La festa degli innamorati è alle porte ed anche quest’anno non sai come stupire la tua dolce metà? Se hai pensato ad un viaggio romantico, ecco una guida ai borghi in Italia da visitare in coppia a San Valentino, per una vacanza all’insegna dell’amore e del relax.

Borghi San Valentino: quali sono i più belli in Italia?

Manca poco al 14 febbraio e alla festa più romantica dell’anno e, puntale come sempre, il dilemma che affligge tanto le donne quanto gli uomini di ogni età è solo uno: cosa fare a San Valentino?
Una domanda all’apparenza semplice ma che nasconde in realtà mille risposte diverse, perché se è vero che non c’è un modo giusto per festeggiare l’amore, è altrettanto vero che ognuno di noi ha un concetto diverso di romanticismo e di sorpresa. Il più classico dei cliché vuole che San Valentino si debba celebrare con una cena romantica a lume di candela, possibilmente in un ristorante chic e di tendenza. Oppure, un altro must, è il regalo costoso e appariscente.
Ma c’è qualcosa di ancora più prezioso di un pasto gourmet o di un gioiello sfarzoso: il tempo che si trascorre insieme alla persona amata. Ecco perché un viaggio può essere la soluzione perfetta per festeggiare il giorno che celebra l’amore.

Non bisogna necessariamente prendere un aereo e atterrare su paradisiache isole tropicali per un 14 febbraio da favola: l’Italia è ricca di posti meravigliosi, romantici, capaci di far battere il cuore e di far sognare a occhi aperti.

Insomma, i borghi di San Valentino sono la meta ideale per concedersi una pausa e ritrovare la complicità e l’intimità di coppia che la vita di tutti i giorni, talvolta, mette a dura prova. Se vuoi scoprire quali sono i luoghi più romantici in Italia, continua a leggere la nostra guida e preparati a partire per una vacanza da sogno insieme alla persona che ami.

Gradara, nei luoghi di Paolo e Francesca

Viaggio San Valentino 2023 a Gradara

Quale momento migliore per visitare Gradara se non San Valentino? Inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia nelle Marche, questo suggestivo paesino medievale, che si trova a poca distanza da Pesaro, è noto per essere il luogo dove si consumò la tragica e passionale storia d’amore tra Paolo e Francesca, immortalata da Dante Alighieri nella Divina Commedia.
Ma non è solo il fascino storico e letterario a rendere Gradara un posto romantico: qui dal 14 al 18 febbraio, in occasione della Festa degli Innamorati, va in scena Gradara d’Amare. I romantici vicoli del borgo si vestono di simboli che celebrano l’amore; l’atmosfera si scalda alle fioche e delicate luci delle candele, e personaggi d’altri tempi narrano dell’amor cortese tra danze e musiche che celebrano il sentimento più puro di tutti.
Ci sono tour guidati su prenotazione che ti condurranno alla scoperta della storia e delle leggende che circondano Gradara, ma anche esperienze uniche e originali come il Selfie dell’Amore, un modo per fissare nel tempo il vostro amore attraverso una fotografia; l’Anagrafe degli Innamorati, un antico registro che – narra la leggenda – se firmato con sincerità rende eterno l’amore che lega due persone; e infine la Sublime Experience Gift, un’esperienza immersiva e davvero unica nel mondo dell’amore medievale e rinascimentale, comprensiva di cena romantica e set fotografico in abiti d’epoca.
E per rendere ancora più speciale il soggiorno a Gradara, non perdere l’occasione di visitare anche i suoi luoghi simbolo, in particolare la Rocca (tra le strutture medievali meglio conservate in Italia), il Museo Storico, che custodisce testimonianze di grande valore storico e artistico, il suggestivo percorso dei Camminamenti di RondaPalazzo Rubini Vesin con i suoi splendidi saloni decorati.

