Scopriamo Taumatawhakatangihangakoauauotamateaturipukakapikimaungahoronukupokaiwhenuakitanatahu, la collina neozelandese con il nome più lungo del mondo.

In Nuova Zelanda è situata una particolare collina, celebre per essere la località con il nome più lungo del mondo. Si chiama Taumatawhakatangi­hangakoauauotamatea­turipukakapikimaunga­horonukupokaiwhen­uakitanatah e si trova vicino a Pōrangahau, nella Baia di Hawke. Il nome è composto da ben 85 caratteri in lingua maori, un vero e proprio nome da record. Scopriamo, dunque, il suo significato e perché oggi è divenuta una vera e propria meta turistica, non solo per il nome.

Cosa significa Taumatawhakatangi­hangakoauauotamatea­turipukakapikimaunga­horonukupokaiwhen­uakitanatahu?

Con le sue 85 lettere, la celebre collina neozelandese detiene il record mondiale della località con il toponimo più lungo del mondo. Al secondo posto troviamo la cittadina britannica del Galles Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch che ad oggi resta la città con il nome più lungo d’Europa.

Per praticità il lunghissimo nome viene abbreviato dagli abitanti neozelandesi in “Taumata Hill”. Ma qual è il significato che si cela dietro questo lunghissimo nome?

Il significato di Taumatawhakatangi­hangakoauauotamatea­turipukakapikimaunga­horonukupokaiwhen­uakitanatahu si nasconde nei termini che lo compongono e in italiano può essere tradotto in “il luogo in cui Tamatea, l’uomo dalle grandi ginocchia, che scivolava, scalava e inghiottiva le montagne, conosciuto come “divoratore di terre”, suonò il suo flauto per il suo amato”.

Storia di una collina con il nome da record

Il significato del nome nasconde dunque cenni della sua storia. Si narra infatti che in passato quel luogo fu teatro di una grande battaglia. L’eroe Tamatea si scontrò contro la tribù Ngati Hine, perdendo il fratello. La leggenda racconta che Tamatea rimase talmente tanto scosso dalla perdita che si fermò alcuni giorni sul posto, recandosi lì ogni mattina per suonare il Kōauau (il flauto maori) in sua memoria.

L’affascinante collina Taumatawhakatangi­hangakoauauotamatea­turipukakapikimaunga­horonukupokaiwhen­uakitanatahu è oggi divenuta una meta turistica molto frequentata, ma non solo per la curiosità riguardo il suo lunghissimo nome. La Nuova Zelanda, infatti, è un territorio talmente tanto ricco di fascino e ricchezza che nasconde al suo interno paesaggi a dir poco incantevoli, capaci di stimolare la pace dei sensi, proprio come questa particolare collina.

Vale dunque la pena raggiungere Taumata Hill non solo per provare a pronunciare il suo nome tutto d’un fiato, ma anche per perdersi tra le bellezze dei suoi incantevoli scorci, da visitare sia in inverno che d’estate. La Nuova Zelanda, del resto, offre tantissimo per gli amanti della natura, con tanti percorsi trekking e splendidi itinerari tutti da esplorare a piedi o in bici, per scoprire luoghi nascosti e vivere momenti indimenticabili durante il proprio viaggio a contatto con la natura.

Come raggiungere la collina in Nuova Zelanda

Taumatawhakatangi­hangakoauauotamatea­turipukakapikimaunga­horonukupokaiwhen­uakitanatahu si trova vicino a Pōrangahau, nella Baia di Hawke.

Sicuramente l’itinerario più semplice che vi permette di raggiungerla è da Wellington. Una volta raggiunta in aereo la ricca capitale neozelandese, è possibile raggiungere la collina in auto imboccando la SH1 in direzione Hawke Bay.

Tra le località più belle da visitare, la Nuova Zelanda offre scorci meravigliosi ed è una delle mete ideali da vivere on the road per immergersi in un’esperienza unica e avventurosa alla scoperta della meravigliosa natura neozelandese.