In occasione della Festa della Donna, il Ministero della Cultura rende omaggio all’universo femminile con una serie di eventi dedicati. Venerdì 8 marzo, infatti, l’ingresso a tutti i musei e ai luoghi rappresentativi della cultura italiana per eccellenza sarà gratuito per le donne. 

Dopo il successo, soprattutto in termini di partecipazione, per gli eventi promossi in occasione della Festa della Donna 2023, il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ci riprova. Proponendo, anche quest’anno, un’iniziativa che punta innanzitutto a creare il giusto connubio tra “saperi” e universo femminile.

Venerdì 8 marzo, dunque, tutti i musei, i siti archeologici, le ville e i giardini storici– e, in generale, tutti i luoghi della cultura statali- saranno gratuiti per le donne. Non vi resta che scegliere l’opzione di viaggio più adatta alle vostre esigenze e prepararvi a partire!

“8 marzo al Museo”: l’iniziativa del Ministero della Cultura

Mentre il turismo culturale diviene uno dei principali trend del 2024, il Ministero della Cultura propone un’iniziativa che restituisce la giusta centralità al patrimonio culturale italiano.

“8 marzo al Museo”, infatti, nasce con lo scopo di coniugare l’amore per l’arte e la cultura a specifici eventi e manifestazioni pensati per sensibilizzare e riflettere sul ruolo della donna nella società contemporanea. Oltre i fiori e gli effluvi delle mimose colorate, dunque, l’8 marzo è anche l’occasione per riappropriarsi della bellezza e della conoscenza.

L’elenco degli appuntamenti in programma è in costante aggiornamento, ora per ora. Per tenervi sempre informati su tutte le novità, vi invitiamo a consultare il sito del Ministero della Cultura dedicato a questo imperdibile appuntamento. Nel frattempo, però, scopriamo insieme quali sono i 5 (+1) musei da non perdere per celebrare degnamente la Giornata Internazionale della Donna.

Il Pantheon di Roma

La direzione e lo staff del Pantheon di Roma– di diritto, tra i luoghi più esoterici d’Italia- propongono una serie di visite guidate dal titolo “Tutte le donne del Pantheon, alla ricerca della cultura e della bellezza femminile nel tempio adrianeo”.

Una vera e propria caccia al tesoro alla scoperta delle storie delle donne che hanno dedicato la propria vita alla cultura, alla politica, delle martiri e delle eroine dimenticate.

Vi segnaliamo che le visite guidate previste per l’8 marzo prossimo si svolgeranno alle ore 15.00 e, successivamente, alle 16.00. È consigliabile, pertanto, prenotare per tempo.

Il Palazzo Reale di Napoli

Il Palazzo Reale di Napoli apre i battenti per celebrare l’8 marzo. Per l’occasione, infatti, il Museo ha organizzato un percorso guidato dal titolo “Storie di donne”. Sarà un vero e proprio viaggio alla scoperta delle donne protagoniste della storia del Palazzo Reale.

Durante la visita potrete ammirare la preziosa specchiera “à la Psyché” appartenuta alla regina Carolina Murat e il leggio rotante della regina Maria Carolina. Dalle ore 9.00 e fino alle 20.00 i visitatori saranno così accompagnati in questo tour nell’universo femminile napoletano dal personale del sito storico. La prenotazione è obbligatoria.

Il Museo Egizio di Torino

Anche il Museo Egizio di Torino ha previsto l’ingresso gratuito per le donne in occasione dell’8 marzo.

Nell’anno del bicentenario– che sarà celebrato con un film evento di Jeremy Irons dal titolo Uomini e Dei”, in sala il 12 e 13 marzo- la direzione artistica di questo celebre sito ha scelto di dedicare uno spazio al ruolo della donna nella storia. Attraverso una serie di visite guidate in programma per l’8 marzo prossimo.

L’ingresso, a partire dalle 9.00 e fino alle 18.30, sarà garantito solo ai possessori del biglietto online. La durata media delle visite guidate in programma, invece, è di circa due ore e mezza.

La Galleria degli Uffizi a Firenze

La Galleria degli Uffizi di Firenze non ha bisogno di presentazioni. Tra i siti più visitati in assoluto dai turisti internazionali, propone per l’8 marzo prossimo una serie di visite guidate tematiche. Che saranno ovviamente gratuite per tutte le donne.

Tutti gli altri, dovranno invece acquistare il biglietto a pagamento. Il Museo resterà aperto dalle 8.15 alle 18.30. La prenotazione, anche in questo caso, è sempre consigliata.

Pinacoteca di Brera a Milano

La Pinacoteca di Brera a Milano propone, in occasione della Festa della Donna, una serie di visite guidate tematiche.

Da non perdere, i dipinti “Il Bacio” di Francesco Hayez e la “Vergine con il Bambino” di Piero della Francesca. Tra le novità della sezione dedicata al Novecento vi segnaliamo i due splendidi dipinti di Bruno Cassinari e Filippo de Pisis, recentemente aggiuntisi alla collezione.

L’ingresso è previsto dalle 8.30 alle 19.15 e la prenotazione è obbligatoria.

Museo delle Donne di Merano

In questa guida ai musei da non perdere in occasione della Festa della Donna, non potevamo non menzionare il Museo delle Donne di Merano. Sito nel cuore del Trentino Alto Adige, questo museo ospita la mostra permanente sulle donne che hanno partecipato alla Rivoluzione francese.

Da non perdere la mostra temporanea su “Le Dame inglesi”: le donne, cioè, che diedero impulso all’istruzione femminile in Alto Adige realizzando la pari opportunità tra i generi.

Il museo resterà aperto dalle ore 8.00 alle 15.30. Anche in questo caso è sempre preferibile prenotarsi per tempo.