Boe intelligenti” per parcheggi sempre più smart: ecco Wavepass, la nuova tecnologia di Telepass che sarà presentata durante i Pdays.

Da oggi e fino a domani, 31 maggio, alla stazione Leopolda di Firenze si svolgeranno i Pdays: un evento biennale organizzato da AIPARK (Associazione Italiana Operatori Sosta e Mobilità a Firenze).

Parteciperà anche Telepass, che per questa edizione si focalizzerà sulla gestione integrata di servizi di mobilità innovativi, soluzioni di pagamento cashless e mobilità urbana sostenibile.

In particolare saranno ufficialmente presentate le nuove Wavepass, le “boe intelligenti” che velocizzano ulteriormente l’apertura automatica delle barriere di accesso e uscita alle aree di sosta in struttura senza la necessità di fermarsi, rendendo ancora più efficiente il servizio parcheggi.

Ecco Wavepass, le “boe intelligenti” di Telepass: come funzionano i parcheggi smart

Si tratta di una soluzione sviluppata internamente da Telepass Innova, il tech innovation hub del Gruppo, nato lo scorso anno per concentrare competenze, expertise e tecnologie. L’obiettivo è dare ulteriore impulso all’evoluzione e al miglioramento dei servizi, al loro ampliamento e a una loro sempre maggiore personalizzazione.

Le nuove “boe” sono state sviluppate su una nuova piattaforma cloud gestita da Telepass senza la necessità di installare ulteriori server fisici, permettendo la “remotizzazione” di tutte le logiche di calcolo. In questo modo vengono centralizzati il controllo e la gestione del servizio, consentendo ai gestori di avere un unico interlocutore con supporto personalizzato e una risoluzione rapida ed efficiente di eventuali problematiche che potrebbero verificarsi. Allo stesso tempo per gli utenti significa la garanzia di risparmiare tempo e una maggiore qualità del servizio.

Come funzionano le nuove soluzioni per parcheggi smart?

Attraverso il dispositivo Telepass, i clienti possono accedere in maniera semplice ai parcheggi delle strutture convenzionate presso aeroporti, stazioni, ospedali, centri urbani e fiere e pagare automaticamente la sosta. Basta accedere alle corsie dedicate, ottimizzando l’esperienza di pagamento. Comodità, velocità e sicurezza: questo servizio permette di evitare l’utilizzo di denaro contante o carte e assembramenti alle casse.

Il servizio Parcheggi è incluso e attivo in tutte le offerte Telepass e i clienti possono visualizzare le strutture sia sul sito che dall’app, in modo da poter verificare in qualsiasi momento le soste e le spese che verranno addebitate sul conto ogni tre mesi.

«I parcheggi convenzionati sono il secondo servizio che Telepass ha integrato nel 2010 e oggi la nostra offerta è la più capillare sul territorio nazionale con oltre 360 strutture in Italia e più di 700 tra Francia, Spagna e Portogallo. La nostra missione è semplificare la vita delle persone e lo facciamo attraverso il nostro ecosistema digitale di servizi per la mobilità disegnati intorno alla persona e sempre più focalizzato sui centri urbani,» commenta Aldo Agostinelli, Chief Consumer Sales and Marketing Officer di Telepass.

Non solo parcheggi smart: con Telepass c’è anche il servizio strisce Blu

I clienti Telepass possono inoltre usufruire del servizio Strisce Blu attivo in oltre 300 Comuni italiani. Il servizio gestisce con semplicità l’estensione e il termine della sosta, che garantisce il pagamento dei soli minuti effettivi di permanenza. Dal 1° luglio il servizio sarà esteso a tutta l’offerta Telepass, consentendo per la prima volta a tutti i clienti di usufruire del servizio indipendentemente dal contratto sottoscritto.

Come funziona? Una volta parcheggiata l’auto, l’app rileva la posizione. Successivamente basta confermare la geolocalizzazione e impostare la durata della sosta. L’app avvisa l’utente quando la sosta sta per scadere e calcola direttamente l’importo complessivo che sarà successivamente addebitato. Inoltre è possibile modificare il termine della sosta, anticipandolo o posticipandolo anche a distanza, in modo da pagare l’effettiva durata della sosta ed evitare multe.