Abitazioni di 50 metri quadrati disposte in forma circolare, cortili e giardini interni, aree verdi comuni, orti e tanta natura: siamo a Brøndby Haveby, in Danimarca, una cittadina innovativa e sostenibile creata dall’architetto paesaggista Erik Mygind per creare un’integrazione armonica tra le abitazioni e le aree naturali.

Vista dall’alto sembra una struttura aliena e surreale, disposta in cerchi collegati tra loro e immersi in una cornice di prati verdi. Ma la cittadina innovativa e sostenibile di Brøndby Haveby esiste davvero e si trova vicino a Copenaghen. Gli abitanti vivono in piccole dimore a cerchio, che dispongono di un cortile comune al centro, orti e giardini.

Da dov’è uscita questa città?”, si chiedono tutti quelli che ne sentono parlare per la prima volta. La storia di Brøndby è millenaria, ma verso il 1950 ci fu un boom economico e demografico, che costrinse il comune a rinnovare la struttura urbana. Nel 1964 le amministrazioni decisero quindi di dedicare una porzione di territorio cittadino per sperimentazioni urbanistiche.

L’idea sostenibile dietro alla creazione di Brøndby

Oggi più che mai si sente parlare di città sostenibili che hanno l’obiettivo di ridurre l’inquinamento ai minimi termini e assicurare ai cittadini spazi più vivibili e a contatto con la natura. Brøndby è stata realizzata alla periferia di Copenaghen proprio per essere un quartiere ideale e più naturale possibile, su progetto dell’architetto paesaggista Erik Mygind, che a sua volta si è ispirato all’architetto danese Carl Theodor Sørensen. Quest’ultimo progettò i magnifici giardini-labirinto De Runde Haver a Nærum, in cui le pareti sono costituite da elementi naturali e tutti gli ambienti sono attraversati dal vento. Dallo spunto di Sørensen, Mygind iniziò a ideare un quartiere unico e sostenibile, che evocasse un antico villaggio in cui la popolazione si radunava attorno al fuoco, caratterizzato da forme circolari e materiali ecologici, per creare un’armonia naturale tra la vita rurale e ritmi cittadini.

L’architettura di Brøndby: case circolari, orti e natura

L’architettura di Brøndby: case circolari, orti e natura

A Brøndby i quartieri sono a forma di cerchio, nel cui diametro esterno sono realizzate le abitazioni, una di fianco all’altra. Ogni casa ha giardino, parcheggio e un cortile comune situato al centro, realizzato per favorire la convivialità. Tutti gli abitanti possiedono anche un orto in cui coltivare i prodotti della terra e incentivare l’autoproduzione e il consumo di prodotti a chilometro zero. La struttura totale della cittadina, ad oggi, conta 24 cerchi con una dozzina di dimore ciascuno e 284 giardini. Il verde è garantito dalle innumerevoli siepi che fungono da pareti tra un giardino e l’altro, alte da 80 a 180 cm e inclinate, che permettono di sfruttare appieno la luce solare e massimizzare il risparmio energetico. Questa particolare conformazione dei giardini ha valso a Brøndby l’appellativo di “Garden City”, la città dei giardini appunto. Le case, invece, sono di dimensioni diverse ma non superano i 50 metri quadrati e, ad oggi, sono perlopiù utilizzate come residenze estive degli abitanti di Copenaghen.

La vita a Brøndby

Come si vive a Brøndby non è difficile da immaginare. Gli abitanti sono tutti dello stesso parere: è una piccola comunità felice, dove tutti conoscono tutti e si incontrano nei giardini e nei cortili, prendendo un caffè insieme o condividendo pasti e momenti di svago. Paragonato ai tradizionali contesti urbani, in cui a volte non si conosce nemmeno il vicino di casa e si è sopraffatti dal rumore delle strade, non è sicuramente una situazione ideale? Brøndby rappresenta un modello urbano unico e sostenibile, in cui le persone rispettano l’ambiente e si rispettano tra loro, che potrebbe essere di ispirazione ad altre città in tutto il mondo.

Cosa vedere a Brøndby?

Cosa vedere a Brøndby?

Non essendo una città grande e nemmeno turistica, è facile immaginare che le attrazioni a Brøndby scarseggino. Ma se vi trovate in vacanza a Copenaghen, una visita alla “Garden City” non può che essere una tappa obbligatoria per vedere con i vostri occhi un luogo assolutamente unico e originale.

A parte una passeggiata tra le affascinanti costruzioni circolari e nel grande parco pubblico Brøndby Strand, sarà interessante visitare il moderno stadio della squadra locale di calcio, il Brøndby IF. La cittadina ha anche due chiese da visitare: la Gamle Kirke, quella più antica risalente al XII secolo, di stile prettamente nordico; e la Brøndbyøster Kirke, più moderna, abbracciata da un bellissimo giardino. Per rilassarsi e fare un picnic, invece, ci si può recare a Kløvermarken, un parco che offre attività ludiche e sociali, oltre a diverse aree gioco per bambini.