Il Carnevale di Venezia è un tripudio di maschere e colori, un evento storico che celebra l’arte e la cultura veneziana. Le calli e i canali diventano il teatro di una performance unica al mondo. Quella di quest’anno, in particolare, sarà un’edizione ancor più speciale.

700 anni fa, più precisamente l’8 gennaio 1324, moriva Marco Polo, uno dei più grandi esploratori della storia. In onore di questo importante anniversario, è stato scelto il viaggio come tema principale del Carnevale di Venezia 2024. Dal 27 gennaio al 13 febbraio, il capoluogo Veneto accoglierà innumerevoli turisti, pronti a godersi uno show unico al mondo, ricco di spettacoli, arte e musica.

Se il tuo sogno è quello di rivivere le avventure del più grande esploratore “venesiàn” (veneziano nel dialetto locale, N.D.R.), allora questa è l’edizione perfetta per te.

Carnevale di Venezia 2024: un tripudio di musica, colori e show

Curato da Massimo Checchetto, direttore artistico e scenografo del Teatro La Fenice, il Carnevale di Venezia 2024 trasformerà la città in una terra mistica, facendoci vivere le culture e le città incontrate da Marco Polo durante il suo famoso viaggio.

Il main event dell’edizione 2024 sarà Il Carnival Street Show, che vedrà coinvolti più di 200 artisti della musica, del circo, del teatro e della clownerie, che si esibiranno ogni giorno nelle varie zone della città.

A queste esibizioni si aggiungo poi gli eventi ricorrenti tipici del Carnevale veneziano, come il Corte Acqueo, il Volo dell’Angelo, la selezione delle Marie, la gara per la maschera più bella e il Dinner Show, che godrà di una cornice spettacolare. Sarà infatti Palazzo Loredan Vendramin Calergi ad ospitare il magnifico show notturno, il quale sarà accompagnato dalla raffinata cucina degli chef del Ristorante Wagner.

L’Arsenale è stato il palcoscenico di un emozionante spettacolo sull’acqua intitolato “Terra incognita“, ispirato all’incredibile viaggio di Marco Polo.

Balli in maschera, piste da pattinaggio su ghiaccio, laboratori di maschere e aperture straordinarie dei musei completano in programma del Carnevale che, ricordiamolo, comprende anche molti eventi in terraferma, tra cui le sfilate di carri allegorici e le esibizioni degli artisti di strada. Quest’anno poi, Venezia dedica spazio anche alle celebrazioni per il Capodanno Cinese.

È possibile visionare l’intero programma sul sito del Carnevale di Venezia.

Le origini del Carnevale veneziano

Le origini del Carnevale di Venezia sono molto antiche, basti pensare che la prima menzione risale a un documento del Doge Falier del 1094. Nello scritto si parla di divertimenti pubblici utilizzando per la prima volta proprio il termine “Carnevale”.

Se per noi oggi il Carnevale è puro intrattenimento, all’epoca aveva una funzione sociale. Serviva, infatti, a dare alla popolazione, in particolare ai ceti sociali più umili, un periodo di festa durante il quale, grazie all’uso di maschere e costumi che garantivano l’anonimato, le differenze fra classi venivano eliminate e, addirittura, era possibile criticare apertamente sia le autorità che l’aristocrazia. Era, in altre parole, un periodo per sfogare tensioni e malumori, inevitabili all’interno della Repubblica di Venezia, la quale imponeva regole rigide ai suoi cittadini sia in materia di ordine pubblico che di morale.

Le maschere sono ancora oggi il tratto più distintivo del Carnevale di Venezia: dalle più tradizionali, come la Bauta, a quelle moderne ispirate al cinema, passando per i costumi settecenteschi. Durante i festeggiamenti la città -in particolare, Piazza San Marco- si riempie di figure silenziose e bellissime, che vagano per le calli indossando abiti dal design elaborato, ricchi di colori vivaci e dettagli sofisticati.

Come raggiungere il Carnevale di Venezia

Come ben sai, esistono svariate modalità per raggiungere Venezia durante il Carnevale:

  • in auto, seguendo la A4 Torino-Trieste. Si può decidere di parcheggiare in terraferma e raggiungere il centro storico con i mezzi pubblici, oppure parcheggiare nei parcheggi di Piazzale Roma;
  • in treno: la Stazione Ferroviaria di Santa Lucia, così come la stazione di Venezia-Mestre, sono ben servite da treni regionali, interregionali e ad alta velocità;
  • in aereo: l’aeroporto Marco Polo si trova a pochi minuti dalla città.

Una volta giunto a Venezia, puoi scegliere di spostarti a piedi, oppure in vaporetto. Se decidi di soggiornare in terraferma, puoi sfruttare i servizi di mobilità in app per gestire parcheggi, acquisto dei biglietti per i mezzi pubblici, noleggiare monopattini e molto altro.