Contempla l’imponenza dell’acqua visitando le cascate di Monte Gelato, una meraviglia della natura nascosta nel cuore della Valle del Treja, a pochi passi da Roma.

Non serve andare lontano per ammirare splendide cascate come quelle di Kravice o Dettifoss.

Basta fare una gita fuori porta a Roma per scoprire il profondo legame tra acqua e territorio, preservato grazie all’istituzione di aree protette come il Parco Nazionale del Circeo o il Parco Regionale Valle del Treja. Proprio quest’ultimo accoglie il complesso di Monte Gelato e le ripide cascate che terminano la loro corsa nel fiume Treja.

Percorri un itinerario nella natura alla scoperta di questi tesori naturali del Lazio e lasciati conquistare dai colori vividi del Parco e dal potente scrosciare dell’acqua.

Alla scoperta del Parco Regionale Valle del Treja e delle sue meravigliose cascate

Le cascate di Monte Gelato sono una delle tante bellezze situate all’interno del Parco Regionale Valle del Treja, un’importante meta turistica molto apprezzata dagli amanti del trekking e delle passeggiate nel verde.

Istituita nel 1982, l’area protetta è stata abitata sin dalla preistoria e conserva alcune memorie di insediamenti umani, come i ruderi di una villa romana, una torre medievale e un antico mulino.

Non mancano elementi di grande interesse paesaggistico, come le forre tufacee del Treja e la fauna che vi si è insediata, il bosco del Castellacio e, naturalmente, le cascate di Monte Gelato.

Il panorama offerto dal Parco è molto simile a quello che potevano osservare i nostri antenati. Infatti diverse zone del territorio presentano una morfologia inadatta alla coltivazione e alla costruzione, e ciò ha permesso che rimanessero pressoché incontaminate nel tempo.

Stupisciti di fronte alle cascate di Monte Gelato e fatti conquistare dalla loro bellezza

Pur non raggiungendo un’altezza elevata, le cascate di Monte Gelato sono considerate molto scenografiche per l’ampiezza del fronte della cascata maggiore e per la presenza di un bacino naturale dove confluiscono i piccoli e i grandi getti. Il tutto è circondato da una vegetazione varia e lussureggiante che conferisce all’ambiente un’atmosfera magica e misteriosa.

Proprio queste caratteristiche, in passato, hanno attratto numerosi registi, come ad esempio Roberto Rossellini, che ambientò in questo luogo alcune scene del film “Francesco, giullare di Dio”.

Dopo aver visto le cascate, chi è appassionato di trekking può partire da qui e percorrere un sentiero di 7 Km che, passando per Mazzano, arriva a Calcata. L’itinerario permette di esplorare in maniera approfondita il paesaggio laziale e di ammirare alcuni scorci incredibili.

Cascate di Monte Gelato: info utili e regole per l’accesso

Durante la visita è fondamentale rispettare l’ambiente e i suoi abitanti facendo attenzione alle seguenti regole per l’accesso alla zona delle cascate:

  • Vietata la balneazione;
  • Vietato il bivacco o altre attività ludico-ricreative differenti dalla visita naturalistica;
  • Vietato il barbecue;
  • Sosta consentita solo negli spazi adibiti a parcheggio;
  • Vietata la pesca;
  • Vietato accendere fuochi;
  • Vietato abbandonare rifiuti;
  • Vietata la riproduzione di rumori molesti;
  • Consentito il picnic solo nelle aree attrezzate;
  • Consentito l’accesso ai cani solo al guinzaglio;
  • Si raccomanda di non allontanarsi dai sentieri tracciati.

Il Parco è aperto tutti i giorni dalle ore 7.00 alle ore 20.00. L’accesso è gratuito e libero e non è necessaria una prenotazione.

Come arrivare alle cascate di Monte Gelato?

Se arrivi da lontano, la maniera più semplice di raggiungere le cascate di Monte Gelato è quella di prendere un aereo per l’Aeroporto di Fiumicino. Usufruendo di un servizio voli in app, l’acquisto del biglietto è ancora più veloce.

Una volta arrivato nella Capitale, puoi salire su un autobus dal capolinea Cotral Saxa Rubra che fa tappa al Parco Regionale, oppure noleggiare un auto e, dal Grande Raccordo Anulare di Roma, percorrere la Statale 2 Cassia bis Veientana. Al Km 35, poi, è necessario girare a destra e proseguire fino a Monte Gelato.

Da menzionare che il parcheggio comunale si trova a circa 250 m dall’ingresso vicino alla Mola di Monte Gelato. Non è possibile sostare in altre zone.