Sono in corso a Roma fino al 12 giugno 2024 i campionati europei di atletica leggera. I migliori atleti del continente gareggiano nel maestoso Stadio Olimpico, nel parco del Foro Italico e in alcuni degli scenari più belli della capitale italiana.

Una competizione di alto livello, con poco meno di 1600 atleti in rappresentanza di 48 nazioni che si sfidano in 24 diverse specialità. Il tutto a un mese e mezzo dai Giochi Olimpici di Parigi, in prospettiva dei quali rappresentano un fondamentale banco di prova agonistico.

147 le medaglie in palio, assegnate in 47 finali. Sei intensi giorni di sport durante i quali gli appassionati sportivi hanno l’opportunità di ammirare dagli spalti dell’Olimpico gli atleti più forti d’Europa. La competizione fa parte di una primavera ed estate particolarmente ricche di appuntamenti sportivi in città.

Atleti da tutta Europa nella Città Eterna

Roma torna a ospitare i campionati europei di atletica leggera a cinquant’anni esatti dall’ultima volta, nel 1974. Per l’Italia, invece, è la terza volta che la manifestazione- in origine a cadenza quadriennale e dal 2010 biennale- si svolge sul suolo nazionale. La prima fu a Torino nel remoto 1934.

Per l’occasione, è stata rifatta la pista dello Stadio Olimpico. Inoltre, si è provveduto a riqualificare anche altri impianti interessati dall’evento: lo Stadio dei Marmi Pietro Mennea, lo Stadio della Farnesina e lo Stadio Paolo Rosi dell’Acqua Acetosa. Questi tre campi vengono utilizzati dagli atleti per allenamento e riscaldamento.

Particolarmente suggestiva la mezza maratona di domenica 9 giugno. Il suo percorso si snoda attraverso il centro storico della Città Eterna, toccando luoghi come i Fori Imperiali, Piazza Navona, Castel Sant’Angelo, con arrivo allo Stadio Olimpico.

Campionati europei atletica leggera: nomi e specialità

Tra i campioni più attesi gli ori olimpici azzurri Gianmarco Tamberi (salto in alto) e Marcell Jacobs (100 metri), Massimo Stano (marcia) e Antonella Palmisano (marcia); il re svedese del salto con l’asta Armand Duplantis; la saltatrice in alto ucraina Yaroslava Mahuchikh; la ostacolista olandese Femke Bol e il collega norvegese Karsten Warholm; la mezzofondista britannica Keely Hodgkinson; il lanciatore di giavellotto ceco Jakub Vadlejch e molti altri ancora.

Le specialità dell’atletica leggera previste agli Europei di Roma 2024 sono le corse dei 100, 200, 400, 800, 1500, 3000 siepi, 5000 metri, 1000 metri e mezza maratona (21,097 km); le staffette 4×100, 4×400 e 4×400 mista; le corse a ostacoli 100, 110 e 400 metri; i salti in alto, in lungo, triplo e con l’asta; i lanci del disco, del giavellotto e del martello e il getto del peso; e infine marcia, decathlon ed eptathlon.

Come raggiungere lo Stadio Olimpico di Roma

Nei giorni dei campionati europei di atletica leggera, raggiungere in auto la zona dello Stadio Olimpico può essere piuttosto complesso. La presenza di decine di migliaia di persone, di numerosi eventi collaterali e di possibili restrizioni alla viabilità- soprattutto per le gare di marcia e mezza maratona- non agevola certamente il traffico automobilistico.

Non va dimenticato che l’area del Foro Italico, nel quadrante settentrionale di Roma, è dotata di pochi parcheggi. Il consiglio, quindi, è spostarsi con i trasporti pubblici, usufruire della micromobilità elettrica in sharing (biciclette, monopattini e scooter) o di altri servizi di mobilità a seconda delle proprie esigenze.

L’area è servita dal bus sostitutivo del tram 2, al momento fermo per lavori, tra Piazzale Flaminio (Metro A) e Piazza Mancini. Altre 18 linee di bus arrivano da vari settori della città: 23, 31, 32, 53, 69, 70, 89, 168, 200, 201, 226, 280, 301, 446, 628, 910, 911, 982. Le linee notturne disponibili sono n200, n201, n3D e n3S.

In ogni caso, chi arriva a Roma dall’autostrada, dopo aver pagato il casello con il telepedaggio può lasciare l’auto nei parcheggi di scambio connessi con metro e linee di superficie. Una buona soluzione per risparmiare tempo è quella di acquistare i biglietti in anticipo via app. Infine è abbastanza comodo, concedendosi una passeggiata, lasciare l’auto presso i non lontani Villaggio Olimpico e Auditorium, dove c’è ampia disponibilità di stalli di sosta con strisce blu.