Il mondo sommerso si svela ai nostri occhi con lo snorkeling. Bastano una maschera e delle pinne per iniziare ad esplorare le sue meraviglie. Ma quali sono i luoghi più belli da scoprire? Abbiamo scelto i posti che ti sorprenderanno per bellezza e varietà. 

Voglia di vacanza, di scoperta e di avventura?  Lo snorkeling fa per te. Un’attività acquatica divertente, adatta a tutti e per tutte le età, per ammirare la vita sottomarina nei fondali più belli e ricchi di vita. Abbiamo scelto i più belli. Prima di tutto, lo snorkeling fa parte della famiglia degli sport acquatici, come la canoa e il surf, ma è differente dall’esplorazione sottomarina in profondità, spesso a caccia di relitti sommersi, che richiede l’immersione completa con attrezzature complesse, come le bombole, e una certa esperienza.

Che cos’è lo snorkeling?

Lo snorkeling deriva dall’inglese “snorkel” e indica il boccaglio, ovvero il tubo che permette di respirare senza bisogno di alzare la testa dall’acqua. Basta sdraiarsi a pancia in giù, con il viso immerso per iniziare ad ammirare la flora e la fauna marina. Non richiede particolari abilità, a parte il saper nuotare, ed è particolarmente adatto anche ai bambini, a partire dall’età di 8-10 anni.
Si pratica in acque basse, limpide e tranquille dove è presenta un’ottima visibilità e molta varietà di specie. I luoghi ideali sono le barriere coralline, le lagune, la baie e i parchi marini.
Si può nuotare liberamente oppure seguire un percorso stabilito, anche con il supporto di una guida, e molte persone lo trovano, oltre che divertente e affascinante, anche rilassante, perché si è a stretto contatto con la natura e si sente solo il rumore dell’acqua.

Una delle regole base per praticarlo è quella di avere massimo rispetto dell’ambiente che si va ad osservare, evitando scrupolosamente di toccare e giocare con le piante e i pesci, che potrebbero anche essere pericolosi ed urticanti, inquinare o, peggio, danneggiare il delicato ecosistema. Occorre particolare attenzione, poi, con i coralli e le meduse.

L’attrezzatura. Cosa sapere

La dotazione necessaria per svolgere lo snorkeling è piuttosto semplice ed economica: una maschera, dotata di un boccaglio, e delle pinne, per aiutarsi nella nuotata. La maschera deve essere ben aderente sul viso e coprire il naso per rimanere sott’acqua più a lungo possibile. In commercio esistono anche delle maschere full face che coprono interamente il viso, rispetto a quelle tradizionali.
Le maschere full face offrono un campo visivo più grande, una respirazione più facile per chi non sa usare il boccaglio e un comfort maggiore. Hanno solitamente un prezzo più alto e sono più difficili da pulire rispetto a quelle standard.
Per completare la dotazione e svolgere l’attività in piena sicurezza occorrono: una muta, per proteggersi dal sole e dal contatto con alcune specie animali che provocano reazioni urticanti, un giubbotto di galleggiamento, per affaticarsi di meno e molto consigliato per i più piccoli, e una boa segnaletica, per evitare scontri con imbarcazioni e altri nuotatori nella zona.

Quali sono le migliori destinazioni per fare snorkeling?

Abbiamo scelto i luoghi più belli dove nuotare per ammirare i fondali e le specie più particolari, per una vacanza all’insegna dell’avventura. Basta scegliere la destinazione e programmare il viaggio: queste meravigliose destinazioni vi aspettano per stupirvi con le loro caratteristiche uniche e sorprendenti.

In Italia

Il Mediterraneo, con le sue numerose isole, offre grande bellezza e varietà e abbiamo scelto i posti italiani più rappresentativi dove svolgere questa attività:

  • Il Golfo di Orosei, in Sardegna, offre una serie di insenature dalle acque limpide e incontaminate, molto conosciute agli amanti dello snorkeling come Cala Goritzè, Cala Luna e Cala Mariolu, inoltre è ricca di grotte e spiagge bellissime.
  • Arbatax, bellissimo borgo sardo, è contraddistinta dalle scogliere di porfido rosso, ed è famosa per ospitare Budelli, la spiaggia dalla sabbia rosa. La sua costa è ricca di baie e insenature contornate da numerose torri di avvistamento, molte ancora agibili.
  • Cala Coticcio è una piccola baia dell’Isola di Caprera, sempre in Sardegna, caratterizzata dall’incredibile varietà di animali marini quali tartarughe, pesci e delfini. un vero paradiso per gli amanti dello snorkeling.
  • Punta Prosciutto, nel Salento in Puglia, per la sua bellezza e la spiaggia fine ricorda una località caraibica, molto adatta a tutti gli sport acquatici e ad una vacanza per tutta la famiglia.
  • L’Isola di Ustica, vicino alle Isole Egadi e alla bellissima Favignana, è stata definita il paradiso dei subacquei i, in generale, di chi ama il mare, per la grande varietà di specie acquatiche che offre ai suoi visitatori. Da esplorare anche la Grotta Azzurra, la Grotta Verde e la Grotta delle Barche.

