Car of the Year 2024 (Auto dell’anno 2024): gli organizzatori svelano i sette modelli in corsa, con una giuria internazionale composta da 59 membri che decreterà il vincitore il 26 febbraio al Salone di Ginevra.

Il ritorno del Salone di Ginevra, dopo quattro edizioni annullate, è imminente. Dal 26 febbraio al 3 marzo 2024, l’evento che decreterà l’Auto dell’anno 2024 si focalizzerà sul contenimento dei costi per favorire la partecipazione di aziende e appassionati.

L’Auto dell’anno 2024: svelate le auto finaliste

Tra meno di un mese scopriremo quale di queste vetture sarà decretata come successore della Jeep Avenger, vincitrice del Car of the Year 2023. Dopo aver annunciato recentemente l’elenco delle vetture in competizione, gli organizzatori del Car of the Year 2024, hanno ufficialmente rivelato i sette modelli che si contenderanno il prestigioso premio. È importante ricordare che una giuria composta da 59 membri provenienti da 22 Paesi diversi sarà responsabile della valutazione delle auto.

Il verdetto per il vincitore di questo significativo riconoscimento verrà annunciato il 26 febbraio al Salone di Ginevra.

Ecco quali sono le sette automobili finaliste si contenderanno il titolo di Car of the Year 2024:

  • BMW Serie 5;
  • BYD Seal;
  • Kia EV9;
  • Peugeot E-3008/3008;
  • Renault Scenic;
  • Toyota C-HR;
  • Volvo EX30.

Tra le finaliste, spicca la BYD Seal, rappresentante della casa automobilistica cinese che, nel suo primo anno in Europa, ha raggiunto la finale del prestigioso premio. La BYD Seal monta le rinomate blade battery, gli accumulatori più performanti e sicuri che BYD fornisce a Tesla e alle elettriche di Toyota, partner mondiale per la mobilità inclusiva per le Olimpiadi Parigi 2024.

Altri contendenti includono la Kia EV9 e la nuova Toyota C-HR, un gioiello nella gamma delle auto ibride.

Il ritorno del Salone di Ginevra dopo la pandemia

Il Salone di Ginevra si prepara a fare ritorno dopo quattro edizioni saltate. Dopo l’annullamento dell’evento nel 2020 a causa della pandemia e i successivi tentativi falliti di organizzare l’evento tra il 2021 e il 2023, la kermesse elvetica ritorna con un formato completamente rinnovato.

Le date fatidiche sono dal 26 febbraio al 3 marzo 2024.
Il direttore generale di GIMS, Sandro Mesquita, ha dichiarato che l’edizione del 2024 si concentrerà sul contenimento dei costi, rendendo la partecipazione più accessibile sia per le aziende che per gli spettatori. Gli spazi espositivi prefabbricati e pre-allestiti, con la possibilità di variazioni esclusive del colore, sono alcune delle soluzioni proposte per raggiungere questo obiettivo. Inoltre, verrà stabilito anche un tetto massimo di prezzi per quanto concerne gli alloggi per chi parteciperà, per evitare odiose speculazioni.

Chi, anche in questa prestigiosa occasione, vuol viaggiare e spostarsi con maggiore tranquillità può scaricare sul proprio cellulare un’app dedicata ai servizi di mobilità per poter usufruire ovunque di tutti i servizi più importanti.

Salone di Ginevra 2024: gli espositori

Per quanto riguarda gli espositori, Renault è stata la prima a confermare ufficialmente la sua partecipazione, presentando la versione di serie della Renault 5, l’automobile elettrica, grande novità del piano di rilancio voluto dall’amministratore delegato Luca De Meo.

Si prevede la partecipazione di 30/40 marchi, con una forte rappresentanza delle case automobilistiche cinesi. Tuttavia, notizie meno positive riguardano l’assenza confermata dei alcuni marchi tra cui BMW, Mercedes, Volkswagen, Lamborghini, Audi, Mini, Porche, Bentley, Seat, Skoda e Smart.

Inoltre, anche la casa automobilistica Hyundai, originariamente prevista tra i partecipanti, ha recentemente annunciato la sua assenza, mentre Stellantis non ha ancora confermato la sua presenza. Tuttavia, considerando le tendenze passate, sembra improbabile che il gruppo guidato da Carlos Tavares parteciperà al Salone di Ginevra 2024.