La capitale della Slovacchia è una destinazione poco gettonata, ma in realtà si rivela una meta perfetta per i visitatori di ogni età. 

Palazzi, chiese, castelli, ma anche parchi dove fare pic-nic e passeggiate, senza dimenticare attività ideali per i bambini, come una visita allo zoo (dove ci sono perfino i dinosauri). Ecco i nostri consigli per un viaggio a Bratislava con tutta la famiglia.

Bratislava: una vacanza sotto il segno del relax

Uscita poverissima dalla dittatura comunista, Bratislava ha saputo reinventarsi come una città a misura d’uomo tutta da scoprire, impegnata in opere di rigenerazione urbana (l’ultima in ordine cronologico è la Urban Oasis, annunciata nel giugno 2024 dall’architetto italiano Stefano Boeri, che disegnerà il nuovo quartiere verde) e mobilità sostenibile, mettendo sempre più in luce la sua anima green. Visitarla significa prendersi una vacanza sotto il segno del relax, esplorandola da una parte all’altra del Danubio, che la divide in due, lasciandosi affascinare dalla sua storia legata agli Asburgo (dove compare anche Maria Teresa d’Austria), dai suoi monumenti e dai tanti parchi. Una meta ideale per chi ama il turismo lento, da prendere in considerazione anche se si sta pianificando un tour dell’Austria o una gita on the road nei dintorni di Vienna, visto che le due città distano appena un’ora di macchina.

Chiese, castelli e palazzi

Chiese, castelli e palazzi a Bratislava

Sono tanti gli edifici di interesse storico che si possono trovare a Bratislava: molti sono legati al passato imperiale della città, che all’epoca degli Asburgo è stata la capitale del Regno di Ungheria per duecento anni, fino al 1784. Ecco quali sono i principali.

Castello di Bratislava (nella foto): situato su una collina alta 80 metri, in posizione dominante sul Danubio, è parte integrante dello skyline della città da secoli. Era la residenza dei regnanti e la struttura che si può ammirare adesso risale al ‘400: non passa inosservata per il suo colore bianco e le maestose quattro torri, tra cui la più grande, la Torre della Corona, dalla quale si gode una spettacolare vista. Nel 1811 venne distrutto da un incendio e rimesso a nuovo nel 1953. Adesso è possibile visitare gli appartamenti di gusto barocco, il delizioso giardino e il Museo di Storia, ospitato al suo interno.

Cattedrale di San Martino: il Duomo di Bratislava è una chiesa gotica, in passato sede delle incoronazioni dei sovrani asburgici (furono ben 11, a partire dal 1653), tra cui quella della celebre regina Maria Teresa d’Austria. La cattedrale si riconosce per la sua torre campanaria centrale alta 85 metri, le grandi vetrate e le dimensioni imponenti.

Palazzo Primaziale: difficilmente camminando per la Città Vecchia ti sfuggirà questo elegante palazzo dalla facciata neoclassica rosa pastello, costruito alla fine del ‘700. Si tratta della nuova sede del comune di Bratislava: nel 1805, nella Sala degli Specchi, venne firmato il Trattato di Presburgo (come si chiamava allora la città), dopo la vittoria di Napoleone Bonaparte nella battaglia di Austerlitz che di fatto sancì la fine del Sacro Romano Impero.

Chiesa Blu: tira fuori lo smartphone, perché dopo averla vista avrai voglia di mettere su Instagram una foto della Chiesa di Santa Elisabetta d’Ungheria, in stile secessionista (siamo nella prima metà del XX secolo), che spicca per il suo colore azzurro cielo, tetto compreso.​

Parchi e giardini

Parchi e giardini a Bratislava

Bratislava nel corso degli anni è entrata più volte nelle classifiche delle maggiori città verdi europee. Non è, ovviamente, un caso, perché i parchi e i giardini non mancano, creando delle vere e proprie oasi urbane perfette per tutta la famiglia, dove passeggiare, andare in bicicletta o fare jogging.

Parco di Janko Kráľ: questo polmone verde di 42 ettari si trova sulla sponda destra del Danubio, ed è il parco pubblico più antico dell’Europa centrale, progettato tra il 1774 e il 1776. Al suo interno si possono fare diverse attività, dalla corsa ai pic-nic, ed è dedicato al poeta slovacco Janko Kráľ.

