Senza assicurazione il 5,6% dei veicoli in circolazione. Questo il dato che emerge dalla conferenza stampa di Plate Check. Cosa rischia chi guida un veicolo non coperto?

Tre milioni: è l’altissimo numero di veicoli attualmente in circolazione senza assicurazione. Il dato è emerso durante la conferenza stampa del progetto Plate Check dell’ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative) e della Polizia di Stato.

Come spiega il segretario generale di ANIA, Umberto Guidoni, la stima è attendibile perché esclude dal conteggio i mezzi soggetti a depositi giudiziari e anche quelli ma immatricolati che, finora, non erano soggetti ad obbligo assicurativo perché fermi in aree private (dal 23 dicembre 2023 è entrata in vigore la nuova normativa che prevede l’assicurazione anche per le auto ferme).

Ma a mancare non è solo l’assicurazione: su più di 3 milioni di veicoli controllati dalla Polizia stradale durante il periodo che va da gennaio a novembre 2023, l’8,79% di questi sono risultati privi di revisione.

Veicolo non assicurato: le conseguenze

Per chi circola con un veicolo non assicurato sono previste delle sanzioni piuttosto pesanti. L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce che gli agenti di Polizia stradale possono imporre una multa che parte da 866 € e può arrivare a 3464 €.

Non solo: oltre alla sanzione amministrativa, è previsto l’obbligo di interrompere immediatamente la circolazione su strada del veicolo. Il mezzo viene poi sequestrato e collocato in un luogo non accessibile al pubblico, designato dall’organo di accertamento o, in alcuni casi, concordato con il conducente.

Come avviene per altri tipi di sanzioni amministrative, anche in questo caso è possibile dimezzare l’importo se lo si salda regolarmente entro 15 giorni dalla scadenza prevista dall’articolo 1901 del Codice Civile (entro quindi 15 giorni dalla fine del periodo di tolleranza).

Questa riduzione si applica anche se il proprietario, a 30 giorni dall’accertamento della violazione, procede alla demolizione e alle formalità di radiazione del veicolo.

Le sanzioni per i recidivi

Non assicurare il proprio veicolo ha delle conseguenze pesanti, come abbiamo visto; essere trovati, per la seconda volta, in due anni, ancora senza assicurazione, è ben peggio.

La sanzione prevista per i recidivi raddoppia: parliamo di un importo che va dai 1732 € ai 6928 €. A ciò si aggiunge anche la sospensione della patente, che varia da uno a due mesi.

Nel caso in cui il pagamento della sanzione in misura ridotta avvenga insieme al versamento del premio di assicurazione per almeno sei mesi, il veicolo non viene restituito immediatamente, ma è soggetto al fermo amministrativo, che perdura per 45 giorni (a partire dal giorno del pagamento della sanzione). La restituzione del veicolo è, comunque, subordinata al pagamento delle spese di prelievo e custodia sostenute per il sequestro del mezzo e per il successivo fermo.