Non solo patente e libretto: ci sono degli accessori che è bene tenere sempre in auto, anche quelli che non sono obbligatori per legge. Da i più banali a quelli a cui non avevi mai pensato: scopriamo in questo articolo i 10 must-have per la tua sicurezza alla guida.

Quali sono gli oggetti che non possono mancare in ogni auto? Oltre ai documenti, come il tagliando dell’assicurazione o il bollo, ogni automobilista dovrebbe conoscere gli accessori che possono aumentare la propria sicurezza in caso di incidenti o emergenze. Vediamo quali in questo articolo.

Gli accessori obbligatori per legge

Il Codice della strada parla chiaro: ci sono alcuni accessori che non si possono lasciare a casa, ma vanno portati sempre con sé, quando si viaggia in auto.

Segnale mobile di pericolo

Il segnale mobile di pericolo, più comunemente chiamato triangolo segnaletico o semplicemente triangolo, è uno degli oggetti che devono essere presenti a bordo obbligatoriamente, come prescritto dall’articolo 162 del Codice della Strada. Il triangolo dev’essere omologato ed esposto, in caso di incidente o auto ferma in carreggiata, a 50 metri di distanza dal veicolo. Chi dovesse scordarlo, potrebbe incappare in una multa, che può arrivare a 173 €, e nella decurtazione di due punti dalla patente.

Giubbotto catarifrangente

Non è obbligatorio averlo in macchina, ma è obbligatorio indossarlo quando si esce da questa, in determinate situazioni: quando, ad esempio, siamo in sosta in una piazzola o sulla corsia di emergenza. Non indossarlo in questi casi significa rischiare di essere sanzionati con una multa che va da 42 a 173 €. È quindi sempre opportuno tenerlo a portata di mano.

Catene da neve 

È un accessorio invernale, che non puoi dimenticare: l’articolo 6 del Codice della strada prevede l’obbligo di catene a bordo da novembre ad aprile, se la tua auto non dispone di pneumatici da neve. Da quest’anno sono ammesse anche le calze da neve. Dimenticare catene o calze significa rischiare una multa che può arrivare a 168 € e la decurtazione di tre punti dalla patente.

Gli accessori facoltativi, ma utili

I sette accessori che seguono non sono obbligatori, ma sicuramente possono tornare utili nei casi più critici.

Kit di pronto soccorso

Ghiaccio secco, bende elastiche, cerotti, forbici mediche e salviettine: questo è ciò che dovrebbe contenere una cassetta ben equipaggiata per il primo soccorso. Può rivelarsi molto utile per prestare assistenza dopo un sinistro, in attesa dell’ambulanza. In Italia è solo consigliato, ma se viaggi all’estero con la macchina sappi che in alcuni paesi, come l’Austria o la Germania, è obbligatorio portarlo con sé.

Supporto per smartphone e auricolare singolo

L’uso improprio del cellulare quando si è al volante è tra le prime cause di incidenti stradali. Per evitare di distrarsi alla guida, una buona soluzione può essere quella di applicare un supporto per smartphone. Se usato in modo consono, può servire, ad esempio, a seguire il percorso indicato sulla mappa senza rischiare di distogliere lo sguardo dalla strada per troppo tempo.
Utile anche un auricolare bluetooth per chi usa la macchina per il lavoro o ha bisogno di fare chiamate molto frequentemente.

Martello d’emergenza

È uno di quegli accessori che ti fanno sperare di non doverlo usare mai. Tenerlo in auto in un posto facilmente raggiungibile, però, può darti la sensazione di essere al sicuro, nel caso avessi bisogno di tagliare le cinture di sicurezza o di spaccare il vetro del finestrino per uscire dalla macchina.

Cavi per la batteria

L’auto non parte più, è domenica e non ci sono meccanici disponibili: come torni a casa? Se ci sono altri automobilisti vicino a te, puoi usare i cavi per ricaricare la batteria della tua vettura e ripartire. Utili anche per prestare soccorso ad altre persone in difficoltà.

Estintore

Un estintore in polvere è un aiuto fondamentale in caso di incendio della propria auto o di quella di un’altra persona. È solitamente piccolo, maneggevole e può salvare la tua vita o quella di altri: portalo sempre con sé non costa nulla.

Coperte

Sono per il tuo comfort o quello dei passeggeri che viaggiano con te, ma soprattutto possono salvarti la vita, se l’auto si guasta in inverno, di notte, con la temperatura che scende sotto lo zero.

Guanti da lavoro e torcia

Se l’auto si guasta di notte, in una zona isolata e con poca luce, una torcia può rivelarsi una valida alleata. Oltre a questa, avrai certamente bisogno anche di un paio di guanti da lavoro per permetterti di effettuare la riparazione in tutta sicurezza.