Quando si decide di acquistare una moto bisogna prima di tutto capire la tipologia di motore più adatta al nostro stile di guida. La scelta tra un mezzo a uno, due e più cilindri può infatti influenzare notevolmente l’esperienza che avremo in sella. Scopriamo come scegliere quello giusto!

L’industria motociclistica ha sempre offerto un’ampia varietà di scelte quando si tratta di motori. Non è solo una questione di prestazioni: i vari tipi di moto con motori diversi influenzano in modo significativo il carattere e le sensazioni di guida. Capire le differenze tra moto mono, bi e tri-cilindriche può aiutarti dunque a fare la scelta migliore in base ad alcuni criteri da prendere in esame.

Scelta dei cilindri della moto: cosa considerare

Scegliere il motore giusto per una moto, sia esso mono, bi o tri-cilindrico, dipende da vari fattori che includono:

  • Lo stile di guida;
  • L’uso che intendiamo fare della moto (lunghi viaggi, gare sportive o un uso più quotidiano);
  • Le sensazioni che ricerchiamo alla guida di un mezzo.

Ad esempio, i motori a un cilindro si adattano bene alla vita in città, ma sono meno adatti a percorsi lunghi. I due cilindri invece forniscono un certo equilibrio tra potenza e maneggevolezza mentre i tri-cilindrici offrono prestazioni più elevate.

La decisione finale dovrebbe basarsi su un’attenta valutazione del tipo di esperienza di guida che si desidera e, quando possibile, facendo un test su strada per sentire direttamente le differenze. Vediamo qualche esempio più specifico!

Motore a un cilindro o mono-cilindrico

Le moto con un motore di questo tipo sono apprezzate per la loro semplicità e per il loro (per alcuni piacevole) “rumore”. Leggere e compatte, sono caratterizzate da una coppia elevata a bassi regimi, sono ideali per la guida off-road, enduro e motard. Non raggiungono però le alte velocità e la potenza dei motori a più cilindri. In generale, sono perfette per chi cerca un’esperienza di guida più “diretta”, soprattutto su terreni accidentati o per viaggiare in città.

Tra i vantaggi di un motore a un cilindro troviamo leggerezza, buona manovrabilità e un costo di manutenzione ridotto. Le vibrazioni molto marcate rendono però queste moto poco adatte per lunghi viaggi su strada (è una soluzione sconsigliata ad esempio per un motoraduno di qualche giorno) e potrebbero non piacere a tutti.

Motore a due cilindri o bi-cilindrico

Come accennavamo, i motori bi-cilindrici sono tra quelli che più offrono un buon equilibrio tra potenza e maneggevolezza. Date le diverse configurazioni possibili, questi motori risultano molto versatili e si adattano perfettamente a diversi stili di guida.

Le moto a due cilindri sono infatti ideali per un’ampia gamma di usi, dalle moto da turismo e cruiser, fino a certe sportive e su fuori strada. Sono adatte sia per la guida urbana tra casa, lavoro e commissioni che per i viaggi.
Potrebbero però non raggiungere la potenza di punta dei motori dotati di maggiore cilindrata.

Motore a tre cilindri o tri-cilindrico

I motori tri-cilindrici combinano potenza e fluidità, offrendo un’esperienza di guida bilanciata. Sono apprezzati per la loro potenza elevata e per la buona erogazione su un ampio range di giri. Ottimi per chi cerca prestazioni sportive senza rinunciare alla comodità su lunghi percorsi. Sono però leggermente più complessi e costosi da mantenere rispetto ai mono e bi-cilindrici.

Cilindri moto: cosa scegliere?

Non esiste un motore “migliore” in senso assoluto. Dipende dalle specifiche esigenze del guidatore e da quello che si sta cercando da una moto. Se possibile, è consigliabile provare diversi tipi e modelli per capire quale configurazione di motore si adatta meglio alle proprie aspettative. Senza dimenticare che, a prescindere dal modello scelto, l’assicurazione moto è obbligatoria per tutti i proprietari di ciclomotori e motocicli che circolano sul territorio italiano.