I prezzi delle auto elettriche stanno subendo un evidente calo in tutta Europa, Italia compresa. Emblematica la nuova direzione di Volkswagen.

Uno dei fattori che spesso scoraggiano l’acquisto di auto elettriche è il loro prezzo, mediamente più alto dei modelli a motore a combustione. Tuttavia, le cose stanno cambiando: dopo l’abbassamento dei prezzi di Tesla nel 2023, nei prossimi mesi dovremmo assistere ad una notevole riduzione dei costi anche da parte di altri operatori. Tra le case automobilistiche più importanti, Volkswagen ha deciso di invertire la rotta per la sua serie di veicoli elettrici ID in Europa, inclusa l’Italia. Andiamo a scoprire maggiori dettagli.

Volkswagen indica la via: i modelli elettrici costano meno

Tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio, l’azienda tedesca ha abbassato i costi e introdotto nuove configurazioni in vari paesi europei, come Francia, Belgio e Norvegia. A partire dal 3 gennaio, anche in Italia sono state apportate modifiche ai prezzi e alle dotazioni. Ad esempio, la versione Pro Edition Plus per i modelli ID.3, ID.4 e ID.5 viene venduta a un prezzo superiore di 1.000 euro rispetto alla versione Pro. Include però equipaggiamenti standard del valore di 9.800 euro, risultando un vantaggio per il cliente di 8.800 euro.

Per quanto riguarda il nuovo modello ID.7, la Pro Edition Plus diventa la versione base e ha un costo inferiore di 1.300 euro rispetto alla Pro. Viene dotata però di equipaggiamenti aggiuntivi del valore di 6.350 euro, che si traduce in una riduzione di 7.650 euro per il cliente. Questi aggiustamenti dei prezzi sono stati una sorpresa, dato che l’anno scorso il CEO di VW, Oliver Blume, aveva affermato che la marca non avrebbe partecipato alla guerra dei prezzi in Europa, scatenata a livello globale da Tesla.

Tuttavia, il calo significativo delle vendite di auto elettriche, dovuto principalmente ai prezzi elevati, ha spinto Volkswagen a rivedere le sue strategie. La compagnia, come altri produttori, aveva iniziato riducendo la produzione e i contratti a termine nello stabilimento di Zwickau, dove vengono prodotti i modelli elettrici ID.3, ID.4, ID.5, Audi Q4-E-tron e Cupra Born. Il passo successivo è stato quello di rivedere i listini in considerazione degli incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici nei vari paesi, che hanno subito importanti riduzioni.

I prezzi scendono in tutta Europa

In Germania, il più grande mercato europeo, l’azienda sta offrendo incentivi specifici per i propri veicoli elettrici. Così, l’ID.3 ora parte da 39.995 euro, un prezzo inferiore rispetto a quello introdotto all’inizio dell’anno scorso con il restyling del modello. Per altri modelli ID più costosi, gli sconti arrivano fino a 7.735 euro.

In Francia, i nuovi prezzi e i due nuovi livelli di allestimento (ID e Life Max) permettono a quasi tutte le versioni della berlina compatta ID.3 e dei SUV ID.4 e ID.5 di rientrare nei requisiti per gli incentivi governativi per i veicoli elettrici, che variano da 5.000 a 7.000 euro nel 2024. La VW ID.3 Pro con batteria da 58 kWh è ora disponibile nell’allestimento ID a 39.990 euro; con batteria da 77 kWh a 44.310 euro. La versione precedente più economica era la Pro Performance, a 42.990 euro. Anche in Belgio ci sono prezzi scontati, con l’ID.3 offerta a 39.990 euro e l’ID.4 a 39.649 euro.

In Norvegia, dove l’82% delle vendite di auto sono elettriche, VW ha abbassato i prezzi per essere più competitiva. L’ID.3 a 358.000 corone norvegesi (31.700 euro) rispetto alle oltre 500.000 corone del passato, mentre l’ID.4 parte da 413.000 corone (36.400 euro).

Questo riallineamento dei prezzi potrebbe aiutare VW a recuperare posizioni con la sua ID.3, che da gennaio a novembre in Europa era scesa al sesto posto con 58.786 unità, superata dalla MG4 cinese (63.090) e dalla Skoda Enyaq (60.406) secondo i dati di immatricolazione di Dataforce.