La Festa della Liberazione a Milano offre numerose opportunità per trascorrere una giornata all’insegna della cultura e dell’impegno civile. Scopriamo tutti gli eventi in programma nella città meneghina per il ponte del 25 aprile, tra manifestazioni, mostre, spettacoli e molto altro ancora. 

Una giornata carica di significato e di riflessione sui valori di libertà e democrazia, con un’ampia gamma di attività ed eventi per tutti i gusti. Il capoluogo della Lombardia in questi giorni è affollato di turisti, che raggiungono la città per il ponte e per partecipare agli imperdibili eventi di aprile.

Scopriamo le proposte più interessanti in programma a Milano, con qualche indicazione utile per spostarsi in modo agevole e sostenibile per le vie della smart city lombarda.

La celebrazione del 25 aprile a Milano

Milano ha avuto un ruolo di primo piano durante la Resistenza italiana (è insignita della medaglia d’oro) e in città il 25 aprile è tuttora una ricorrenza particolarmente sentita e celebrata. La mattinata è caratterizzata dalla deposizione di corone alle vittime del nazifascismo in varie piazze, tra cui figurano Piazzale Loreto e Piazza della Scala.

Nel pomeriggio di domani, alle ore 14.00, ha inizio il tradizionale corteo della Liberazione da Corso Venezia fino a Piazza Duomo attraverso le vie del centro, seguito da una serie di interventi di rappresentanti istituzionali e sindacali dal palco allestito nella principale piazza milanese.

Le strade interessate dal corteo sono: Corso Venezia, Piazza San Babila, Corso Matteotti, Piazza Meda, Via Catena, Largo Mattioli, Via Case Rotte, Piazza della Scala, Via Santa Margherita, Via Mengoni, Piazza Duomo.

I luoghi imperdibili da visitare a Milano il 25 aprile

Su iniziativa del Ministero della Cultura, a Milano domani i musei statali sono aperti e prevedono l’ingresso gratuito. È il caso della Pinacoteca di Brera, aperta dalle ore 8.30 alle 19.15 (ultimo ingresso 18.00), e del Cenacolo Vinciano, dove si può ammirare la famosa Ultima Cena di Leonardo da Vinci. In entrambi i casi è necessaria la prenotazione obbligatoria sui siti istituzionali.

Visitare il Duomo è una tappa immancabile per un turista in visita a Milano. In particolare, salire sulle terrazze permette di ammirare da vicino le guglie e le sculture di questa straordinaria cattedrale, godendo di un meraviglioso panorama da cartolina sulla città.

Un itinerario particolare prevede di attraversare i caffè storici di Milano, con una visita guidata alle ore 10.45 che include anche una degustazione. Un viaggio nel tempo, attraverso storia e atmosfere di alcuni locali storici meneghini.

Ma il 25 aprile è anche occasione per non dimenticare un’altra tragedia della Seconda Guerra Mondiale: l’olocausto. In questo giorno il Memoriale della Shoah di Milano è aperto al pubblico, con visite guidate in programma alle ore 10.00, 11.30, 12.30 e 14.00.

Musica e teatro: gli spettacoli in programma nel capoluogo lombardo

Al termine delle celebrazioni del 25 aprile, il Teatro alla Scala ospita l’annuale concerto della Liberazione organizzato dall’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) con inizio alle ore 18.00. Per chi si reca alla Scala, inoltre, nel museo annesso è visitabile la mostra Fantasmagoria Callas: un progetto espositivo dedicato alla leggendaria cantante lirica Maria Callas.

Il Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi propone invece, nella sua sede, la terza edizione del concerto Milano è Memoria. Il Conservatorio per la sua città. Un’esibizione a cura dei corsi di musica pop-rock, con voce recitante di Alberto Onofrietti e partecipazione gratuita fino a esaurimento posti.

Tra gli spettacoli teatrali da segnalare spicca il musical Vlad Dracula, in scena al Teatro Nazionale alle ore 20.45. Mentre il Teatro Manzoni, alla stessa ora, propone la divertente commedia Pigiama per sei con Laura Curino, Antonio Cornacchione, Rita Pelusio e Max Pisu.

Le mostre d’arte a Milano

Sono tante le mostre attualmente fruibili a Milano, visitabili anche il 25 aprile. A cominciare da Palazzo Reale che propone Cézanne/Renoir. Capolavori dal Musée de l’Orangerie e dal Musée d’Orsay: un’esposizione che mette a confronto le personalità e le opere di Paul Cézanne e Pierre-Auguste Renoir, maestri dell’Impressionismo.

Il Palazzo ospita altre tre mostre di grande interesse: quella su Giuseppe De Nittis, artista italiano dell’Ottocento attivo a Parigi; quella su Brassaï, nome d’arte del celebre fotografo franco-ungherese Gyula Halász; infine, per gli amanti della moda, la mostra dedicata alla creazioni di Dolce&Gabbana.

Chi si trova in città per il ponte del 25 aprile può anche visitare la mostra Picasso. La metamorfosi della figura al MUDEC – Museo delle Culture in Via Tortona- dove troverà anche Tatuaggio. Storie dal Mediterraneo sulla storia dei tatuaggi- e Arnaldo Pomodoro. Il movimento possibile alla Cortesi Gallery in Via Morigi, con opere inedite del noto scultore.

Diverse anche le mostre immersive: c’è quella dedicata a Van Gogh presso Lampo Scalo Farini a Space Dreamers in Piazza Beccaria; la digital experience su Monet e gli Impressionisti alla Next Area di Via Sarpi e la Love, al Next Museum di Sesto San Giovanni. Chi si reca invece al Milano Certosa District può osservare i grandi collage fotografici open air dell’artista francese Robin Lopvet.

Come muoversi a Milano il 25 aprile

Il modo migliore per spostarsi a Milano è utilizzare l’efficiente rete dei trasporti pubblici. Tuttavia il 25 aprile alcune linee di superficie potrebbero subire rallentamenti e deviazioni per il passaggio dei cortei della Festa della Liberazione. Si consiglia quindi di tenere d’occhio i canali digitali e social di ATM per essere sempre aggiornati e di prenotare in anticipo i propri biglietti per i mezzi pubblici, per evitare possibili file. In ogni caso, i trasporti seguono i normali orari dei giorni festivi.

Per chi arriva dall’autostrada, invece, il consiglio è velocizzare le procedure di pagamento al casello attraverso il servizio di telepedaggio e usufruire dei numerosi parcheggi di interscambio convenzionati da cui prendere i mezzi per muoversi agilmente in città. Infatti spostarsi in auto e trovare parcheggio a Milano non è semplice e può anche avere costi molto elevati.

Infine, se si preferisce fare una scelta green, è possibile utilizzare i servizi di micromobilità elettrica in sharingmonopattini e biciclette– ampiamente presenti in città.