È stato un giugno davvero da record per il mercato delle auto elettriche in Italia, anche grazie agli ultimi incentivi governativi, andati “a ruba” in pochissime ore. In testa alle vendite c’è Tesla, che conquista il 40% del totale.

La mobilità elettrica continua a crescere anche nel nostro Paese. Negli ultimi mesi c’erano stati alcun dubbi sulla fiducia degli italiani nei confronti delle auto elettriche, con marzo che aveva registrato una quota di mercato solo del 3,3%.

Ma il mese di giugno potrebbe aver segnato un punto di svolta per il settore, che proprio lo scorso mese ha beneficiato d’importanti incentivi governativi.

Vediamo tutti i dettagli.

Auto elettriche in Italia: i dati delle vendite

Stando alle stime iniziali, nel mese di giugno la quota di auto elettriche vendute in Italia ha raggiunto il livello storico del 10%, mai registrato prima d’ora. È stato Roland Pircher, un analista specializzato nei dati di vendita di Tesla, a fornire questi interessanti dati, specificando che un’auto venduta su dieci era dotata di motore elettrico, con una percentuale esatta del 9,8%.

Sempre Pircher ha analizzato in dettaglio le vendite di Tesla, segnalando che delle 14.000 auto elettriche vendute in Italia a giugno, almeno 5.500 erano Tesla, pari al 40% del totale. Un dato che evidenzia il fascino che la casa automobilistica americana di Elon Musk ha sul mercato italiano.

Queste previsioni, se confermate dai dati ufficiali, potrebbero rivelarsi un problema per i produttori e le case automobilistiche italiane. Il Governo prende tempo sulla possibilità di nuovi incentivi per il timore che i fondi finiscano per avvantaggiare soprattutto costruttori con produzione estera, come Tesla e i grandi marchi cinesi. Quest’ultimi già nell’occhio del ciclone per via dei dazi voluti dall’Unione Europea.

Il successo degli incentivi auto per la crescita del settore

L’analisi di Roland Pircher evidenzia quanto abbiano pesato, su questi risultati, gli incentivi proposti. I fondi per l’acquisto di vetture con emissioni di CO2 tra 0 e 20 g/km si sono esauriti in appena 9 ore dall’apertura, grazie anche agli sconti disponibili per la rottamazione e per chi ha un reddito ISEE inferiore a 30.000 euro

L’ecobonus, dunque, si è rivelato fondamentale per aumentare la quota di mercato delle auto elettriche in Italia. Confrontando i dati di vendita di marzo e aprile, dove le percentuali erano rispettivamente del 3,3% e del 2,2%, con quelli di giugno, si nota infatti una crescita significativa.