Le auto elettriche possono subire significative perdite di autonomia quando le temperature scendono. Il freddo, infatti, influenza diversi aspetti del funzionamento delle batterie.

L’autonomia delle auto elettriche varia da modello a modello (con un recente record di 99 ore segnato dalla vettura muc022). Tuttavia, quando arriva l’inverno, il freddo colpisce le prestazioni delle tutte le batterie in egual modo. Perché? E, soprattutto, cosa si può fare per limitare gli effetti negativi delle basse temperature e non ritrovarsi con la batteria a terra?

Perché il freddo è nemico dell’autonomia delle auto elettriche

Il freddo influenza le prestazioni delle batterie delle auto elettriche per diverse ragioni.

Per prima cosa, a basse temperature, la velocità delle reazioni chimiche all’interno delle batterie diminuisce. Questo rallentamento si ripercuote sulla capacità di generare elettricità, riducendo l’efficienza complessiva della batteria.

Il freddo, poi, causa un aumento della resistenza interna delle batterie che rende più difficile il flusso di corrente attraverso le stesse, riducendo così la loro capacità di erogare energia in modo efficiente. Anche la capacità di immagazzinare energia si riduce.

Inoltre, in condizioni estremamente fredde c’è anche il rischio che l’elettrolita all’interno delle batterie si congeli, danneggiando la struttura interna della batteria e compromettendo le prestazioni a lungo termine.

C’è poi da aggiungere che, quando fa più freddo, la densità dell’aria aumenta, aumentando la resistenza della stessa durante la guida e richiedendo quindi più energia al mezzo per muoversi.

Infine, alcuni veicoli elettrici sono dotati di sistemi di riscaldamento per mantenere la batteria a una temperatura ottimale. Tuttavia, l’uso di energia per il riscaldamento può ridurre l’autonomia delle auto elettriche in condizioni di freddo.

Come affrontare il freddo e proteggere la batteria dalle basse temperature

Ci sono alcune pratiche per limitare gli effetti del freddo sulla batteria e tutelare l’autonomia della tua auto elettrica anche durante la stagione fredda. Vediamole insieme.

Prestare attenzione alla manutenzione della batteria e del mezzo

Il primo passo è mantenere la batteria dell’auto elettrica carica. In inverno, è consigliabile effettuare la ricarica più frequentemente per garantire che la batteria sia sempre pronta all’uso e prevenire la riduzione temporanea della capacità a basse temperature.

In più, è importante mantenere la pressione degli pneumatici alla giusta misura, poiché pneumatici ben gonfi possono migliorare l’efficienza del veicolo durante la guida, riducendo i consumi e, quindi, mantenendo l’autonomia dell’auto elettrica.

Infine, è bene aggiornare regolarmente il software del veicolo. Talvolta, gli aggiornamenti software possono includere ottimizzazioni per migliorare le prestazioni in condizioni climatiche avverse.

Preservare il calore per conservare l’autonomia dell’auto elettrica

Se possibile, è meglio parcheggiare l’auto elettrica in un garage o in un luogo coperto per mantenere una temperatura più elevata attorno alla batteria.

Alcuni veicoli elettrici offrono sistemi di copertura termica per la batteria, che possono essere utilizzati quando l’auto è parcheggiata all’esterno per mantenere una temperatura ottimale e prevenire il freddo eccessivo.

Anche le coperture per il parabrezza sono utili a ridurre la dispersione di calore e mantenere l’abitacolo più caldo, contribuendo indirettamente a mantenere la batteria a una temperatura più favorevole.

Limitare l’uso del riscaldamento per evitare sprechi

Il riscaldamento dell’abitacolo può richiedere notevole energia dalla batteria. La scelta migliore è utilizzarlo poco o, se possibile, sfruttare funzionalità come i sedili riscaldati, che consumano meno energia rispetto al riscaldamento dell’intero abitacolo.

Un’altra soluzione è quella di utilizzare la funzione di pre-riscaldamento dell’auto, se disponibile. Questa opzione permette di riscaldare l’abitacolo e la batteria prima di partire, mentre l’auto è ancora collegata alla rete elettrica, riducendo così la necessità di utilizzare l’energia della batteria per il riscaldamento quando in viaggio.

L’impatto di una guida efficiente e consigli per le scelte d’acquisto

Adottare uno stile di guida più efficiente, evitando accelerazioni e decelerazioni brusche, aiuta a ridurre la richiesta di energia e massimizzare l’autonomia della batteria.

Se, invece, stai ancora considerando l’acquisto di un’auto elettrica, verifica se ci sono opzioni di batterie ad alte prestazioni progettate per resistere meglio alle basse temperature.

Infine, se scadenze e manutenzione dell’auto rappresentano per te una seccatura, prova il noleggio a lungo termine. A fronte di un canone mensile, potrai guidare un’auto perfetta, senza più alcuna preoccupazione.