La natura offre spesso spettacoli meravigliosi e alcuni sono da vedere almeno una volta nella vita. Tra questi, c’è sicuramene l’aurora boreale. Ma quali sono i posti migliori per osservare questo fenomeno così raro e affascinante? 

Se vuoi partire per vedere l’aurora boreale non puoi improvvisare. Non si tratta, infatti, di un fenomeno prevedibile con sicurezza né in termini di tempistiche né di luogo. Tuttavia, scegliendo il periodo giusto e la destinazione più adatta, avrai sicuramente modo di aumentare le tue chance.

Prima di prenotare un volo e partire, dunque, è meglio saperne qualcosa di più. Poi, non resta che incrociare le dita!

Quando l’aurora boreale

Partiamo col dire che il periodo migliore per ammirare l’aurora boreale è senza dubbio l’inverno. In questa stagione, grazie alle maggiori ore di buio e all’aria generalmente più limpida, osservare l’aurora boreale diventa molto più probabile.

Tuttavia, la comparsa delle luci danzanti nel cielo dipende soprattutto dall’attività del sole.
Il sole è soggetto a dei cicli che alternano fasi di riposo a fasi di attività. Durante queste ultime, la nostra stella può rilasciare vento solare i cui elettroni, una volta raggiunta l’atmosfera terrestre, eccitano gli atomi nella stessa atmosfera i quali, per reazione, emettono luce. Questi cicli sono prevedibili, ma le emissioni di vento solare non lo sono. Almeno non con largo anticipo. E non è detto che capitino proprio di notte!

Tra le tante app disponibili oggi per migliorare la nostra vita, ce ne sono anche alcune che permettono di monitorare l’attività solare e che offrono previsioni sulla possibile comparsa dell’aurora boreale.

Dove vedere l’aurora boreale

I luoghi favoriti sono, ovviamente, quelli più a Nord. Per prima cosa, più ci si avvicina al Polo e più le ore di buio aumentano, con zone che rimangono avvolte nella notte per mesi interi. In più, il Polo Nord è, insieme al Polo Sud, il punto in cui le forze del campo magnetico terrestre si concentrano e l’aurora boreale è un fenomeno collegato al magnetismo.

Dunque, in Europa, i posti migliori sono la Finlandia, la Svezia, la Norvegia, l’Islanda. In Nord America, si può ammirare l’aurora boreale in Alaska, Canada e Groenlandia. In Asia, il posto migliore è la Siberia, in Russia.

Dove vedere l’aurora boreale in Finlandia, Svezia e Norvegia

La prima -e forse la migliore- destinazione per vedere l’aurora boreale è la Lapponia. questa regione si trova, infatti, all’estremo nord dei paesi scandinavi, vicino al Polo, quindi in una posizione molto favorevole.

Le destinazioni che ti consigliamo sono Levi, Kemi e Rovaniemi  nella Lapponia Finlandese, Abisko e Kiruna in Svezia. In Norvegia puoi puntare su Tromsø, le Isole Svalbard e le Isole Lofoten. In Islanda è abbastanza facile vedere l’aurora, quando capita, persino nella capitale Reykjavik.

Dove vedere l’aurora boreale in Alaska, Canada e Groenlandia

In Alaska, Fairbanks è una delle migliori città, grazie alla sua posizione nel cuore del paese che offre ottime opportunità di osservazione. Al Denali National Park, in particolare, si può vivere un’esperienza unica, tra paesaggi mozzafiato e un bassissimo inquinamento luminoso (caratteristica che lo rende perfetto per il turismo astronomico).

In Canada, la regione dello Yukon, in particolare Whitehorse e la zona circostante, è tra le più popolari, così come Yellowknife, nei Territori del Nord-Ovest, e Churchill, nel Manitoba.

Sebbene ufficialmente sia territorio europeo, possiamo inserire anche la Groenlandia tra le mete per osservare l’aurora boreale nel Nord America. Qui troverai paesaggi naturali tra i più selvaggi e pochissimo inquinamento luminoso.

Dove vedere l’aurora boreale in Siberia, Russia

La Siberia è una vasta regione situata nella parte nord-orientale della Russia. È un luogo remoto e selvaggio, poco industrializzato.

Ci sono diversi punti dove è più facile avvistare l’aurora boreale. Uno di questi è il Lago Baikal. Situato nella regione della Siberia orientale, è il lago d’acqua dolce più profondo e antico al mondo, e le sue vaste distese di ghiaccio offrono un ambiente ideale per l’osservazione dell’aurora.

Yakutsk, invece, è la città più grande e il capoluogo della Repubblica di Sacha (Yakutia). Qui troverai basse temperature e scarso inquinamento luminoso: fattori che facilitano l’osservazione.

Infine, situata sempre nella parte orientale della Siberia, la penisola di Kamchatka è famosa per i suoi paesaggi vulcanici e le sue meraviglie naturali.

E l’emisfero sud?

Nell’emisfero sud, l’aurora boreale è chiamata aurora australe. Anche se meno conosciuta rispetto alla sua controparte settentrionale, è possibile vederla in alcune aree particolarmente favorevoli. Tra i posti migliori figurano:

  • La Terra del Fuoco, in Argentina;
  • Le Isole Falkland;
  • L’Isola di Tasmania, Australia;
  • La Nuova Zelanda, specie le regioni meridionali;
  • L’Antartide.

Consigli per vedere l’aurora boreale

Riassumiamo qui, in maniera schematica, alcuni consigli da seguire per un buon viaggio all’inseguimento dell’aurora boreale:

  • Pianifica e prenota per tempo il tuo volo internazionale o intercontinentale;
  • Qualsiasi sia la tua meta, scegli un luogo lontano dall’inquinamento luminoso e più a nord possibile;
  • Porta con te una macchina fotografica con un obiettivo grandangolare, per poter immortalare lo spettacolo delle luci nel cielo;
  • Informati sulle previsioni meteo, per capire se le condizioni sono favorevoli;
  • Controlla il sito della National Oceanic and Atmospheric Administration. Troverai delle mappe aggiornate in tempo reale dal satellite geostazionario NOAA che orbita sopra la calotta artica e fornisce informazioni utili per la tua caccia all’aurora.