Non solo Londra, tra le città più caratteristiche del Regno Unito c’è anche Manchester: una meta meno battuta rispetto alla capitale, ma che vale sempre la pena visitare. Dai suoi iconici musei ai vivaci quartieri artistici, la città inglese offre un’ampia gamma di attrazioni da non perdere. Scopri in questo articolo cosa vedere a Manchester!

Scienza, tecnologia, design, cultura, musica e ovviamente calcio: Manchester è tutto questo e molto di più. Si trova a Nord-Ovest del Regno Unito, a circa 300 chilometri da Londra- la smart city inglese- e a 50 chilometri da Liverpool.

Un tempo era un importante distretto industriale, ma ora si distingue soprattutto per la sua offerta culturale grazie alla presenza di importanti musei e dei quartieri in cui l’arte è sempre al centro della scena. È una delle città dove si vive meglio in Inghilterra, una delle 52 mete da visitare secondo il New York Times, nonché una destinazione perfetta per chi apprezza il turismo culturale.

In questo articolo ti diamo qualche consiglio su cosa vedere a Manchester, certi che ti verrà voglia di fare le valige e partire per raggiungere questa splendida città.

Prima di cominciare il nostro viaggio virtuale, però, ti ricordiamo che, a causa della Brexit per viaggiare verso il Regno Unito è necessario richiedere il visto.

Cosa vedere a Manchester: i musei

Manchester è una città ricca di stimoli culturali, dove non mancano di certo le possibilità per perdersi tra qualche opera d’arte o di ingegno. Qui abbiamo voluto raccogliere quei musei che più incarnano lo spirito della città e che sono imprescindibili per ogni visitatore. E inoltre, dettaglio non da poco, sono tutti gratuiti.

The Withworth Art Gallery

Fondata nel lontano 1889 è la prima grande galleria all’interno di un parco, il Withworth park. Dopo ingenti investimenti, oggi vanta numerose sale dedicate all’esposizione di opere di arte moderna e contemporanea: parliamo di oltre 60.000 oggetti d’arte. Parte integrante dell’Università di Manchester, la galleria svolge anche il ruolo di polo scientifico e di ricerca rappresentando un vero vanto per la città e un’attrazione imperdibile per gli amanti dell’arte.

È aperta da martedì a domenica, dalle 10:00 alle 17:00, con eccezione del giovedì, giorno in cui l’orario di apertura si prolunga fino alle 21:00.

Museum of Science and Industry

Situato in una delle stazioni ferroviarie più antiche del mondo, il Museum of Science and Industry ripercorre il passato industriale di Manchester. Visitare questo museo, però, non significa solo fare un tuffo nel XVIII secolo, ma anche scoprire invenzioni che potrebbero caratterizzare il nostro futuro. È infatti proprio qui che ogni ottobre si tiene il Science festival, un evento che attira da tutto il mondo menti brillanti e appassionati di scienza.

Puoi visitarlo gratuitamente tutti i giorni, dalle 10:00 alle 17:00.

Manchester Art Gallery

Non poteva mancare nella nostra guida una menzione alla Manchester Art Gallery, una vera e propria istituzione culturale inglese. Situata nel cuore del centro storico, nel quartiere di Chinatown e a pochi passi dai Piccadilly Gardens, ospita una vasta gamma di opere d’arte- circa 25mila oggetti- che abbracciano sei secoli di storia. La sezione dedicata alle opere britanniche dell’epoca vittoriana è particolarmente affascinante e merita una visita che ti occuperà almeno una mattinata intera.

Gli orari di apertura variano a seconda dei giorni: il lunedì puoi visitarlo dalle 11:00 alle 17:00, mentre dal martedì alla domenica il museo ti accoglierà un’ora prima, dalle 10:00 alle 17:00.

I quartieri da vedere a Manchester

Di quartieri ricchi di attrazioni, a Manchester, ce ne sono a bizzeffe: qui puoi trovare quelli che non possono mancare nel tuo itinerario.

Gay Village

È uno dei primi e più rinomati quartieri della comunità LGBTQIA+. Si trova nell’area circostante al Canal street ed è il fulcro della vita notturna di Manchester. Brulica di club, ristoranti, pub tradizionali ed è difficile non imbattersi in qualche festa. Anche se pare superfluo dirlo, è qui che ad agosto si svolge il Manchester pride.

Northern Quarter

Se ti piacciono la street art, i negozietti vintage e la musica, Oldham street è l’indirizzo da segnare sulla mappa del tuo viaggio a Manchester. È da qui che comincia il Northern Quarter, il quartiere più creativo di tutta la città, che coniuga lo spirito innovativo di Manchester con un geniale senso artistico. Da segnalare:

  • I graffiti nella Stevenson Square, una piazza che di notte si trasforma in un ritrovo per tantissimi giovani;
  • Il Fred Aldous, un iconico negozio di arte e artigianato, “vecchio” di 150 anni;
  • Il Piccadilly Records, un negozio di vinili aperto nel 1978 dove troverai con grande facilità i dischi di tre grandi gruppi ai quali Manchester ha dato i natali: Joy Division, The Smiths e gli Oasis.

Ancoats

È il quartiere dei mill, ossia i celebri edifici costruiti con mattoni rossi, testimoni del passato tessile della zona. Nel XIX secolo in questo luogo si poteva ascoltare solo il rumore dei telai e il vociare degli operai. Oggi, invece, l’atmosfera è ben diversa grazie alla gentrificazione, che ha dato nuova linfa vitale al quartiere.

Se vuoi mangiare in un ristorante stellato questo è il posto giusto: al numero 42 di Blossom Street lo chef Simon Martin ha aperto il suo Mana, con un menù da 14 portate.

Come arrivare a Manchester e come muoversi

Manchester è facilmente raggiungibile da tutte le principali città italiane con un volo low cost che puoi prenotare in app selezionando la soluzione più comoda ed economica, che meglio si adatta alle tue esigenze.

L’Aeroporto di Manchester si trova a soli 14 chilometri dalla città e, una volta a terra, per arrivare nei quartieri tipici ti basterà:

  • Viaggiare in treno: dalla stazione dell’aeroporto ti condurrà fino al cuore della città, cioè alla stazione Piccadilly. Il viaggio ha una durata di 20 minuti e i prezzi partono da 3 sterline;
  • Viaggi in pullman: il bus parte dalla stazione dell’aeroporto ogni 15 minuti. Il viaggio è un po’ più lungo rispetto al treno (circa mezz’ora) e il biglietto di sola andata parte da 4 sterline;
  • Con un taxi: è il mezzo più comodo ma anche quello meno economico: parliamo di circa 30-35 sterline per raggiungere il centro.

Muoversi all’interno della città sarà ancora più semplice e soprattutto a basso impatto ambientale: Manchester è infatti una delle città più avanzate sul fronte della mobilità sostenibile. Oltre a un trasporto pubblico eccellente vanta un ottimo servizio di bike sharing con oltre 1500 bici, di cui 300 elettriche. Per cominciare a girare la città in bicicletta ti servirà semplicemente scaricare la Beryl app, pagare e partire.