In Italia ci sono città dove le assicurazioni auto sono particolarmente dispendiose e altre in cui sono più economiche, anche con un notevole divario tra le une e le altre. Periodicamente vari istituti e realtà di settore compiono approfondite analisi per verificare quali sono le località più convenienti.

In una tendenza generale all’aumento dei prezzi, i cittadini sono particolarmente sensibili verso la spesa necessaria per la polizza RC Auto. Molti, infatti, cercano di reperire le soluzioni più vantaggiose, ad esempio come quelle offerte dalle assicurazioni online oppure da quelle con pagamento a rate senza finanziamento.

Da ricordare che l’assicurazione per la responsabilità civile è obbligatoria e costituisce la copertura assicurativa minima associata a un veicolo per poter circolare in strada. Ogni compagnia copre i danni materiali causati a persone o cose coinvolte in un sinistro, con la sola eccezione del conducente responsabile.

Vediamo ora quali sono, secondo i dati aggiornati ad aprile 2024 ed elaborati da Adnkronos su un campione di 12,5 milioni di preventivi, le città italiane con l’assicurazione media più costosa e quelle in cui è meno cara. Lo studio considera principalmente i capoluoghi regionali.

Città con assicurazioni auto più costose: la top 10

Secondo l’indagine in questione, la città con le assicurazioni auto più care è Napoli. Nel capoluogo campano il prezzo medio di una polizza è di 1.135,55 euro, di gran lunga più esoso rispetto al dato della seconda, Palermo, dove è di 677,89 euro. Sul terzo gradino del podio c’è un altro grande centro urbano del sud, Bari, con 671,41 euro.

Roma è quarta con un costo medio della RC Auto di 666,90 euro, seguita da Genova (659,60 euro), Firenze (639,08 euro), Torino (620,23 euro), Cagliari (610,17 euro), Catanzaro (606,49 euro) e Perugia (590,68 euro).

Tra queste, solo Cagliari, Catanzaro e Perugia sono al di sotto della media nazionale di 612,52 euro, un dato che risulta “trascinato” verso l’alto dal picco rappresentato da Napoli.

Gli altri capoluoghi di regione: i più economici

A seguire, ecco la situazione degli altri dieci capoluoghi di regione analizzati. La città con assicurazioni auto mediamente più economiche è Trieste, che si attesta a quota 416,09 euro, circa tre volte in meno rispetto a Napoli. Questo il resto della classifica:

  • Ancona: 582,13 euro;
  • Bologna: 546,40 euro;
  • L’Aquila: 530,35 euro;
  • Venezia: 519,57 euro;
  • Campobasso: 518,44 euro;
  • Milano: 501,44 euro;
  • Trento: 481,06 euro;
  • Aosta: 466,39 euro;
  • Potenza: 438,71 euro
  • Trieste: 416,09 euro.

Quanto detto finora riguarda solo i venti capoluoghi di regione. Ma cosa succede nel resto dei capoluoghi di provincia? Ci sono dei picchi piuttosto rilevanti, come quello di Caserta, dove il prezzo medio arriva a 1.014,15 o Prato, dove la tariffa media della RC Auto è di 824,48 euro.

Prezzi RC Auto diversi da città a città: perché succede?

I motivi per cui ci sono città con assicurazioni auto ben più costose di altre sono molteplici e vanno oltre i rincari dovuti all’inflazione. Sulla composizione di una tariffa, infatti, influiscono vari fattori, a cominciare dalle caratteristiche soggettive dell’automobilista (età, classe di merito, storia assicurativa).

Tra gli elementi oggettivi, invece, uno dei più importanti ad avere impatto sui prezzi della RC Auto è il numero e il rischio di incidenti di una specifica città o zona. Più sinistri si verificano e più le condizioni ambientali e stradali sono favorevoli a tali situazioni, maggiore sarà il premio richiesto dalle compagnie assicurative.

In correlazione di ciò, determina il rialzo anche il costo medio dei risarcimenti calcolato su base territoriale, dal momento che le compagnie devono garantire che i premi raccolti coprano il totale dei rimborsi. Infine, nelle aree dove si verificano più truffe assicurative il costo delle polizze è più elevato. Incidono, infine, l’età media dei veicoli in circolazione e le politiche di ciascuna compagnia, che possono variare da territorio a territorio.