Il mercato dei carburanti in Italia continua a mostrare fluttuazioni con l’aumento dei prezzi della benzina e una diminuzione del costo del diesel. 

Il panorama dei carburanti in Italia è caratterizzato da una costante variazione dei prezzi, con impatti significativi sia sui consumatori che sull’industria nel suo complesso. Le analisi di Quotidiano Energia sui i dati dell’Osservaprezzi – il portale del Mimit (Ministero delle Imprese e del Made in Italy) dedicato all’aggiornamento dei dati dei prezzi dei carburanti – forniscono uno sguardo dettagliato sulle tendenze attuali, evidenziando un aumento dei costi della benzina e una diminuzione del diesel.

Variazioni dei prezzi della benzina e del diesel al 1° aprile

I dati del 1 aprile indicano che la media dei prezzi della benzina self-service è salita a 1,893 euro al litro, mostrando un incremento rispetto al valore precedente di 1,890 euro al litro. Tra le diverse compagnie, i prezzi oscillano tra 1,885 e 1,910 euro al litro, mentre i distributori senza logo mantengono un prezzo leggermente inferiore, attestandosi a 1,883 euro al litro.

Il prezzo medio del diesel self si è invece ridotto a 1,798 euro al litro, rispetto al valore precedente di 1,801 euro al litro. I diversi marchi presentano prezzi che vanno da 1,789 a 1,809 euro al litro, mentre i distributori senza logo offrono il prodotto a 1,791 euro al litro.

Per quanto riguarda il servito, il prezzo medio della benzina si è attestato a 2,032 euro al litro, registrando un aumento rispetto ai 2,029 euro al litro precedenti, mentre la media dei prezzi del diesel si è leggermente ridotta a 1,941 euro al litro, rispetto al dato precedente di 1,944 euro al litro.

Per quanto concerne il Gpl, i prezzi medi praticati variano tra 0,722 e 0,742 euro al litro, mentre i distributori senza logo erogano a un prezzo leggermente inferiore, pari a 0,708 euro al litro. Infine, per il metano auto, i valori medi oscillano tra 1,315 e 1,465 euro al kg, con i distributori senza logo che propongono il prodotto a 1,324 euro al kg.

Il prezzo dei carburanti dopo le vacanze di Pasqua

Secondo gli ultimi dati, aggiornati a dopo le vacanze di Pasqua, il costo medio della benzina nel self-service si attesta a 1,894 euro al litro, facendo registrare un leggero aumento, mentre rimangono stabili i costi del diesel e del servito (diesel e benzina).

Lieve aumento prezzi medi del Gpl, che ora oscillano tra 0,723 e 0,744 euro al litro (per i distributori senza marchio, il costo è di 0,708 euro). Infine, cala il metano auto, i cui prezzi medi variano da 1,311 a 1,427 euro al kg (per i distributori senza marchio, il prezzo scende a 1,311 euro).

Come tenersi aggiornati sui prezzi dei carburanti

Per tenersi aggiornati sui prezzi dei carburanti, gli utenti hanno a disposizione diversi portali che forniscono dati in tempo reale:

  • Le app scaricabili per monitorare i prezzi della benzina;
  • Il sito di Osservaprezzi è accessibile a tutti;
  • il Sole24Ore mette a disposizione una sua pagina dedicata con i costi di benzina e diesel, in città e in autostrada, con uno storico che permette di vedere i trend del mercato.