Borghetto sul Mincio e i nodi d’amore

I borghi più belli d'Italia in Veneto: Borghetto

Inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia in Veneto, Borghetto sul Mincio è un incantevole borgo medievale circondato dall’omonimo fiume e situato a pochi chilometri dal Lago di Garda, tra le mete preferite dagli innamorati. A voler essere precisi, Borghetto sul Mincio è una frazione di Valeggio sul Mincio, in provincia di Verona, e sorge nella valle del fiume Mincio, ai piedi del ponte visconteo, non lontano dal confine con la provincia di Mantova.
In questa pittoresca località, dove le case colorate, i mulini ancora in funzione e le viuzze acciottolate creano un’atmosfera fiabesca, la celebrazione della Festa degli Innamorati è strettamente legata ad uno dei piatti tipici del territorio: i nodi d’amore, ossia i tortelli di Valeggio, da abbinare a un buon calice di Custoza Doc, vino bianco della zona.
La leggenda narra che la ricetta di questi tortellini – protagonisti della “Festa del Nodo d’Amore“, organizzata ogni anno il terzo martedì di giugno, dove vengono serviti a oltre 4.000 commensali – risalga addirittura al Trecento ed è figlia della storia d’amore tra le bella ninfa Silvia e il valoroso guerriero Malco.
Oltre al gustoso piatto della tradizione, vale la pena visitare Borghetto sul Mincio anche per le sue attrazioni turistiche, il suo unicum urbanistico rimasto intatto nei secoli ed il fascino dato dalla combinazione perfetta tra natura e storia che lo rendono un luogo ideale per una fuga romantica.
Tra i luoghi che ti consigliamo di visitare ci sono il Ponte Visconteo, la straordinaria diga fortificata costruita nel 1393 per volere di Gian Galeazzo Visconti, Duca di Milano, e la Chiesa parrocchiale dedicata a San Marco Evangelista, sorta sui resti di una precedente pieve romanica del XI secolo.

Possagno, Amore e Psiche

Viaggi di San Valentino 2024: il borgo di Possagno

Restiamo in Veneto ma lasciamo la provincia di Verona per quella di Treviso, per andare a Possagno, un delizioso borgo immerso nel verde e circondato dai monti a nord e a sud, mentre nelle altre due direzioni si apre verso i paesi di Cavaso del Tomba e Paderno del Grappa.
La storia di questo paese, a partire dal XVIII secolo, si è legata indissolubilmente a quella del suo più illustre cittadino: Antonio Canova, uno dei più grandi scultori di tutti i tempi, autore di opere diventate celebri, tra cui Dedalo e Icaro, Le Tre Grazie e il famoso gruppo scultoreo Amore e Psiche, solo per citarne alcune.
Se quello che stai cercando è un modo insolito e memorabile per celebrare il 14 febbraio, allora ti consigliamo di visitare il Museo Gypsotheca Antonio Canova, dove la bellezza delle opere d’arte del grande artista ti permetteranno di esplorare tutte le espressioni di un sentimento senza tempo che è stato una preziosa fonte d’ispirazione per Canova: l’amore.
Per il giorno di San Valentino, il Museo ha pensato a una speciale promozione: acquistando un biglietto intero, la persona che ti accompagna non paga l’ingresso. Con un unico biglietto, avrai l’occasione di visitare la Gypsotheca ottocentesca con l’annessa Ala Scarpa, la Casa natale di Canova e le sue storiche scuderie, condividendo con la tua dolce metà un’esperienza culturale e romantica allo stesso tempo.
Inoltre, sarà disponibile anche una playlist studiata appositamente per l’occasione, quindi non dimenticate le cuffiette. E per coloro che vogliono condividere anche sui social i momenti più dolci e significativi del percorso nel museo, è stato creato un hashtag speciale #museocanovainlove.
Ma sai che cosa rende davvero speciale la visita al complesso museale? Che la promozione è valida per ogni tipo di coppia! Quindi, non stiamo parlando solo di coniugi, fidanzati e compagni, ma anche di genitori e figlia, amici e parenti. Davvero un bel modo per celebrare l’importanza dell’amore in ogni sua forma.

Lucignano, la Perla della Valdichiana

Viaggi di San Valentino 2024: il borgo di Lucignano

Dal Veneto passiamo alla cosiddetta Perla della Valdichiana, vale a dire Lucignano, uno dei borghi più belli d’Italia in Toscana, che sorge su sorge su un colle a circa 28 km a sud-ovest di Arezzo.
Ci troviamo nel paese che ospita il meraviglioso Albero della Vita, detto anche Albero d’Oro o Albero dell’Amore, in quanto simbolo di buon auspicio per gli innamorati. Si tratta di un grandioso reliquiario alto 2,70 metri e largo quasi un metro, realizzato in rame dorato, argento e smalti, con i rami decorati da corallo, cristalli e miniature su pergamena. Questa sublime opera d’arte, capace di lasciare senza parole chiunque si trovi di fronte ad essa, è stata realizzata nel Settecento da un orafo locale esiliato a Vienna dopo la pestilenza del 1630, che lo donò al Comune come pegno per il suo rientro in patria. Realizzato in due momenti distinti, il primo risalente al 1350 e il secondo al 1471, l’albero è diviso in tre parti, ovvero radici, tronco, chioma, che rappresentano la vita di Cristo nelle sue tre diverse fasi: origine, passione e gloria. Nella parte alta il reliquiario termina con il Cristo crocifisso sormontato da un nido su cui poggia un pellicano. È un’immagina allegorica che esprime la massima espressione del sacrificio per amore, in quanto il pellicano – secondo una credenza popolare – è un animale che non ha paura di dare la vita per salvare i suoi piccoli, proprio come Gesù ha fatto per l’umanità.
L’Albero dell’Amore è, oggi, uno dei simboli più importanti e amati di Lucignano e si trova all’interno del museo che sorge al piano terreno del Palazzo Comunale, edificato dai senesi nel corso del Trecento. Oltre al museo, devi assolutamente visitare anche la Collegiata di San Michele Arcangelo, che custodisce al suo interno opere di artisti del XVI e XVII secolo, la Chiesa di San Francesco, con il grande affresco conosciuto come Il Trionfo della mortela Fortezza, situata su di un colle poco lontano dalle mura del paese, e il Santuario della Madonna delle Querce, posto fuori delle mura e attribuito a Giorgio Vasari.

