Abbiamo stilato una lista dei 10 alberi di Natale più belli del mondo: un viaggio all’insegna delle decorazioni più incredibili e spettacolari che ti lasceranno senza fiato. Sapevi che l’albero di Natale più grande del mondo è in Italia, a Gubbio? E che quello galleggiante più grosso è a Rio de Janeiro? Leggi il nostro articolo per scoprire altre curiosità!

Un vecchio spot diceva che «il Natale quando arriva arriva», e non c’è dubbio che ormai il Natale arriva quando i primi allestimenti per le feste vengono montati. Magari a questo tipo di articoli preferisci quelli che trattano altri tipi di curiosità, come i mezzi di trasporto più strani del mondo, ma se sei una persona che in questo periodo ama visitare i mercatini di Natale – come quelli di Bolzano o quelli di Verona – allora siamo sicuri che vorrai di scoprire anche quali sono gli alberi di Natale più spettacolari.

I 10 alberi di Natale più belli del mondo

Siamo a dicembre e le città si addobbano per le feste. Tra luci colorate e musiche a tema, cercando di non perdere al Whamageddon, iniziano a spuntare i primi villaggi di Babbo Natale, come quelli di Roma e Milano, ma tra tutti i decori il protagonista indiscusso è sempre lui: l’imponente albero di Natale. Da Gubbio a Città del Messico, inizia il nostro viaggio tra i 10 alberi di Natale più incredibili.

Gubbio: l’albero di Natale più grande del mondo è anche sostenibile

L’antica città medievale di Gubbio, tra i borghi più belli dell’Umbria, possiede un primato che forse non ti aspetteresti in una location del genere: alle pendici del monte Ingino infatti c’è l’albero di Natale che nel 1991 è entrato nel Guinness dei Primati come il più grande del mondo.
Tecnicamente non è un albero vero e proprio, ma una forma creata con le luci e che si appoggia sul declivio del monte. La superficie occupata equivale a circa 30 campi da calcio per un totale di 950 luci che ne compongono la sagoma, le decorazioni interne e la stella. Ne deriva un considerevole consumo energetico (circa 11.500 KWh ogni anno): consci dell’impatto ambientale causato, il comitato organizzativo, formato da volontari, ha installato un impianto fotovoltaico che durante l’anno accumula l’energia necessaria per accendere l’albero in questo periodo. Inoltre tutti i punti luminosi sono stati sostituiti con luci LED per una maggiore efficienza energetica.

Parigi, Gallerie Lafayette: lo spettacolare albero di Charles de Vilmorin

Dal 1976 ogni anno le Gallerie Lafayette di Parigi scelgono un nuovo tema e una nuova mente creativa: quest’anno gli allestimenti sono a cura dell’enfant prodige Charles de Vilmorin, che ha scelto atmosfere poetiche e oniriche. “My Dream Christmas” è infatti il filo conduttore per le decorazioni del 2023, per le quali lo stilista intende reinventare le festività fondendo il proprio mondo creativo con la moda, la bellezza, la casa e il cibo.
L’albero di Natale gigante che campeggia nell’iconica cupola dei grandi magazzini è stato ispirato dai ricordi d’infanzia di un Natale trascorso con i nonni di Charles de Vilmorin, che ha scelto di reinventare il tradizionale albero con un gioco di luci e trasparenze.
Parigi è da sempre una delle mete preferite per le vacanze invernali dei turisti, che tra luoghi noti o angoli nascosti e meno conosciuti non mancano mai di dare un’occhiata agli allestimenti delle gallerie Lafayette, sapendo che quello che troveranno non mancherà di incantarli.

Vilnius: lo sfarzoso albero nella città vecchia

Una delle capitali con più verde d’Europa, Vilnius (o Vilna) in Lituania, non è solo una delle migliori destinazioni dove celebrare San Patrizio, ma è anche stata più volte nominata come una delle migliori destinazioni al mondo dove festeggiare il Natale: in effetti il programma per il periodo delle feste è intenso, con la città che cambia completamente volto.
L’albero di Natale che campeggia in Piazza della Cattedrale è di certo uno dei più suggestivi ed è anche uno dei simboli della città, riconosciuto come uno dei più belli del mondo, tanto da dettare tendenza: addobbato ogni anno in modo diverso, è adornato con migliaia di ornamenti fatti a mano da artigiani locali che hanno utilizzato fibre naturali, vetro e legno. Migliaia di luci LED ad alta efficienza energetica illuminano poi l’albero e creano un’atmosfera magica.
Una piccola curiosità: l’albero scelto ogni anno non proviene da un terreno pubblico, ma da un privato, che in cambio riceve un premio di valore più che altro simbolico.

