L’autostrada A14 resterà chiusa in occasione del Gp di Formula 1 a Imola. Ecco quando scatterà la chiusura e l’area interessata.

Il weekend del Gp di Imola di Formula 1 sta per iniziare. Dopo l’annullamento dell’edizione precedente a causa di un’alluvione che ha devastato l’area, quest’anno il celebre Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” tornerà a essere la sede del Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna.

Attese più di 200mila persone in tre giorni, tra prove libere di oggi venerdì 17 aprile, qualifiche di domani e la gara principale di domenica, con orario di partenza alle ore 15:00. Un evento che prevede un impatto economico significativo, con ricavi stimati in 270 milioni di euro a fronte di costi che ammontano a 25 milioni di euro finora. Ma che ovviamente porterà anche a conseguenze sulla viabilità.

Ecco tutti i dettagli.

A14 chiusa per facilitare il flusso di tifosi: le info

Il casello autostradale di Imola sarà soggetto a chiusure intermittenti per facilitare il flusso di tifosi attesi per il Gran Premio di F1 di domenica 19 maggio, come annunciato da Anas. Le modifiche al traffico includeranno la chiusura dell’ingresso al casello di Imola dalle 7:00 alle 13:00- e potenzialmente oltre- nelle direzioni di Bologna e Ancona/Pescara; sarà accessibile solo l’uscita per dirigere il traffico verso l’autodromo.

Inoltre, dalle 16:00 alle 20:00 e fino a nuovo avviso, il casello resterà chiuso in uscita per chi arriva da Bologna e Pescara/Ancona e si dirige verso Imola al fine di dirigere i flussi verso l’ingresso dell’autostrada. Anas suggerisce di usare i caselli alternativi di Castel San Pietro (km 38+200) e Faenza (km 64+500) come vie alternative.

Il programma del weekend di Formula 1

Il calendario del Gran Premio d’Italia di Formula 1 segue lo schema consueto: il venerdì è dedicato alle prime due sessioni di prove libere (FP1 e FP2), il sabato ospita la terza sessione di prove libere e le qualifiche, mentre la domenica culmina con la gara che distribuisce i punti per il campionato mondiale. Anche gli orari delle sessioni sul circuito italiano rispettano la tradizione.

L’attenzione sarà focalizzata sulle Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz sin dalle prove libere. Le loro SF-24, equipaggiate con un nuovo pacchetto di aggiornamenti, saranno al centro delle attenzioni nel tentativo di colmare il divario con le Red Bull di Verstappen e Perez, che sono state anch’esse aggiornate.

Sarà interessante anche osservare le prestazioni della McLaren- che ha mostrato notevoli progressi a Miami con la vittoria di Norris- per valutare come si adatterà al tracciato italiano.