Oratino e il Vicolo del Bacio

I borghi d'Italia più belli del Molise: Oratino

Ci spostiamo in uno dei borghi più belli d’Italia in Molise, ovvero Oratino, piccolo comune della provincia di Campobasso, che si erge su una rupe nella Valle del Biferno, circondato da una natura rigogliosa e incontaminata tra antichi percorsi della transumanza che un tempo venivano percorsi dai pastori.
I borghi, si sa, sono tra i luoghi più romantici e suggestivi in cui passare San Valentino e Oratino non è certo da meno se cerchi un luogo fuori dal caos delle città e immerso nella tranquillità più assoluta.
Qui c’è un posto speciale dedicato esclusivamente agli innamorati: si tratta del Vicolo del Bacio, una piccola strada senza uscita con un ingresso ad arco abbellito da piante verdeggianti e segnalato da alcune labbra rosse che, proprio come le altre piccole opere che decorano il vicolo, sono state realizzare principalmente a maglia ed uncinetto. In questo angolo così suggestivo e ricco di amore, non puoi certo perdere l’occasione di fare una foto con la tua dolce metà che porterete a casa come ricordo di un momento così pieno di significato.
Ma Oratino è anche il luogo ideale per una gita fuori porta in occasione del giorno degli innamorati: qui, infatti, si respira un’aria autentica e genuina che ti farà dimenticare lo stress della vita quotidiana. Tra i luoghi in cui ti suggeriamo di fare tappa ci sono Palazzo Giordano, risalente al XV secolo, la bella Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta e la Chiesa di Santa Maria di Loreto, costruita nel XVIII secolo, situata all’entrata del paese, al cui interno si trovano diversi cicli di affreschi realizzati dai fratelli Ciriaco e Stanislao Brunetti.

Vico del Gargano e il Pozzo delle Promesse

Viaggi di San Valentino 2024: il borgo di Vico del Gargano

Lasciamo il Molise per dirigerci a sud, verso il Parco Nazionale del Gargano che tra i suoi comuni vanta un paese dal fascino antico e dalla bellezza incantevole: parliamo di Vico del Gargano, uno dei borghi più belli d’Italia in Puglia, il cui patrono è niente meno che il proprio il Santo protettore degli Innamorati.
Qui la festa dell’amore è vissuta intensamente e in occasione di San Valentino il borgo si riempie di un dolcissimo profumo di arance che riempie le strade. Il motivo? I vichesi, prima del 14 febbraio, preparano il trono del Santo utilizzando non meno di 5 quintali di arance. Ma non è tutto: dal 14 al 18 febbraio il borgo si anima con eventi, a ingresso libero e gratuito, divisi tra programma religioso e programma civile, che celebrano il nobile sentimento dell’amore.
Ci sono, inoltre, altre due attività che non puoi certo perdere se scegli di festeggiare San Valentino a Vico del Gargano, che renderanno la tua vacanza ancora più unica e romantica: attraversare il Vicolo del Bacio, lungo circa 30 metri e largo solo 50 centimetri, tanto da indurre le coppie che lo attraversano insieme a sfiorarsi, e raggiungere il Pozzo delle Promesse, dove gli innamorati rinnovano il loro patto d’amore. Entrambi i luoghi sono un simbolo del sentimento indissolubile che lega due persone e fanno parte dell’incantevole percorso dedicato agli innamorati, un cammino che attraversa tutto l’antico centro storico tra vie, archi, chiese, piazze e portali allestiti con decorazioni, cuori e profumatissime arance.
Tra gli altri punti di interesse di Vico del Gargano, da non perdere assolutamente ci sono la Chiesa Matrice, la parrocchiale più antica di Vico, il Castello e il Villaggio Umbra.