Il periodo delle festività è il momento migliore per regalarsi un viaggio e respirare fino in fondo la magica atmosfera delle cittadine più caratteristiche del nostro Paese, dove panorami fiabeschi, antiche tradizioni e profumi della cucina tipica si fondono in un’esperienza indimenticabile e di grande suggestione. In Italia non mancano borghi natalizi che regalano emozioni e scenari da cartolina, dove si può vivere l’avvento in un’atmosfera di pace e autenticità, aspettando il Natale lontani dal caos della città e dalle luci sfavillanti dei centri commerciali. Scopri insieme a noi quali sono i borghi natalizi da visitare almeno una volta nella vita per ritrovare il senso di questa festa così speciale.

Alla scoperta dei borghi natalizi in Italia

In questi giorni si comincia a respirare l’aria di Natale, e in tantissimi sono alla ricerca di luoghi dove poter vivere al meglio lo spirito delle festività. Da nord a sud della Penisola, non mancano paesi che in questo periodo si accendono di luci, musica e colori natalizi, attirando turisti da ogni parte d’Italia e del mondo alla ricerca di un’esperienza autentica e suggestiva.
Non tutti però amano la folla e il trambusto dei grandi centri, che spesso rendono difficile godere appieno del tempo trascorso insieme ai propri cari, o le piste da sci affollate e il caos delle località più famose. Ecco perché, per un’alternativa diversa e più intima, i borghi natalizi in Italia sono ciò che fa al caso tuo se quello che stai cercando è un angolo di tranquillità dove abbandonarti a momenti di grande serenità e pace.

Questi piccoli gioielli intrisi di storia e tradizione, arroccati su colline, circondati dalle montagne o affacciati sul mare, sono come una finestra sul passato che si apre davanti ai nostri occhi, dove le stradine lastricate, le case in pietra, le piazze adornate di luci e addobbi natalizi, le varie botteghe artigiane e i mercatini di Natale creano un’atmosfera che ricorda fiabe antiche e senza tempo, in grado di farci dimenticare la frenesia che scandisce le nostre giornate.

I borghi natalizi conservano intatte le tradizioni locali, simbolo di uno stile di vita semplice e autentico che ci riporta alle nostre radici e ci fa riscoprire il valore dei piccoli gesti quotidiani. Visitando questi luoghi ricchi di fascino e poesia, avrai la sensazione di essere tornato bambino e non potrai che sentirti parte di una grande famiglia che celebra la gioia del Natale insieme.
Inoltre, passeggiando tra le vie dei borghi natalizi potrai assaporare i profumi e i sapori della cucina locale, assistere a spettacoli e manifestazioni che animano ogni angolo di questi incantevoli paesi e sbirciare tra le bancarelle di prodotti artigianali e gastronomici perfetti per i regali da mettere sotto l’albero. Insomma, un’esperienza a tutto tondo che lascerà un segno indelebile nel tuo cuore e nella tua memoria.

Borgo di Petralia Sottana

I borghi natalizi più belli d'Italia: Petralia Sottana

Cominciamo il nostro viaggio da Petralia Sottana uno dei borghi natalizi della Sicilia, destinazione che in genere tendiamo ad associare alle vacanze estive ma che merita di essere visitata anche in questo periodo dell’anno.
Il piccolo paese di Petralia Sottana si trova all’interno del Parco regionale delle Madonie e fa parte del circuito Bandiera arancione, il riconoscimento del Touring Club Italiano assegnato ai piccoli comuni dell’entroterra che si distinguono per la loro offerta turistica di qualità. I luoghi di maggiore interesse a Petralia Sottana sono la Basilica di Maria Santissima Assunta, detta anche Madrice o Chiesa madre, che sorge nell’antico quartiere della Pusterna affacciata su piazza Umberto, e il Museo Civico “Antonio Collisani”, ospitato nell’antico carcere, sito al centro del paese in corso Paolo Agliata 100, costituito dalla sezione geologica Geopark Madonie Giuseppe Torre e dalla sezione archeologica Collezione Collisani. Durante il periodo natalizio, inoltre, nella Chiesa del Monte di Pietà puoi visitare il Petralium in Praesepio, l’originale presepe che riproduce fedelmente scorci e monumenti di Petralia Sottana, frutto di un paziente e certosino lavoro di arte e maestria artigiana che riproduce in scala non solo i monumenti del borgo, ma anche gli angoli più suggestivi e caratteristici che lo rendono unico. L’allestimento di questa Petralia in miniatura occupa ben 100 metri quadrati di allestimento e ti trasporterà in un mondo incantato dove il Natale è vissuto con grande passione e cura dei dettagli.
In più, come vuole la tradizione, nei giorni di Natale a rendere ancora più magica l’atmosfera ci saranno I Zampognari di Pitralia che riempiranno le strade del borgo con il caratteristico suono delle piffere e delle ciaramelle (zampogne in pelle di pecora).

