più celebri fughe romantiche. Per chi non ama stare troppo fermo, potrebbe essere l’occasione per lanciarsi all’esplorazione e avventurarsi in viaggi on the road in inverno in Italia o all’estero. Ad esempio, perché non godersi un bel giro tra cantine e borghi nelle Langhe o un tour della Spagna?

Si può anche valutare un soggiorno romantico in uno dei tanti bellissimi borghi italiani, molti dei quali ancora troppo poco conosciuti. Meglio ancora se si sceglie qualche località dove assaporare specialità gastronomiche o dove è presente un centro termale, per rendere il soggiorno davvero unico e speciale.

2. Fare sport insieme

Le coppie più sportive potrebbero anche optare per un fine settimana in montagna a sciare o a ciaspolare sulla neve. Chi invece preferisce non allontanarsi dalla città non ha che da cercare le migliori piste per imparare a pattinare sul ghiaccio.

Grazie alle temperature invernali piuttosto miti, è possibile anche provare qualche interessante percorso cicloturistico. Tra i più consigliati la ciclovia del Sole in Emilia-Romagna o gli oltre 20 km di pista ciclabile a Sanremo.

Chi non è attrezzato non ha di che preoccuparsi: ci sono infatti delle app apposite per noleggiare ebike o monopattini. Anzi, San Valentino può diventare occasione per andare alla scoperta della propria o di altre città. Qualche esempio? I bike tour a Lecce o vedere Bologna in bicicletta in tre giorni.

3. Osservare il cielo

Non tutti sanno che anche dall’Italia è possibile ammirare l’Aurora boreale. Un incredibile gioco di luci e colori che ha dato spettacolo anche in Lombardia e che in tanti sognano di vedere almeno una volta nella vita. Se invece a San Valentino le stelle dovessero bastare, allora potrebbe essere il momento giusto per programmare un soggiorno in una delle mete più indicate per il turismo astronomico.

In alternativa, le costellazioni si possono ammirare più comodamente anche da un planetario. Ad esempio, il Planetario di Torino ha tutta una serie di eventi dedicati agli innamorati da tenere in considerazione.

Se poi il cielo e il volo sono la vostra passione in comune, ad Aosta vengono organizzati degli speciali lanci in mongolfiera apposta per San Valentino.

4. Amore e scienza

Sono tanti i musei che per San Valentino organizzano spettacoli e attività di coppia, spesso a prezzi scontati.

Chi è appassionato di scienza e natura potrebbe partecipare agli eventi organizzati dalla Città della Scienza a Napoli o visitare il parco Gardaland Sealife vicino a Verona. Quest’ultimo è un interessantissimo acquario che fa parte di Gardaland, uno dei parchi tematici più belli in Italia, . Così, una volta esplorare le meraviglie della fauna marina, potrete fare un salto sulle montagne russe per un San Valentino davvero indimenticabile.

5. Cene e degustazioni speciali

L’Italia è rinomata per la sua ricca tradizione enogastronomica, tanto che è non difficile trovarla in cima a quasi tutte le classifiche dedicate alla buona cucina. San Valentino può diventare l’occasione giusta per scoprire il meglio della cucina regionale italiana o approfittare dei tanti festival che negli stessi giorni uniscono amore ed enogastronomia.

Come l’Officina del Gusto di Torino che organizza corsi di cucina da fare in coppia o degustazioni di vino al Chianti Lovers, nella Fortezza del Basso. Gli amanti dei dolci non possono invece perdersi Cioccolentino, quattro giornate a Terni con cioccolato e pasticceria come protagonisti.

6. Fiori sì, ma da coltivare

Piuttosto che optare per mazzi di fiori già pronti, perché non imparare a farli crescere? Mettere alla prova il proprio pollice verde con un corso di giardinaggio amatoriale è un’idea di San Valentino davvero alternativa. Invece di tacchi e abiti eleganti s’indossano tute e guanti da giardinaggio per imparare a seminare e coltivare fiori e piante seguendo le corrette procedure e stagionalità.

7. Consulenza di immagine di coppia

L’amore passa anche dall’importanza di curare se stessi, così da presentarsi sempre nel miglior modo possibile al proprio partner e tenere viva la reciproca attrazione. Per questo, scegliere una consulenza di immagine da fare insieme può rivelarsi un’ottima idea. Si apprenderà l’arte del valorizzarsi con gli abiti e i colori giusti e in più si scoprirà cosa più piace e dona al partner, per non sbagliare mai più un regalo!

8. Shooting fotografico

Con un bravo fotografo si possono ricreare le scene dei propri film preferiti, siparietti divertenti o passionali primi piani. Uno shooting fotografico lascia ampio spazio all’immaginazione e in più ci si potrà portare a casa un bel ricordo da incorniciare a casa.

9. Leggere insieme

Le coppie che non amano troppo uscire non devono sentirsi obbligate a farlo. Chi ama la lettura può organizzare tranquillamente una serata a casa a leggere i propri libri preferiti o scegliendone uno breve da concludere insieme. Magari ci si può alternare nella lettura, lasciando anche spazio a commenti e pareri personali, oppure lo si può sfogliare contemporaneamente con una musica rilassante in sottofondo.

10. Cena romantica

Ci potrebbe anche essere chi la cenetta romantica a casa la vuole comunque. Ci sono ugualmente tantissimi modi per renderla speciale, in primis mangiandola insieme in un “castello” fatto di lenzuola e cuscini, come si era soliti fare da piccoli, con l’aggiunta di un po’ di luci soffuse.