I festeggiamenti per il Capodanno Cinese inizieranno il prossimo 9 febbraio e dureranno fino al 24. Anche se è una festa tradizionale molto sentita in tutto l’Estremo Oriente, sono molte le comunità che si sono stabilite in Europa che si stanno preparando alla celebrazione. In questo articolo ti indichiamo cinque città per festeggiare anche tu: cenoni, fuochi d’artificio e lanterne ti aspettano!

Il Capodanno Cinese quest’anno cade il 10 febbraio, ma le celebrazioni inizieranno la vigilia per continuare fino al 24 febbraio: decidere di partecipare potrebbe essere un’ottima ragione per fare un viaggio diverso dagli altri e approfittarne per visitare una città europea.
Pronto a salire su un treno o a prenotare un volo?

Cosa è il Capodanno Cinese

Il Capodanno cinese, conosciuto anche come Festa di Primavera o come Capodanno Lunare, è una delle celebrazioni più importanti nella cultura cinese. Si basa sul calendario lunare e cade durante il primo novilunio dell’anno, cioè tra il 21 gennaio e il 20 febbraio del calendario gregoriano. Le celebrazioni durano circa 15 giorni e culminano con la tradizionale Festa delle Lanterne.

Il 2024 è l’anno del drago verde di legno: cosa significa?

Nel calendario cinese ciascun anno è associato a un animale dello zodiaco cinese, con un ciclo di dodici anni: i dodici segni sono a loro volta associati a uno degli elementi naturali cinesi, cioè metallo, acqua, fuoco, legno e terra.

Mentre il 2023 è stato l’anno del coniglio d’acqua, il 2024 sarà l’anno del drago verde di legno: inizierà il 10 febbraio e durerà fino al 28 gennaio 2025.

Il drago è un simbolo di potenza, saggezza e buona fortuna, il colore verde aggiunge elementi di crescita e rigenerazione, mentre il legno rappresenta intelligenza e popolarità. Questi fattori promettono un anno stimolante e ricco di opportunità, che vale la pena celebrare in modo speciale.

Il calendario delle celebrazioni principali

Durante i sedici giorni di festeggiamenti, sono tre le date che hanno un’importanza particolare:

  • 9 febbraio 2024 – Vigilia del Capodanno Cinese: è la giornata in cui le famiglie si riuniscono;
  • 10 febbraio 2024 – Capodanno Cinese: è il momento di fare visita ai parenti per gli auguri di buon anno;
  • 24 febbraio 2024 – Festa delle Lanterne: è il culmine del periodo di festa. Danze, canti e una sfilata notturna con le lanterne danno il benvenuto al nuovo anno.

5 destinazioni europee dove festeggiare il Capodanno Cinese

Nelle maggiori città europee sono molte le comunità cinesi, spesso riunite in quartieri circoscritti, chiamati anche Chinatown, luoghi dove gli emigrati nel tempo si sono riuniti per ritrovare un senso di appartenenza lontano da casa, proprio come sono le Little Italy per gli italiani nel mondo.

Nell’Unione Europea le nazioni che più accolgono gli emigrati delle popolazioni di etnia cinese sono la Francia, l’Italia, i Paesi Bassi e il Regno Unito. Mentre alcune comunità insediate in Europa risalgono già agli inizi del secolo scorso, altre sono relativamente più recenti.

Liverpool: la più antica Chinatown europea

Il commercio è stato uno dei primi motori a portare i mercanti cinesi nelle città europee: a Liverpool, grazie al suo porto, c’è il più antico quartiere cinese in Europa, fondato già a inizio Ottocento con le importazioni di cotone e seta da Shangai.

Le strade di Chinatown, nella zona del centro, sono caratterizzate da imponenti archi cinesi tradizionali, draghi scolpiti e lanterne rosse che donano al quartiere un’atmosfera autentica. Ristoranti, negozi e supermercati offrono una varietà di prodotti cinesi, dall’arte all’artigianato alla cucina tradizionale.

Durante il Capodanno Cinese le strade si animano con spettacoli di danze, parate tradizionali e fuochi d’artificio, in un’atmosfera festosa e coinvolgente per residenti e visitatori.