Borgo di Civitella Alfedena

I borghi natalizi più belli d'Italia: Civitella Alfedena

Lasciamo la Sicilia per l’Abruzzo e ci spostiamo in provincia dell’Aquila a Civitella Alfedena, un borgo arroccato su uno sperone roccioso che domina la sponda meridionale del lago di Barrea, ed è anche il più piccolo paese del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.
Tra le strette strade e vie del suo grazioso centro storico, si possono ammirare palazzetti di epoca seicentesca e settecentesca, oltre alla piccola chiesa di San Nicola risalente al XVII secolo. Nella parte alta del paese si trova, invece, l’area faunistica della Lince, una delle più importanti attrazioni della zona, particolarmente amata da famiglie, fotografi e zoologi, mentre sulla collina di fronte al paese sorge il Centro visite del Parco, con il Museo e l’area faunistica del Lupo.
Una visita a Civitella Alfedena durante le festività natalizie è l’occasione per vedere il borgo trasformarsi in un vero e proprio presepe che ti lascerà senza fiato. Infatti, grazie all’evento Presepe al Borgo, negli angoli più suggestivi del paese vengono ricostruite scene di vita quotidiana, tra antichi mestieri e tradizioni tipiche, fino a formare un percorso che porta alla grotta della Natività. Si tratta di una ricostruzione in cartapesta a grandezza naturale, con oltre 200 statue e un’atmosfera arricchita da suoni, rumori e dialoghi in dialetto che rendono le scene ancora più realistiche e coinvolgenti, regalandoti la sensazione e l’emozione di trovarti all’interno di un vero presepe.

Borgo di Leonessa

I borghi natalizi più belli d'Italia: Leonessa

Salutiamo l’Abruzzo e ci dirigiamo verso il Lazio, in provincia di Rieti, per scoprire il borgo natalizio di Leonessa, località insignita della Bandiera arancione, come Petralia Sottana.
Fondato da Carlo I d’Angiò e nel 1278, il borgo di Leonessa divenne nel Cinquecento feudo di Margherita d’Austria e tra i punti di interesse maggiori del paese ti segnaliamo il Santuario di San Giuseppe da Leonessa, patrono del borgo, meraviglioso esempio di architettura barocca e con splendidi affreschi che abbelliscono l’interno dell’edificio, e i numerosi palazzi storici che si affacciano sulle vie del centro, come ad esempio Palazzo Ettorre, costruito tra il XVII e il XVIII secolo, che costituisce il più ampio tra i palazzi del paese. A guardia del borgo sorge, invece, la Torre Angioina, una maestosa opera poligonale, terminale delle antiche mura di cinta, che si si trova in posizione elevata e domina a circa 1200 metri l’abitato al quale è unita attraverso un sentiero percorribile a piedi.
Altri due luoghi imperdibili sono la Chiesa di San Pietro, con la facciata in pietra impreziosita da un portale rinascimentale, e la trecentesca Chiesa di San Francesco, nella quale si trova un suggestivo e monumentale presepe di terracotta policroma risalente al XVI secolo. Si tratta di un’opera di grande valore artistico e storico che nel 1997 è stata addirittura rappresentata nel francobollo di Natale.

