Spirito olimpico, De Coubertin, partecipazione e fratellanza. Nasce sotto i migliori auspici l’avventura olimpica azzurra. Casa Italia a Parigi 2024 è in una splendida villa dove fu sancito l’inizio dei Giochi Moderni. Nei suoi spazi artisti, architetti e arredatori hanno realizzato un ambiente speciale per i nostri atleti, giornalisti, ospiti e tutto il personale della spedizione a Cinque Cerchi.

Gli Azzurri alle Olimpiadi 2024 sono ospiti della storia dei Giochi: Casa Italia a Parigi sarà, infatti, allestita a Le Pré Catelan, una costruzione in stile Napoleone III immersa nel parco Bois de Boulogne, non distante dall’Arco di Trionfo e, proseguendo, dagli Champs Élysées. L’edificio, inaugurato nel 1856, ha ospitato la cena voluta dal barone Pierre de Coubertin che celebrò la nascita dei Giochi Olimpici moderni il 23 giugno 1894.

Con il più profondo spirito olimpico, quindi, la spedizione azzurra vivrà l’esperienza dei XXXIII Giochi Olimpici a Parigi, dal 26 luglio all’11 agosto 2024 dentro uno spazio accogliente, storico e con un’atmosfera magica. La speranza è che si riempia di tante medaglie, visto che quella francese si preannuncia come un’edizione che potrebbe rivelarsi molto ricca a livello di successi e piazzamenti di prestigio per l’Italia.

Il tema di Casa Italia: Ensemble

Casa Italia Parigi 2024 – Gli spazi all’aperto (render)

Come per ogni edizione dei Giochi estivi e invernali, anche Casa Italia a Parigi 2024 ha un tema portante. Il concetto della fratellanza è centrale nello spirito Olimpico e vitale in un’epoca complicata. La fratellanza implica collaborazione e costruzione comune, celebrando l’identità italiana, risultato di secoli di incontri e scambi culturali.

Per questa ragione il progetto di Casa Italia Parigi 2024 si basa sul concetto di Ensemble, evoluzione di un percorso iniziato a Rio de Janeiro 2016 con Horizontal, proseguito a PyeongChang 2018 con Prospectum, Tokyo 2020 con Mirabilia e Beijing 2022 con Millium. Se Ensemble richiama armonia e consonanza, il sottotema degli intrecci, presente anche nei Cinque Cerchi, ritorna nella composizione di spazi e ambienti.

La sostenibilità di Casa Italia

Casa Italia Parigi 2024 – Un allestimento sostenibile

Grande attenzione è stata posta alla sostenibilità ambientale, con l’uso predominante di tessuti naturali e riciclati per ridurre le emissioni di CO2. Gli arredi di design italiano, sostenibili e destinati a durare nel tempo, hanno una sensibilità ecologica attraverso materiali come legno, terracotta, lava smaltata e plastica riciclata. La sala stampa dedicata ai giornalisti è ad impatto zero grazie a un protocollo realizzato con il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e il supporto di Federlegno.

Il Medagliere olimpico a Casa Italia

Tutti sperano che la raccolta di medaglie olimpiche sia particolarmente ricca. In effetti i presupposti, e le proiezioni, raccontano di uno scenario da sogno tutto da costruire nei giorni di gara. Nel frattempo, all’interno di Casa Italia a Parigi, è stato deciso che il medagliere olimpico sarà esposto in una stanza decorata con un arazzo di Giovanni Bonotto, che celebra la varietà culturale italiana.

Un’opera luminosa di Marinella Senatore, We Rise by Lifting Others, illuminerà l’ingresso. La Galleria accoglierà opere di artisti come Vincenzo Agnetti e Julie Polidoro, celebrando lo spirito olimpico e l’unità fra i Paesi.

Il paesaggio come fil rouge dell’allestimento

Luci, allestimenti e natura a Casa Italia Parigi 2024

Il percorso dentro Le Pré Catelan è scenografico ed emozionale: a Casa Italia a Parigi 2024 natura, arte, architettura, design d’arredo e della luce dialogano tra loro. Il giardino è rivisitato con essenze del paesaggio italiano, e le opere d’arte e il design creeranno uno spazio ispirato alla tradizione italiana. Le opere di 19 artisti contemporanei e le creazioni di 28 designer di fama internazionale arricchiranno questo ambiente.

Il progetto architettonico si fonda sull’interazione tra nuovo ed esistente, tra l’artificio creativo e la meraviglia della natura. Casa Italia è concepita come una serie di stanze nelle stanze, con ambienti ottocenteschi del Pré Catelan arricchiti da tessuti semi-trasparenti, in un processo di valorizzazione reciproca, che si rifletterà anche negli spazi esterni.

Il percorso espositivo inizia all’esterno con una copia della scritta Italia del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia, proseguendo con l’opera Sacral di Edoardo Tresoldi. Un viale alberato conduce allo spazio antistante a Le Pré Catelan, configurato come una Piazza Italiana simbolica, con padiglioni dedicati alla Media Factory e al bistrò. La facciata dell’edificio principale ospiterà un’opera site-specific di Agostino Iacurci, intitolata Ensemble, reinterpretazione del Tricolore.

Celebration Room a Casa Italia

La celebration Room di Casa Italia

Cuore di Casa Italia, situata al centro della Galleria e circondata da opere d’arte, sarà la Celebration Room: un cilindro che funge da vero e proprio epicentro di Le Pré Catelan per celebrare lo sport, l’Italia e le sue medaglie. All’interno, lo spazio è circondato da schermi ed è concepito come un anfiteatro contemporaneo, dove la celebrazione degli atleti scandisce la giornata. Negli altri momenti, diventa uno spazio di rappresentazione dell’eccellenza italiana in tutte le sue forme, con opere d’arte digitali, immagini dei paesaggi nostrani e contenuti multimediali, che celebrano l’Italia.

Come raggiungere Casa Italia

Le Pré Catelan che ospita Casa Italia a Parigi è un ristorante che ha ottenuto il riconoscimento prestigiosissimo delle Tre Stelle Michelin. Situato nel cuore del polmone verde parigino di Bois de Bolougne, dispone di diverse sale che possono ospitare eventi pubblici e privati. Per raggiungerlo proveniendo dal centro città, la fermata più prossima della metro è quella di Avenue Henry Martin. Attenzione: i prezzi dei biglietti dei trasporti dal 20 luglio all’8 settembre aumentano ed è stato realizzato per il periodo olimpico il Pass Paris 2024, per viaggiare a Parigi e nell’Ile-de-France.

Molto piacevole è arrivare alla villa con le biciclette di Vélib Métropole (ex Velib), il servizio di noleggio o bike sharing attivo dal 2007 nella città di Parigi che può essere utilizzando da residenti e turisti che dispone di migliaia di bici, anche elettriche.