Sono molti gli eventi in programma a Liverpool per dare il benvenuto all’anno del drago, che ha come fulcro la zona dell’Arco Cinese che domina il quartiere in Berry Street.

Una porta rossa e oro a Londra

La Chinatown londinese si trova all’interno di Soho e una grande porta in rosso e oro segnala l’ingresso pedonale in questa piccola area che si concentra intorno a Gerrard Street: attraversarla significa immergersi in un altro mondo, un’esperienza che si fa anche sensoriale tra gli odori e le voci di una delle zone più animate e colorate di Londra.

Qui le celebrazioni per il Capodanno Cinese sono tra le più partecipate d’Europa ed esulano dal quartiere verso Trafalgar Square, Leicester Square e Shaftesbury Avenue.
La parata tradizionale sarà l’11 febbraio a partire dalle 10:00 lungo Charing Cross Road e Shaftesbury Avenue, mentre davanti al National Museum di Trafalgar Square ci saranno le esibizioni di danze, musica e acrobazie con i gruppi provenienti dalla Cina.

All’interno di Chinatown non mancheranno le iniziative culturali e le bancarelle con la gastronomia tradizionale con i piatti simbolo di fortuna e prosperità tipici delle celebrazioni.

I Quartiers Chinois di Parigi

A Parigi sono molte le comunità di origine cinese, riunite in diversi quartieri: le più popolose si trovano nel XIII arrondissement e a Belleville.

I festeggiamenti per il Capodanno Lunare nella Ville Lumière sono un’occasione per queste comunità per far conoscere la propria cultura e le proprie tradizioni. Oltre alle parate infatti sono numerosi ad esempio i laboratori di danza e arti marziali aperte a tutti, ma ci sono anche mercati all’aperto, festival gastronomici, conferenze e mostre. La notte di Capodanno poi è accompagnata da spettacolari fuochi d’artificio, che illuminano il cielo parigino e aggiungono un tocco suggestivo ed emozionante alla festa.

Milano: via Paolo Sarpi, la seconda Chinatown più grande d’Europa

Le attività delle comunità di etnia cinese a Milano sono concentrate fin dagli anni Venti nella zona il cui fulcro è Via Paolo Sarpi: sempre animata dalle insegne luminose e dall’attività vivace, nel periodo del Capodanno si fa ancora più sfarzosa, con le decorazioni rosse (colore di buon auspicio), le lanterne e i draghi.

Anche quest’anno la tradizionale parata con i costumi tradizionali e la Danza del Drago e del Leone si terrà intorno all’Arco della Pace in Piazza Sempione, il 10 febbraio dalle 14 in avanti.
È un importante momento di integrazione e tutti sono sempre i benvenuti.

Il tempio buddista più grande d’Europa è ad Amsterdam

La Chinatown di Amsterdam, una delle città più smart d’Europa, si trova nel quartiere Zeedijk, non lontano dalla Stazione Centrale: tra botteghe di tessuti colorati e di spezie, questa è una comunità che ha iniziato a formarsi nei primi anni del Novecento e che ha le sue origini non solo in Cina, ma anche in Tailandia, Malesia e Indonesia.

Una delle attrazioni principali per chi vista questo quartiere è il tempio buddista Fo Guang Shan: inaugurato nel 2000 alla presenza dei reali dei Paesi Bassi, è il tempio buddista più grande d’Europa ed è aperto al pubblico dal martedì al sabato con orario 13:00 – 15:50.

La sfilata per celebrare il Capodanno Lunare parte proprio dal tempio il 10 febbraio alle 13 e passa lungo Geldersekade fino a Nieuwmarkt, dove la festa prosegue nelle strade, tra tamburi, petardi e fuochi d’artificio. Sono numerosi gli eventi legati alle celebrazioni, sia organizzate dal tempio sia dal centro culturale Cinetol, che festeggia il capodanno in modo alternativo con musica moderna ed elettronica.

Se deciderai di partecipare a una di queste feste, o a una che si svolgerà nella tua città, non dimenticare di indossare qualcosa di rosso, il colore tradizionale che anche per la comunità cinese è benaugurante per il nuovo anno.