A Castelsaraceno, nel Parco del Pollino, sospeso tra le montagne lucane c’è il ponte tibetano più lungo del mondo. Ecco cosa c’è da sapere per visitare una delle attrazioni più incredibili del nostro Paese.

Tra i borghi del Pollino più belli, dove l’ospitalità calorosa dei residenti, l’autenticità dei piatti locali e i colori vivaci visibili in ogni angolo rendono la visita un’esperienza memorabile, c’è senza dubbio Castelsaraceno. Oltre che per la bellezza storica e architettonica, questo paesino è famoso in particolare per il suo ponte tibetano, che detiene un primato eccezionale: è il più lungo del mondo. Andiamo a scoprire nel dettaglio questa meraviglia, che lascia a bocca aperta chiunque la visiti.

586 metri, 24 tonnellate di acciaio e 1160 passi nel vuoto: ecco il ponte tibetano più lungo del mondo

Con i suoi 586 metri di lunghezza e gli 80 metri di altezza, il ponte tibetano collega il Parco nazionale del Pollino e il Parco nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese: per questo motivo è chiamato anche il “Ponte tra due parchi”. Inaugurato il 31 luglio 2021, questo straordinario capolavoro ingegneristico offre l’emozione di attraversare un ponte sospeso tra le montagne, consentendo al tempo stesso di godere di uno dei paesaggi più incantevoli e incontaminati del Sud Italia.

Situato a metà strada tra il bellissimo mare di Maratea e la città incantevole di Matera, il ponte tibetano offre una prospettiva unica sul selvaggio entroterra lucano, una tappa essenziale per chiunque stia pianificando una vacanza ecologica in Basilicata. Questa straordinaria opera di ingegneria, che si eleva a 80 metri dal suolo, si snoda dal cuore antico del borgo fino a raggiungere un promontorio roccioso, offrendo accesso a foreste ancora poco esplorate.

Attraversarlo è un’esperienza unica: 1160 passi sospesi nel vuoto, che invitano a procedere lentamente per assaporare la vista spettacolare che circonda i visitatori. È l’escursione ideale per coloro che cercano un momento di pausa dallo stress quotidiano e desiderano immergersi completamente nel verde.

Dotato di tiranti laterali che assicurano stabilità anche nei giorni più ventosi e di un sistema di accesso automatizzato con imbragature a norma di legge, è accessibile ogni giorno e adatto a tutti, dalle famiglie con bambini agli anziani e ai gruppi di amici, permettendo a chiunque di vivere l’emozione di attraversare il ponte più lungo del mondo.

Orari e prezzi per visitare il ponte

Le tariffe per visitare il ponte variano a seconda del metodo di acquisto e del tipo di biglietto. Comprando il biglietto online, il ticket singolo costa 25 euro, mentre se si preferisce acquistarlo direttamente in cassa, il prezzo sale a 30 euro.

Gli orari di accesso differiscono nei giorni feriali e nei fine settimana: dal lunedì al venerdì, l’ingresso è consentito dalle 10:00 fino alle 13:59, mentre sabato, domenica e giorni festivi, l’accesso è possibile dalle 10:00 fino alle 17:59.

Per maggiori informazioni visitare il sito ufficiale del Ponte tra due parchi.

Come raggiungere Castelsaraceno

Ci sono diverse opzioni per arrivare a Castelsaraceno: è possibile raggiungere il borgo viaggiando in auto, treno, aereo, taxi o utilizzando mezzi a noleggio. Viaggiando in auto e utilizzando il telepedaggio, l’uscita consigliata è il casello di Lauria Nord sulla Autostrada E45 Salerno-Reggio Calabria, ora una moderna autostrada a tre corsie che offre un viaggio tranquillo e fluido. Da qui, seguendo la SS 653 della Valle del Sinni, Castelsaraceno è a soli 31 km di distanza. In alternativa, prendendo la stessa SS653 e deviando sulla Strada Provinciale 18, si può raggiungere il paese dopo 25 km.

Scegliendo il treno, le stazioni raccomandate sono Salerno, a 160 km di distanza, o Sibari, a 115 km. Per chi invece preferisce prenotare un volo e prendere l’aereo, gli aeroporti più vicini sono quelli di Bari, a 175 km, Lamezia Terme, a 205 km, e Napoli Capodichino, a 215 km.