Estate a Roma? Puoi approfittarne per godere dell’arte offerta dallo Spazio Griot, al Mattatoio. In questo articolo trovi tutti gli eventi e le informazioni per vivere un’esperienza culturale estiva come non l’hai mai vissuta.

Alle mostre del 2024, classiche e immersive, si aggiunge la programmazione estiva del Mattatoio del quartiere Testaccio. L’estate a Roma si arricchisce grazie a Riverberi, il palinsesto dello Spazio Griot, che ritorna per il terzo anno consecutivo a trasformare in centri di arte e cultura i Padiglioni 9a e 9b del Mattatoio.

Cos’è lo Spazio Griot

Lo Spazio Griot è un progetto nomade, promosso dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale e organizzato dall’Azienda Speciale Palaexpo e da Spazio Griot stesso. È la manifestazione fisica di GRIOTmag, ufficialmente inaugurata nel novembre 2021 per volere di Johanne Affricot, curatrice e produttrice culturale di origine haitiana e ghanese, nonché direttrice artistica di GRIOTmag.
L’obiettivo principale è quello di dare voce alle realtà artistiche marginalizzate e sottorappresentate a livello nazionale e internazionale. Il collettivo GRIOTmag include anche Celine Angbeletchy, nota come EHUA, e Eric Otieno Sumba, teorico sociale e curatore. Insieme, promuovono figure iconiche della cultura cosmopolitica attraverso interviste, approfondimenti e recensioni, coprendo vari ambiti come musica, cinema e moda con radici africane.
Dal 2022, lo Spazio Griot occupa i Padiglioni 9a e 9b del Mattatoio con l’intento di dare visibilità alle realtà artistiche contemporanee emarginate attraverso programmi specifici. Giunto al terzo anno, il palinsesto Riverberi, si concentra in questo 2024 sul tema del potere.

Un’estate a Roma con lo Spazio Griot: gli eventi in programma

Il Mattatoio ha già dato il via al programma Riverberi di Spazio Griot, iniziato il 20 giugno e in corso fino al 28 luglio. Vediamo qui quali sono gli eventi che costelleranno la tua estate a Roma, ricordandoti che la partecipazione è gratuita e non è necessario prenotarsi.

A plot a scandal, di Ligia Lewis

Si tratta di un corto della durata di 20 minuti, girato dall’artista domenicana Ligia Lewis, nel borgo medievale di Santarcangelo di Romagna. Non un borgo a caso, ma quello che per Lewsi rappresenta gli ideali eurocentrici del dominio bianco. È stato presentato il 3 luglio in anteprima europea e sarà visibile fino al 16 luglio, dal martedì alla domenica, dalle 11:00 alle 20:00.

Path to the stars, di Mónica de Miranda

Path to the stars è un film di Mónica de Miranda, che esplora l’eredità della resistenza anticoloniale in Angola, guidando il pubblico in un viaggio attraverso la storia rivoluzionaria e il futuro in divenire. Il film, ispirato alla poesia “O caminho das estrelas” di Agostinho Neto, segue il percorso di un’eroina lungo il fiume, incontrando “avatar” del suo passato e della lotta per l’indipendenza angolana. De Miranda mette in luce il contributo spesso trascurato delle donne alla lotta per l’indipendenza e alla difesa delle risorse naturali.
Il film verrà presentato mercoledì 17 luglio alle 18:30 e sarà possibile vederlo fino al 28 luglio, sempre dal martedì alla domenica, dalle ore 11:00 alle ore 20:00.

Lotte per la libertà in africa: donne, resistenza coloniale e decolonizzazione

Un talk da non perdere è quello di mercoledì 17 luglio, che vedrà la partecipazione delle dottorande Natasha Debora Aidoo e Marie Moïse. Partendo dalla storia di Carlota, protagonista di Path to the stars, la conversazione tra le ricercatrici esplorerà il modo in cui le donne hanno contribuito a varie forme di resistenza e comunità, tramandate di generazione in generazione. L’appuntamento è per le 19:30 al Foyer 2 del Mattatoio.

Come raggiungere il Mattatoio di Roma

Il Mattatoio si trova in Piazza Orazio Giustiniani, 4 ed è facilmente raggiungibile con i mezzi di mobilità sostenibile che la città mette a disposizione. Puoi arrivare, dunque:

  • Con la metro B, scendendo alla fermata Piramide;
  • Con il tram, prendendo la linea 3 e scendendo alla fermata Marmorata/Galvani;
  • Con l’autobus numero 719 e scendendo alla fermata Galvani/Zabaglia oppure prendendo il numero 170 o 781 e fermandosi a Largo Marzi.

In alternativa, puoi usare una bici del servizio di bike sharing romano oppure noleggiare un monopattino e arrivare al Mattatoio in modo autonomo e più green.