Il bonus bici 2024 è un contributo economico che ha l’obiettivo di stimolare uno stile di vita più attivo per i cittadini e di salvaguardare l’ambiente. Ecco come ottenerlo e a chi spetta.

La Regione Emilia-Romagna ha lanciato un’importante iniziativa per l’anno 2024 denominata bonus bici, allo scopo di promuovere la mobilità sostenibile e incoraggiare l’uso di mezzi di trasporto ecologici. Questo programma offre un incentivo finanziario significativo a chi decide di investire in una nuova bicicletta, con l’intento di ridurre l’inquinamento atmosferico e stimolare uno stile di vita più attivo e salutare tra i cittadini. Andiamo a scoprire maggiori dettagli.

Noleggiare una e-bike nelle principali città italiane:
leggi le guide di Moveo


Bonus Bici 2024: come funziona e a chi spetta

Gli incentivi previsti dalla Regione Emilia Romagna variano a seconda del tipo di bicicletta acquistata: chi sceglie una bicicletta a pedalata assistita può beneficiare di un aiuto fino a 500 euro, mentre per l’acquisto di una cargo bike a pedalata assistita, il bonus arriva fino a 1.000 euro. Queste misure rappresentano una risposta concreta alla necessità di ridurre le emissioni di gas serra, contribuendo significativamente alla lotta contro l’inquinamento e al miglioramento della qualità dell’aria nelle aree urbane.

Per essere idonei a ricevere il bonus, gli acquisti devono essere effettuati entro il periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2024. Il contributo è pensato per coprire fino al 50% del costo totale della bicicletta, rendendo l’opzione di passare a un mezzo di trasporto più sostenibile più accessibile per un maggior numero di persone.

Possono richiederlo gli abitanti dei 207 Comuni che si confrontano maggiormente con il problema del superamento dei limiti di inquinamento.

Noleggiare una e-bike nelle principali città italiane:
leggi le guide di Moveo


Le modalità di presentazione della domanda

Gli interessati devono essere in possesso di alcuni documenti specifici al momento della richiesta. È necessario essere titolari della fattura o della ricevuta fiscale che attesti l’acquisto della bicicletta, oltre a possedere un conto corrente bancario su cui verrà accreditato il contributo.

La procedura di richiesta del bonus è interamente digitale, richiedendo agli utenti di presentare la domanda tramite il portale dedicato, utilizzando strumenti di identità digitale come SPID di livello 2, la Carta d’Identità Elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS), fino alle ore 12 del 31 dicembre 2024.

Per completare la domanda, è necessario allegare una serie di documentazioni, ovvero:

  • marca da bollo da 16 euro;
  • fattura o ricevuta che dimostri la spesa sostenuta (deve riportare la dicitura specifica “Programma di finanziamento per il miglioramento della qualità dell’aria nel territorio delle Regioni del Bacino Padano, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e Regione Emilia-Romagna”);
  • codice fiscale del richiedente;
  • marchio e modello della bicicletta;
  • prezzo finale (escludendo spese accessorie e di trasporto);
  • dichiarazione di conformità all’art. 50 del Codice della Strada
  • quietanza di pagamento con firma e timbro del venditore o documentazione bancaria che attesti l’acquisto.

A partire dal 2024 è stata introdotta un’ulteriore novità: sulla fattura di vendita deve essere indicato il numero di telaio della bicicletta acquistata. Questo requisito aggiuntivo ha lo scopo di garantire una maggiore tracciabilità dei mezzi incentivati. Inoltre, qualora il beneficiario dovesse sostituire il mezzo per cui ha ricevuto il contributo, è tenuto a informare la Regione inviando una documentazione specifica che attesti la sostituzione del mezzo e il nuovo numero di telaio, tramite l’apposita casella di posta elettronica bandobici@regione.emilia-romagna.it.