Giardino barocco del Castello: all’interno del Castello di Bratislava puoi immergerti nell’elegante giardino alla francese voluto da Maria Teresa, costellato da statue e aiuole fiorite.

Orto botanico: fondato dall’Università Comenius nel 1949, il delizioso giardino botanico è caratterizzato da più di 5000 specie di piante e fiori che arrivano da tutto il globo, con una ricca selezione di rose e specie tropicali e subtropicale.

Horský Park: alla periferia nord della città ci si addentra in uno splendido bosco: è qui che sorge il Forest City Park, dove rilassarsi tra tigli, platani e tassi. L’attrazione più peculiare è lo storico capanno di legno, dove si può mangiare, assistere a disparati eventi culturali, ed è anche fornito di un piccolo parco giochi.

Simboli e monumenti

Simboli e monumenti a Bratislava

Tra i luoghi da segnare se pensi di organizzare un viaggio a Bratislava ti suggeriamo anche i seguenti: ognuno, a suo modo, merita un passaggio.

Fontana della Pace: sei a Hodžovo námestie, la piazza più grande della città. Davanti a te c’è il Palazzo Presidenziale (Grasalkovičov palác), un maestoso edificio dallo stile barocco e rococò, la residenza ufficiale del Presidente della Slovacchia, di cui si possono visitare solo i giardini. Al centro, invece, appare una fontana moderna circolare, con in mezzo una struttura a forma di sfera che rappresenta la Terra.

UFO: no, non è un oggetto volante non identificato, ma effettivamente il suo aspetto lo ricorda. Si tratta di una futuristica torre posizionata all’ingresso del ponte SNP che collega le due sponde del Danubio: costruito negli anni ‘70, grazie alla sua altezza di 95 metri è diventato una delle icone di Bratislava. È possibile salire in cima e vedere il panorama: al suo interno c’è anche un ristorante, se ti venisse un appetito da gourmet (consigliato prenotare).

Castello di Devín (nella foto): a pochi chilometri di auto da Bratislava si arriva su un promontorio dove il Danubio confluisce con le acque del Morava. In cima potrai scorgere le rovine di un castello romanico: un sito archeologico circondato da un parco naturale di notevole bellezza, dove godere di suggestive viste sui Piccoli Carpazi, fare trekking ed escursioni.

Monumento di Slavín: non è probabilmente il luogo più adatto per passare del tempo con i bambini piccoli, ma se i ragazzi sono ormai grandicelli, questo posto potrebbe essere d’effetto. L’alto obelisco posto sulla sommità di una delle colline della città, in un quartiere benestante con ville lussuose che cattureranno la tua attenzione, è il più famoso monumento di Bratislava, dedicato ai soldati dell’Armata Rossa caduti per liberarla dai nazisti: nel cimitero adiacente, ne sono sepolti circa 7000.

Bratislava con i bambini

Bratislava con i bambini

Arriviamo quindi alle cose da fare e da vedere se si viaggia con i bambini, perfette per i più piccoli, ma che sapranno far divertire anche gli adulti.

Zoo di Bratislava: fai nominare il nome di un animale a tuo figlio, perché ci sono buone probabilità che possa incontrarlo in questo zoo, uno spazio non solo ricreativo, ma anche di ricerca specializzato nel salvataggio di esemplari in via di estinzione e che offre percorsi educativi alle scuole sotto il segno dell’ecologia. Qui i più piccoli possono fare la conoscenza di ippopotami, gibboni, rinoceronti, leoni, giaguari, giraffe, zebre e perfino panda.

Dino Park: si trova all’interno dello zoo di Bratislava e si rivela semplicemente irresistibile grazie alle riproduzioni a grandezza naturale dei dinosauri, ovvero gli “abitanti” più noti e amati del Giurassico.

Bibiana: è così che si chiama la Casa Internazionale d’Arte per Bambini, che ha lo scopo di avvicinare già in tenera età all’arte in tutte le sue sfaccettature, con mostre e programmi pensati per i visitatori dai 3 anni in su.