Sono 15 i Comuni in Abruzzo cui sono state assegnate le Bandiere Blu 2024: tra questi, c’è una new entry rispetto alle 14 riconferme incassate dopo i riconoscimenti ottenuti già nel 2023. Si tratta di Ortona, sulla Costa dei Trabocchi.

L’Abruzzo scala così di una posizione e raggiunge il quinto posto nella classifica italiana della FEE, Foundation for Enviromental Education, che ogni anno premia a livello internazionale la certificazione di qualità ambientale delle località turistiche balneari, con il fine di promuovere una gestione sostenibile del territorio.

Le Bandiere Blu in Abruzzo: dove trovare spiagge pulite e servizi eccellenti

Se la qualità dell’acqua deve raggiungere un livello di eccellenza perché un Comune possa candidarsi a ottenere l’ambito titolo, ci sono anche altri criteri di valutazione di cui tenere conto, tra cui la depurazione delle acque reflue, la gestione dei rifiuti, il traffico in prossimità della spiaggia, la sicurezza, l’accessibilità e i servizi offerti sulla spiaggia stessa.

Dunque 15 spiagge abruzzesi hanno superato a pieni voti queste prove, migliorando la propria posizione rispetto allo scorso anno. Le località confermate sono Pescara, Francavilla, Fossacesia, Vasto, San Salvo, Pineto, Giulianova, Tortoreto, Silvi, Alba Adriatica, Martinsicuro, Scanno, Villalago e Roseto degli Abruzzi, cui si aggiunge quest’anno Ortona.

L’Abruzzo, tra l’altro, è l’unica Regione italiana, insieme al Lazio, che ha ottenuto le Bandiere Blu non solo per le spiagge marine ma anche per quelle lacustri, ossia quella del lago di Scanno e quella di Villalago, sul lago di San Domenico.

Tra tutte le località eccezionali premiate, ne abbiamo scelte cinque tra le più belle dell’Abruzzo.

Martinsicuro, la spiaggia di Villa Rossa

Borgo marittimo sul litorale Nord dell’Abruzzo, non distante dalla più nota San Benedetto del Tronto, nelle Marche, a Martinsicuro ci sono suggestive dune sabbiose, stabilimenti balneari attrezzati per ogni esigenza e un lungomare ricco di negozi e locali. La sua splendida costa è caratterizzata da un mare cristallino tra i più limpidi dell’Adriatico. Oltre al grazioso centro storico dominato da una torre cinquecentesca, Martinsicuro offre agli amanti del mare l’opportunità di praticare sport acquatici in acque calme e poco profonde, mentre gli appassionati di cicloturismo possono godere di suggestive percorsi costieri su una vista mozzafiato.

Punta Penna a Vasto, un’oasi di tranquillità

Immersa nella Riserva Naturale di Punta Aderci, a Nord di Vasto e sulla Costa dei Trabocchi, si snoda la splendida spiaggia di Punta Penna, un eden di 5 chilometri di sabbia dorata tra la vegetazione rigogliosa e incontaminata dove rifugiarsi dal caos. Lontana dal frastuono del mondo civilizzato, Punta Penna è perfetta per chi è in cerca di pace e tranquillità per rigenerarsi a contatto con la natura.

Pineto, nell’area marina protetta

Il mare limpido di Pineto, che vanta anche la Bandiera Verde, è abbracciato da una rigogliosa pineta all’interno dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, unico parco marino della regione, ed è un ottimo punto di partenza per esplorare le meraviglie dell’Abruzzo. Da qui infatti brevi gite in auto conducono alla scoperta dell’antica Atri, borgo rinomato per la produzione di liquirizia e per l’Oasi WWF Calanchi di Atri. Da qui gli appassionati di trekking possono partire per avventurarsi nel Parco Nazionale del Gran Sasso, nel Parco Nazionale della Majella o nel Parco Nazionale d’Abruzzo, tra le riserve nazionali più belle d’Italia.

Scanno, il lago a forma di cuore

A Nord del Parco Nazionale d’Abruzzo, circondato da montagne rocciose e foreste rigogliose, c’è il Lago di Scanno, il più grande specchio d’acqua della Regione. Si trova nella spettacolare Gola del Sagittario, al fondo di un percorso che si arrampica tra panorami meravigliosi per arrivare sulle sue acque turchesi. A pochi passi dal lago il borgo di Scanno conserva un’identità montana autentica. Circondato dalle foreste appenniniche e affacciato sulla suggestiva Valle del Sagittario, il borgo è caratterizzato da un centro storico ricco di vicoli, strade acciottolate, antiche case in pietra e numerose chiesette, in un’atmosfera davvero speciale.

La nuova Bandiera Blu: il borgo di Ortona, sulla Costa dei Trabocchi

Ortona è un vivace borgo tra Pescara e Francavilla al Mare, sulla Costa dei Trabocchi, dove si trova una delle più suggestive ciclovie in Italia, la Pista dei Trabocchi, un percorso di 42 chilometri nato sulle tracce dei binari dell’ex ferrovia adriatica.

Fondata nel IV secolo a.C. come porto commerciale, Ortona ha subito diverse dominazioni, dai Romani ai Normanni, fino alle aspre battaglie della Seconda Guerra Mondiale. Ricostruita dopo il conflitto, il borgo oggi conserva il centro storico medievale, tra vicoli pittoreschi e palazzi antichi. Qui c’è il Castello Aragonese, del XV secolo, che offre una vista spettacolare sulla costa, e la Cattedrale di San Tommaso Apostolo, che custodisce le reliquie del Santo Patrono. Da non perdere Palazzo Farnese, del XVI secolo, oggi sede del Museo d’Arte Contemporanea e della Pinacoteca Cascella.

Il litorale di Ortona, lungo circa 20 km, offre spiagge sabbiose attrezzate ed accessibili, calette incontaminate e falesie a picco sul mare, in particolare Lido Riccio, Punta Ferruccio, Lido Saraceni e Punta dell’Acquabella, che si trova all’interno della Riserva Naturale omonima, con acque cristalline e panorami mozzafiato. La Passeggiata Orientale infine è un suggestivo percorso sul lungomare che regala viste incantevoli sulla costa. Il percorso raggiunge il Castello Aragonese, che si trova in quota.

Come raggiungere Ortona in Abruzzo

Il modo più comodo e pratico per raggiungere Ortona è in auto oppure in treno.

In auto:

  • Da Nord: percorri l’autostrada A14 e prendi l’uscita Ortona. Prosegui sulla SS 538 Marruccina in direzione Ortona;
  • Da Pescara: prendi la SS 16 in direzione Chieti, esci a Foggia-Chieti e prosegui sulla Strada Statale Tangenziale di Pescara/SS714 verso Chieti;
  • Da Roma: prendi l’autostrada A24 e poi la A14 fino all’uscita Ortona. Imbocca la SS 538 per raggiungere la città.

Se sei in treno, la stazione di Ortona è collegata con le principali città abruzzesi, come Pescara, Francavilla al Mare e Vasto.

Se hai prenotato un volo in app, l’aeroporto più vicino è quello di Pescara, a meno di 30 km da Ortona, ma non c’è un collegamento diretto con il borgo. Per raggiungere Ortona dall’aeroporto, devi prendere un autobus per la stazione ferroviaria di Pescara e proseguire in treno.