Borgo di Genga

I borghi natalizi più belli d'Italia: Genga

Dall’Abruzzo alle Marche, facciamo tappa nel borgo di Genga, nella provincia di Ancona, centro termale, riserva naturalistica e zona di interesse speleo-carsico con le grotte di Frasassi, uno tra i più spettacolari complessi carsici del mondo.
Il borgo sorge sulla cima di un colle nell’alta valle dell’Esino ed è racchiuso tra le mura del castello medioevale, oltre ad essere circondato da fitti boschi che formano una cornice naturale di grande fascino. A poca distanza dalle grotte trovi i suggestivi Eremo di Santa Maria Infra Saxa – in passato convento di clausura, caratterizzato da un’architettura semplice, in pietra, con l’interno in parte scavato nella viva roccia – e il Tempio del Valadier, santuario ottagonale in stile neoclassico, incastonato fra le pareti rocciose della montagna e fatto costruire da Papa Leone XII.
Da non perdere anche la Chiesa di San Vittore delle Chiuse, tra i più importanti monumenti romanici delle Marche. Non si possono non citare anche le famose Terme di Frasassi, il luogo ideale per gli amanti del relax che vogliono coniugare una vacanza culturale e di scoperta con momenti di puro piacere per il corpo e la mente, e la vicina frazione di Pierosara, a cui è collegata una leggenda locale che ha come protagonisti due giovani amanti sfortunati di nome Piero e Sara.
Ma veniamo al motivo che fa di Genga un borgo natalizio imperdibile, capace di stupire grandi e piccini. Qui, ogni anno, in occasione delle festività viene organizzato il Presepe Vivente più grande del mondo. Quest’opera meravigliosa e di indubbio fascino coinvolge 300 figuranti e copre una superficie di circa 30.000 metri quadrati che si estendono all’interno della Gola del Frasassi fino al Tempio di Valadier, dando vita a uno spettacolo emozionante che ti lascerà senza parole.

Borgo di Sarteano

I borghi natalizi più belli d'Italia: Sarteano

Lasciamo le Marche per la Toscana e precisamente per il borgo di Sarteano, in provincia di Siena, un paese di importanza storica e naturalistica collocato tra la Val d’Orcia e la Val di Chiana e dominato dalla severa mole del castello quattrocentesco che si staglia sullo sfondo del massiccio del Monte Cetona.
Qui da non perdere ci sono il Museo Archeologico, al cui interno sono conservati numerosi reperti che risalgono all’epoca etrusca. In riferimento alla civiltà etrusca, non si può non citare una delle scoperte più importanti degli ultimi decenni fatta nel territorio di Sarteano, ovvero la Tomba Quadriglia Infernale, tra le più significative testimonianze della pittura parietale etrusca di IV sec. a. C. Naturalmente a Sarteno non mancano edifici religiosi di grande interesse e valore artistico, come la Collegiata di San Lorenzo, sita nel centro storico del paese, e palazzi storici molto belli che fanno di questo borgo un luogo davvero incantevole.
Passando al tema delle feste natalizie, qui vengono organizzate diverse iniziative, prima tra tutte i Presepi delle cinque contrade, tutti rigorosamente artigianali e realizzati da grandi e piccini, messi in mostra in cinque diverse sedi del centro storico del comune. Nel cuore del borgo si trova, inoltre, il museo dei Presepi dal Mondo, una collezione privata allestita in un ambiente suggestivo, dove sono esposti oltre 600 pezzi, mentre l’8 dicembre viene inaugurato L’Arte nella Natività, un percorso artistico di presepi d’autore in mostra per le vie del centro storico e visitabile fino al 6 gennaio. A rendere il percorso museale ancora più suggestivo contribuiscono le tante attività di contorno, come la casa di Babbo Natale, i mercatini, la mostra fotografica allestita al castello e il coro gospel.

