Uno studio del Centro di formazione e ricerca sui consumi (C.r.c.), in collaborazione con Assoutenti, ha chiarito la situazione del caro voli per Pasqua. Ecco a che punto è l’andamento dei prezzi.

Nonostante alcune iniziative, come a esempio gli sconti sui voli per i residenti in Sicilia, il rincaro dei prezzi dei biglietti in occasione di Pasqua non si ferma. L’impennata del costo dei voli per la Sicilia, la Sardegna e destinazioni internazionali durante le vacanze pasquali continua. Questo fenomeno è stato messo in luce dal Centro di formazione e ricerca sui consumi (C.r.c.) in collaborazione con Assoutenti, attraverso un’analisi dettagliata delle tariffe aeree in questo specifico periodo festivo.

Scopriamo tutti i dettagli della ricerca.

Caro voli Pasqua: le tariffe sono in aumento

Per chi desidera volare verso la Sicilia, i prezzi dei biglietti aerei di andata e ritorno evidenziano costi significativi: per esempio, il viaggio da Torino a Catania costa almeno 365 euro, con partenza il 29 marzo e ritorno il 2 aprile. Altre città offrono prezzi leggermente diversi per la stessa destinazione, come Verona (319 euro) e Venezia (317 euro), mentre da Roma si può volare verso Catania a partire da 144 euro.

Analogamente, raggiungere la Sardegna è altrettanto costoso, con un biglietto di andata e ritorno da Bologna ad Alghero che parte da 334 euro. Le tariffe aumentano ulteriormente con l’aggiunta di costi accessori come il bagaglio a mano o la selezione del posto.

L’interesse degli italiani per le destinazioni estere durante le festività pasquali rimane alto, con tariffe aeree per le capitali europee e località di mare che raggiungono cifre notevoli. Ad esempio, volare da Roma ad Amsterdam costa almeno 489 euro, mentre le tariffe per destinazioni balneari come Sharm el-Sheikh, Zanzibar, le Maldive e le Seychelles possono arrivare fino a 1.166 euro per un soggiorno di una settimana.

Il caro voli è un problema anche per il turismo

Questo studio del C.r.c. e Assoutenti evidenzia la necessità per i consumatori di navigare tra tariffe aeree in costante aumento durante il periodo di Pasqua, ponendo l’accento sulle sfide che affrontano nel trovare opzioni di viaggio convenienti.

Ecco le parole di Gabriele Melluso, presidente di Assoutenti: «Con queste tariffe viaggiare in aereo sta diventando sempre più un lusso per ricchi, una situazione che lede il concetto di continuità territoriale e danneggia non solo i consumatori, costretti e rinunciare alle partenze o tagliare i giorni di villeggiatura, ma anche le imprese locali, disincentivando il turismo