A Milano il tradizionale biglietto sarà presto sostituito da “RicaricaMi”, cioè il biglietto ricaricabile lanciato da Atm. Ecco come funziona.

Una novità interessante sarà lanciata nei prossimi giorni sul servizio di trasporto pubblico di Milano. Dopo l’introduzione dei tornelli anti-furbetti, l’Atm ha infatti annunciato il passaggio ai biglietti ricaricabili. A partire dal 7 maggio, il tradizionale biglietto usa e getta sarà perciò sostituito dal “RicaricaMi“, utilizzabile su bus, tram, filobus e metro.

Questo nuovo sistema consente di accumulare fino a 30 viaggi su un singolo biglietto senza costi aggiuntivi. Il biglietto non è personale e può essere utilizzato da più utenti, ma non in contemporanea. Un’iniziativa che mira a ridurre gli sprechi di carta e promuovere una maggiore sostenibilità ambientale, incentivando gli utenti a ricaricare il biglietto invece di scartarlo dopo ogni uso.

RicaricaMi: come funziona il biglietto ricaricabile

Si tratta di un biglietto elettronico che si attiva avvicinandolo ai nuovi lettori installati sui tornelli delle metropolitane e alle convalidatrici installate sui mezzi di superficie. A differenza dei biglietti tradizionali non deve essere inserito nelle fessure dei tornelli, che sono riservate ai vecchi biglietti. L’Atm ha facilitato il passaggio a questa tecnologia digitale con l’installazione di 850 nuovi lettori nelle stazioni metro, dotati di una grafica che guida l’utente al punto di convalida corretto.

RicaricaMi si acquista e si ricarica presso le casse automatiche dell’Atm o nei punti vendita autorizzati come bar, edicole e tabaccherie. Ogni biglietto può essere caricato con 30 corse al costo standard o fino a 5 carnet. Per aggiungere una tariffa differente è necessario utilizzare tutti i biglietti preesistenti. Se il biglietto contiene 5 corse Mi1-Mi3, queste devono essere esaurite prima di poter caricare biglietti con tariffa Mi4-Mi5. È possibile applicare tariffe per tutte le zone del sistema integrato Stibm (Mi1-Mi9).

I viaggi caricati su RicaricaMi sono validi anche per le tratte ferroviarie di Trenord e per i mezzi di trasporto dei gestori extraurbani all’interno del Sistema tariffario Stibm.

E per quanto riguarda i vecchi ticket? Resteranno validi fino al 30 novembre 2024, un periodo di transizione che sarà anche utile anche agli utenti per prendere confidenza con il nuovo sistema.

La campagna promozionale e di sensibilizzazione

La campagna “Riduci. Riusa. RicaricaMi” è attiva da oggi nelle stazioni metro, fermate di superficie, sui mezzi di trasporto e attraverso il sito di Atm e sui suoi canali social.

Inoltre il personale dell’Atm sarà presente nelle stazioni principali per assistere i passeggeri e facilitare la transizione al nuovo sistema.