Borgo di Casole d’Elsa

I borghi natalizi più belli d'Italia: Casole d'Elsa

Rimanendo sempre in Toscana, regione dove non mancano certo luoghi di rara bellezza e fascino, come il borgo di Casole d’Elsa, in provincia di Siena, nel quale si possono notare ancora oggi resti della cinta muraria, mentre nella bella piazza del paese sorge la canonica, importante edificio del XIV-XV secolo che ospita il Museo civico archeologico e della collegiata.
Qui è conservata una importante collezione d’arte sacra, con opere che coprono un arco di tempo che va dal Medioevo al Novecento, e una sezione archeologica che comprende interessanti reperti etruschi. Simbolo di questo piccolo paese toscano è il Palazzo Pretorio che presenta una caratteristica facciata ricca di stemmi, ma non mancano anche edifici religiosi di grande interesse, come l’affascinante Chiesa di San Niccolò , che sorge a poche centinaia di metri dal centro di Casole, e la bella Collegiata di Santa Maria Assunta, situata nel centro dell’abitato, al cui interno sono custodite numerose opere d’arte che meritano di essere ammirate.
Ma cosa rende Casole d’Elsa un borgo natalizio da visitare? Le festività natalizie sono celebrate con un ricco calendario di eventi che tutte le domeniche, a partire dal 26 novembre e fino al 7 gennaio, animano il borgo con gli immancabili mercatini, musica, degustazioni di prodotti tipici, il presepe vivente e tanto altro ancora. L’evento più atteso è senza dubbio Praesepium, il più grande spettacolo open air dedicato alla Natività, già premiato come migliore presepe vivente d’Italia: una grande manifestazione diffusa per le vie dell’antico borgo con il coinvolgimento di quasi 300 figuranti.

Borgo di Longiano

I borghi natalizi più belli d'Italia: Longiano

Anche l’Emilia Romagna non ha nulla da invidiare alle altre regioni in fatto di borghi natalizi che devi assolutamente visitare. In particolare, ti consigliamo di fare tappa a Longiano, in provincia di Forlì-Cesena, un paese immerso nella Valle del Rubicone, dove lo sguardo spazia dalle colline coltivate a vigneti, frutteti, uliveti fino al Mare Adriatico.
Il borgo di Longiano ti conquisterà con il suo bel centro storico – perfettamente conservato e con una doppia cinta muraria – con il Castello Malatestino (che oggi ospita la sede della Fondazione Tito Balestra, una delle raccolte d’arte moderna e contemporanea più ricche e importanti della Regione), con numerosi musei, con un teatro e chiese dal grande fascino storico e artistico, come il Santuario del SS. Crocifisso, neoclassico, edificato nella metà del XVIII secolo, e la Collegiata di San Cristoforo.
Se cerchi un’atmosfera natalizia unica, autentica e suggestiva, allora Longiano è la meta giusta per te. Qui dall’8 dicembre al 9 gennaio puoi ammirare i numerosi presepi collocati nelle piazza, nelle vie e negli angoli più caratteristi del centro storico medievale che danno vita ad un percorso unico, reso ancora più bello dalle luminarie natalizie, dalla musica, dall’animazione e dagli eventi correlati. Inoltre, per vivere appieno la magia della grande manifestazione Longiano dei Presepi, l’Ufficio Turistico organizza anche delle visite guidate.

Borgo di Fiumalbo

I borghi natalizi più belli d'Italia: Fiumalbo

Restiamo in Emilia Romagna, ma ci spostiamo nell’estremità meridionale della provincia di Modena, a Fiumalbo, tra i borghi più belli d’Italia che si trovano in questa regione e riconosciuto Città d’Arte per le sue ricchezze storico-artistiche.
Il paese di Fiumalbo è costruito su una vallata che scende dal crinale dell’Appennino tosco-emiliano, nel cuore del Parco Naturale del Frignano, e si estende dai 935 metri sul livello del mare del centro storico fino ai 2.165 metri del Monte Cimone. Gli appassionati di sci conoscono bene la località per le piste da sci del comprensorio sciistico del Cimone che con oltre 50 km di tracciati, rappresenta il circuito più grande nell’ Appennino Tosco-Emiliano. La località si trova, inoltre, a pochi chilometri dalle vette dell’Abetone, un’altra delle più rinomate stazioni sciistiche dell’Appennino.
Ma oltre agli sport invernali, ai paesaggi mozzafiato e ai vari monumenti, il borgo merita una visita anche in occasione delle festività natalizie perché qui puoi respirare un’atmosfera che non trovi altrove. Merito del Presepe Vivente che si snoda lungo le vie del paese, con gli abitanti che si trasformano in figuranti per rappresentare scene in cui rivivono i mestieri, le attività quotidiane e la vita di una volta. Il tutto illuminato solo da falò, ceri e fiaccole. Insomma, un’esperienza che non puoi perderti se vuoi vivere il Natale in un borgo incantato e ricco di storia.