Budapest: l’albero sfavillante tra i mercatini di Natale

Proviene da un privato anche l’albero di Natale di Budapest, città dal fascino eterno: piantato nel 1983, è un pino di circa 24 metri dal peso di cinque tonnellate che è stato donato alla città a seguito del suo abbattimento per le recenti tempeste che hanno colpito il Paese.
Oggi gode di nuova vita al centro di piazza Kossuth e domina con le sue luci sfavillanti i mercatini di Natale di Budapest, tra i più grandi d’Europa. Situato di fronte alla Basilica di Santo Stefano, accoglie i visitatori e con la sua immagine anticipa un’esperienza coinvolgente piena della magia del Natale.

Praga: l’incanto del Natale

Praga, una delle città più esoteriche d’Europa insieme a Torino, offre tantissimi luoghi insoliti da visitare, ma a dicembre la sua atmosfera magica si tinge delle luci e dei colori di Natale, che trovano il loro fulcro nella città vecchia, a pochi passi dalla Cattedrale: qui si staglia maestoso l’albero di Natale, proprio al centro del tradizionale mercatino natalizio. In questo periodo Praga più che esoterica sembra incantata!

Strasburgo: il Grand Sapin di 30 metri

Dalla Repubblica Ceca torniamo in Francia: Strasburgo è una delle città che più in assoluto rappresentano il Natale. Situato nel cuore del più antico mercatino natalizio francese, allestito da ben 450 anni, l’albero di Natale ha un’altezza minima di 30 metri e richiede 120 ore per l’allestimento completo. Ancora numeri: 180 rami impiantati per infoltirne la chioma, 7 chilometri di luci e più di 300 lucine lampeggianti, per non contare i circa 700 addobbi. L’albero di Natale di Strasburgo è davvero maestoso e non stupisce che tante persone decidano di trascorrere qui le proprie vacanze dicembrine.

Madrid: l’albero della Puerta del Sol

La capitale spagnola in questo periodo indossa i suoi abiti più sfavillanti: più di 200 strade sono illuminate dalle sfarzose decorazioni, la regina delle quali è l’enorme palla di 12 metri di diametro con le sue 43 mila luci situata tra Gran Vía e Calle de Alcalá, mentre il re delle decorazioni è l’albero in Puerta del Sol,  fotografato ogni anno da migliaia di turisti che lo ammirano stupiti e ammaliati. Se sarai in vacanza a Madrid per Capodanno, potresti aver voglia di partecipare alla tradizione madrilena di mangiare 12 acini d’uva allo scoccare della mezzanotte proprio ai piedi del grande albero di Natale.

New York: l’albero di Natale del Rockefeller Center

È probabilmente l’albero di Natale più famoso al mondo, apparso in centinaia di film e meta turistica fissa nel periodo delle feste: il rito annuale dell’accensione delle luci dell’albero di Natale del Rockefeller Center è uno degli spettacoli più amati della città e segna ufficialmente l’inizio delle festività. Una tradizione che risale al 1933, quando il grattacielo era ancora in costruzione, con l’aggiunta, nel 1936, della pista per il pattinaggio sul ghiaccio. Oltre 8 chilometri di luci LED e la stella in cristalli Swarovski alta 3 metri lo rendono l’albero di Natale iconico per eccellenza.
Se stai pianificando di prenotare un volo per trascorrere qui le tue vacanze natalizie, questo è sicuramente uno dei periodi dell’anno più azzeccati per visitare la Grande Mela.

Rio de Janeiro: l’albero di Natale galleggiante più bello del mondo

Un altro albero di Natale entrato nel Guinness dei Primati si trova in Brasile: quello di Rio de Janeiro è il più grande albero di Natale galleggiante al mondo. Con i suoi 70 metri di altezza, emerge fluttuando su una piattaforma nella laguna Rodrigo de Freitas, a sud della città. Realizzato con montature in metallo e milioni di luci, è uno spettacolo davvero impressionante.
In Brasile i festeggiamenti per il Natale sono secondi solo a quelli per il Carnevale: l’accensione dell’albero è uno degli eventi più popolari di Rio, con un enorme spettacolo pirotecnico che segna l’inizio delle festività natalizie.

Città del Messico: l’iconico albero di Natale dello Zòcalo

Una delle icone più amate a Città del Messico è l’albero di Natale che viene allestito ogni anno in Piazza della Costituzione, detta El Zòcalo, quando il centro della capitale si illumina per le feste natalizie a partire dal 12 dicembre, cioè il Dia de la Virgen de Guadalupe. Addobbato secondo il gusto della tradizione messicana, con influenze sia americane che europee, il gigantesco albero si staglia nel cuore pulsante del capoluogo. Insieme allo spettacolo di luci e suoni che accompagnano le decorazioni, lo spirito del Natale qui si sente moltissimo.