In Europa

Passiamo ora alle bellezze del resto del Mediterraneo e delle coste dei Paesi dell’Est con:

  • Balos è una suggestiva laguna sulla costa nord- ovest di Creta, è conosciuta per le sue acque cristalline e le sue spiagge bianchissime che richiamano le località caraibiche e per questo richiama turisti da tutta Europa.
  • Blue Lagoon si trova a 25 minuti di traghetto da Malta, tra le isole di Comino e Cominotto, dalle acque trasparenti e profonde caratterizzate dal colore blu intenso che dà il nome alla piccola e incantevole baia.
  • Kap Kamenjak, in Croazia, si trova nel sud dell’Istria, a 10km da Pola e piace per la costa molto frastagliata e le numerose baie che ospitano una grande varietà di specie animali e vegetali tutelate  come cavallucci marini e molluschi bivalvi.
  • Ksamil è una delle località marine più belle in Albania, con calette di sabbia bianca e mare cristallino, basta scegliere tra Bora Bora Beach, la spiaggia di Tre Ishujt Beach e la spiaggia di Pema e Thate, tutti luoghi perfetti per l’attività dello snorkeling.

Nel mondo

Tuffiamoci ora in acque tropicali con queste località da sogno:

  • Il Mar Rosso, tra Egitto, Israele e Arabia Saudita, dove ammirare la barriera corallina lunga ben 1.900 chilometri con una straordinaria varietà di specie animali e vegetali. Circa 1.200 specie di pesci e 300 di differenti coralli. I luoghi favoriti sono, oltre a Sharm el Sheikh e Marsa Alam, anche Hurghada, Dahab, El Gouna, Safaga e la riserva naturale Ras Mohamed.
  • Le Maldive, con il suo arcipelago da 1.200 isole, offre uno scenario unico e molto variegato con spiagge di sabbia corallina. Tra le località più belle Isola Kadhoo, Atollo di North Malé, Banana Reef, Fish Head e Manta Point, famoso per le sue mante giganti.
  • Costa Rica, Panama e Messico non sono da meno con le loro superbe spiagge. In Costa Rica si trovano Isola del Cocco e Isola del Caño, con la prima dichiarata Patrimonio dell’Unesco, dove vivono banchi di squali martello, mante, delfini e balene gobbe. A Panama troviamo l’Arcipelago di Bocas del Toro, con i suoi numerosi cayos, piccole isole, ricchi di stelle marine e spiagge bianchissime. Infine il Messico con Tulum che offre la spiaggia più bella della Riviera Maya e la possibilità di nuotare con le tartarughe.
  • Tahiti e la Polinesia Francese, con 5 arcipelaghi e 118 isole, sorprende per le acque trasparenti, le spiagge di sabbia finissima e l’eccezionale biodiversità con balene, delfini, squali, tartarughe marine e razze. I posti migliori per vederli sono le lagune delle Tuamotu, Rurutu nelle Isole Australi, l’atollo di Fakarava, le Isole Marchesi, le Isole di Società e le Isole Gambier.
  • Le Hawaii costituiscono un vero paradiso tropicale, a partire dalla capitale Honolulu ma non sono meno belle l’Isola di Oahu con la conosciuta Hanauma Bay e Makaha Beach Park, la costa di Kona, le baie di Kealakekua e Pawai dove poter ammirare tartarughe, polpi, anguille e mante.
  • L’Indonesia, protagonista di un importante progetto di recupero dei coralli, propone una varietà incredibile di luoghi per fare snorkeling partendo dal famoso arcipelago di Raja Ampat, che ospita la barriera corallina, al Parco Marino di Bunaken a Salawesi, Lombok e le Isole Gili, senza dimenticare l’Isola di Komodo.
  • La Grande Barriera corallina, in Australia, conclude la nostra rassegna di luoghi ideali per fare snorkeling. Grande in tutti i sensi con un’estensione di 2.300 chilometri, migliaia di coralli, circa 1.800 tipi di pesci diversi, oltre 125 specie di squali e 5.000 specie di molluschi. Si può scegliere tra il Ningaloo Marine Park, Heron Island, Lord Howe Island, Baird Bay e Shelly Beach.