Borgo di Toirano

I borghi natalizi più belli d'Italia: Toirano

Con Toirano ci spostiamo in Liguria, nella provincia di Savona, a pochi chilometri dal mare, in un borgo nato come insediamento romano e successivamente diventato un fortificazione bizantina di cui rimangono ancora oggi tracce di mura, torrioni, antiche case e logge medievali.
L’area più antica di questo suggestivo borgo è quella di Torracco, che conserva le sue costruzioni irregolari in pietra e calce, mentre sul versante Varatella si trova un ponte a tre arcate del XIV secolo. A circa un chilometro dal paese si trovano, invece, le Grotte di Toirano, una delle attrazioni turistiche più importanti dell’intera Liguria: si tratta di un complesso di ben 150 grotte che conservano resti preistorici. Tra i luoghi che non devi perdere per conoscere meglio la storia di Toirano ci sono la Chiesa parrocchiale di San Martino vescovo di Tours (che sorge nel centro storico del paese, con l’affascinante interno in stile barocco), l’Abbazia di San Pietro in Varatella (che sorge sulla sommità del monte Varatella) e il Santuario rupestre di Santa Lucia, presso la Grotta di Santa Lucia Superiore nel versante meridionale del monte San Pietro dei Monti.
In occasione del Natale, il borgo di Toirano si veste a festa e organizza la manifestazione, nata nel 1997, nota con il nome di Itinerario dei Presepi con circa 200 presepi esposti nei caruggi del borgo. L’evento richiama alla memoria la consuetudine devozionale toiranese di inizio Novecento di esporre il presepe domestico alla finestra o in un luogo prospiciente la strada. Inoltre nel Museo Etnografico della Val Varatella, che si occupa di sviluppare l’evento coinvolgendo sia gli abitanti del borgo che appassionati, artisti e associazioni, è visitabile una mostra, arricchita ogni anno con donazioni, che racconta il presepe popolare della tradizione ligure, con particolare riferimento all’artigianato d’epoca savonese.

Borgo di Levico Terme

I borghi natalizi più belli d'Italia: Levico Terme

Levico Terme si trova in Valsugana, nella provincia autonoma di Trento, e conserva ancora oggi un invidiabile fascino che rimanda alle atmosfere della Belle Epoque, quando i nobili provenienti da tutta Europa venivano a soggiornare qui per trarre beneficio dalle acque termali della zona. Il borgo è, infatti, noto per la sua vocazione termale, grazie alle proprietà delle sue sorgenti di acque arsenicali e ferruginose che da oltre 150 anni vengono utilizzate per fini curativi e riabilitativi.
Se visiti il borgo non lasciarti scappare l’occasione di fare una passeggiata nel Parco delle Terme, il grande giardino storico della provincia – dove la natura e il benessere si incontrano – che nel periodo natalizio ospita anche un bel mercatino di natale. Immerso in uno scenario da favola, il mercatino è l’occasione per scoprire le eccellenze dell’artigianato e della gastronomia. Un percorso che continua nelle vie del centro storico, con le botteghe dei maestri artigiani dove puoi acquistare prodotti tipici e originali, mentre ti godi le decorazioni natalizie e i giochi di luce degli addobbi.
Ma non è tutto, ci sono vari eventi da non perdere come la natività in piazza ed EncontrArte, l’appuntamento che ti permette di ammirare da vicino e dal vivo il lavoro di sapienti scultori impegnati nella realizzazione di statue a grandezza naturale. E ancora, intrattenimento musicale con la Christmas Band, la sfilata della Corte Asburgica e tante iniziative per i più piccoli che renderanno il tuo soggiorno ancora più magico e indimenticabile. Inoltre, se hai qualche giorno in più a disposizione e vuoi spingerti oltre i confini della provincia di Trento, ti consigliamo di fare un salto a Gardone Riviera, uno dei borghi più belli d’Italia, celebre per il Vittoriale degli Italiani, nonché uno dei borghi natalizi della Lombardia da visitare assolutamente, con calendario di eventi e iniziative dedicati al Natale.

Scopri i Borghi più belli d'Italia!
Leggi le guide di Moveo