Il Bun Bang Fai Rocket Festival è uno degli appuntamenti da non perdere in Thailandia. L’evento, che prevede il lancio nel cielo di razzi artigianali, omaggia Phaya Taen, l’antica divinità della pioggia. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Nella regione Nord-Orientale dell’Isaan, in Thailandia, la comunità locale si riunisce ogni anno per rendere omaggio a Phaya Taen, la divinità della pioggia, in una festa senza freni.

Si tratta del Bun Bang Fai Rocket Festival, un evento in cui centinaia di razzi artigianali si elevano in cielo, sfilate in maschera animano le stradine delle città e, a un certo punto, si dà il via persino alle battaglie nel fango. Il tutto ovviamente “condito” dal tipico vino di riso.

Scopriamo nel dettaglio tutto ciò che c’è da sapere sul Festival, ricordando che prima di partire può essere utile stipulare un’assicurazione viaggi per garantirsi, a esempio, un rimborso del biglietto in caso di annullamento del volo.

Bun Bang Fai Rocket Festival: origini e mito dell’evento

Si ritiene che i rituali di fertilità del Festival abbiano radici che affondano nell’era pre-buddista e che i razzi stessi siano stati introdotti nel IX secolo con l’arrivo della polvere da sparo nel Sud-est asiatico. Come ogni importante Festival che si svolge in Asia, anche questo è avvolto da una leggenda.

Si racconta che il dio della pioggia, Phaya Taen, irritato per un torto subito, trattenne le piogge per sette anni.

Questa circostanza avrebbe scatenato una guerra tra lui e il Re Rospo- o Phaya Khang Khok- un’altra figura mitologica del buddismo. Tornata la pace, il Festival dei Razzi è stato il metodo per onorare e ricordare a Phaya Taen il suo impegno di benedire sempre la terra con la pioggia.

Durante questo Festival lo spazio aereo della regione viene chiuso, mentre centinaia di razzi artigianali vengono lanciati verso il cielo.

Come si svolge il Festival: tra misteri e certezze

La preparazione di questo evento è avvolta nel segreto. Le squadre che iniziano a progettare e costruire i loro razzi- noti come bang fai- mesi o addirittura settimane prima del Festival, custodendo gelosamente ogni dettaglio. Quello che si sa è che i razzi sono realizzati con bambù, carta, plastica e legno e vengono alimentati a polvere da sparo, con l’aggiunta talvolta di vetro e metallo.

Si presentano di diverse dimensioni e colori. Alcuni sono piuttosto piccoli, mentre altri, molto più grandi, incutono timore. Un razzo medio è lungo nove metri e può contenere fino a 25 kg di polvere da sparo, con alcuni modelli che arrivano a pesare oltre 100 kg. Indipendentemente dalle loro dimensioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: assicurare un raccolto libero da parassiti, senza inondazioni o gravi siccità.

Una volta che i razzi sono pronti, vengono collocati su grandi carri per essere ammirati durante la parata, arricchita da danze folkloristiche e persone vestite con magnifici costumi tradizionali. Alcuni uomini si ricoprono il corpo di polvere bianca e indossano maschere a forma di rana per onorare il Re delle Rane, Phaya Khang Khok.

Terminata la sfilata, i partecipanti e i loro sostenitori si riuniscono per il lancio dei razzi in una grande fiera. Qui si possono trovare bancarelle che vendono souvenir, cibo e abbondante vino di riso locale. Quanto più i razzi si elevano in alto, tanto più favorevole sarà il tempo per le colture e il raccolto.

Recentemente, è stato introdotto anche un torneo internazionale. Coinvolge squadre dal Laos, dalla Cambogia, dalla Corea del Sud e dal Giappone, che si contendono il titolo per il razzo più rapido, bello e performante.

Dove si svolge il Festival e le date da segnare in agenda

Il Bun Bang Fai Rocket Festival è una tradizione seguita dagli abitanti di etnia lao sia nella regione di Isaan in Thailandia che in Laos. Isaan ospita i festival dei razzi più grandi e celebri, tra cui il più noto si svolge a Yasothon, capoluogo dell’omonima provincia thailandese. Altri festival rinomati in Isaan si tengono a Nong Khai, Sisaket, Kalasin, Roi Et e Maha Sarakham.

A Yasothon, il luogo principale per i lanci dei razzi è il Parco Phaya Taen. Il giorno del festival (domenica) si possono osservare lanci continui di razzi più piccoli e lanci ogni mezz’ora di quelli più grandi. Per le sfilate con carri e danzatori, la Chaeng Sanit Road è il posto da visitare il sabato. La città è nota anche per il suo insolito Museo del Gigante Rospo, circondato da bancarelle che offrono cibo e bevande, danze tradizionali e altri spettacoli.

Le festività durano generalmente tre giorni, dal venerdì sera alla domenica sera, e vengono programmate poco prima della stagione di piantagione. A Yasothon questo evento si svolge solitamente nel secondo weekend di maggio. Si può assistere alle processioni dei carri con i razzi accompagnate da musicisti e danzatori, mentre la domenica si svolgono i lanci effettivi dei razzi.