Partono oggi martedì 23 gennaio le prenotazioni per gli incentivi auto 2024, ed in particolare per ottenere l’ecobonus. Ecco come fare domanda.

Dal oggi martedì 23 gennaio riprendono le prenotazioni per gli incentivi auto del 2024. Come stabilito dalla circolare del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, sono stati stanziati 610 milioni di euro per le vetture (auto elettriche, ibride plug-in, termiche, veicoli commerciali). Oltre a 30 milioni per ciclomotori e motocicli, come previsto invece dalla Legge di Bilancio 2021. E di questi, circa il 5% destinati alle auto elettriche e ibride plug-in è riservato specificamente per gli acquisti effettuati da persone giuridiche e società impegnate nel car sharing e nell’autonoleggio a scopi commerciali.

Incentivi auto 2024: come fare domanda

Per inoltrare la richiesta degli incentivi, è necessario seguire la procedura descritta nella circolare emessa dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy il 30 dicembre 2023. La fase di prenotazione inizia dalle 10:00 del 23 gennaio 2024, attraverso la piattaforma Ecobonus. Questa operazione può essere effettuata fino all’esaurimento delle risorse disponibili. È importante notare che la gestione della richiesta è compito esclusivo dei rivenditori e concessionari. Questi applicheranno gli sconti direttamente all’atto dell’acquisto, senza che l’acquirente debba intraprendere ulteriori azioni.

Tuttavia, determinate categorie di acquirenti sono tenute a presentare specifiche dichiarazioni per confermare la loro eleggibilità agli incentivi. Queste dichiarazioni, inserite dal rivenditore nella piattaforma Ecobonus, devono essere fatte da:

  • Persone fisiche: devono dichiarare che manterranno la proprietà del veicolo acquistato per almeno 12 mesi;
  • Società di car sharing: devono attestare l’uso del veicolo a fini commerciali nel car sharing, assicurando il mantenimento di tale impiego e della proprietà del veicolo per almeno 24 mesi;
  • Società di autonoleggio: devono dichiarare l’utilizzo del veicolo per attività di autonoleggio a fini commerciali, diverse dal car sharing, mantenendo l’impiego e la proprietà del veicolo per almeno 12 mesi;
  • PMI nel settore del trasporto merci: sono richieste due autocertificazioni, una per confermare i requisiti di PMI e l’altra per attestare l’attività di trasporto di merci in proprio o per conto terzi.

Le autocertificazioni necessarie sono reperibili sulla pagina dedicata alla normativa degli incentivi auto 2024.

Possibili modifiche agli sconti nei prossimi mesi

Il Governo ha pianificato delle possibili modifiche agli incentivi, che potrebbero comportare un aumento del plafond e dei limiti di spesa, oltre a sconti maggiori per alcune categorie di acquirenti. Da menzionare anche l’introduzione di nuove opzioni di finanziamento, come il leasing sociale. I cambiamenti, tuttavia, verranno formalizzati nel nuovo DPCM, atteso per febbraio 2024.

Nel frattempo, la situazione attuale si articola in diverse fasi. A partire dal 23 gennaio 2024, le prenotazioni per gli incentivi auto sono aperte e manterrano inizialmente gli sconti del 2023. Questi sono validi per acquisti effettuati a partire dal 1° gennaio 2024. Il 1° febbraio 2024 è prevista una riunione del Tavolo Automotive presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, dove si discuterà il nuovo piano degli incentivi. Successivamente a questa data, verrà presentato il DPCM che stabilirà i dettagli dei nuovi incentivi per l’anno 2024, dando il via alle prenotazioni per i nuovi sconti. Fino a quel momento, resteranno validi gli incentivi precedenti.