Euro 2024 si apre con la vittoria dei padroni di casa all’Allianz Arena di Monaco. Scozia annichilita dalla formazione di Nagelsmann che conferma il favore del pronostico, sia per la rosa, sia per essere il paese ospitante. Emozionante la cerimonia inaugurale: Heidi, la moglie di Franz Beckenbauer – scomparso il 7 gennaio di quest’anno – ha portato in campo il trofeo della Competizione. 

I tanto attesi Europei di calcio sono finalmente iniziati. In attesa dell’esordio dell’Italia contro l’Albania, che si terrà sabato 15 a Dortmund (ore 21), gli occhi del mondo erano tutti per la Germania, per nulla distratta dalle luci inaugurali e dalla colonna sonora firmata da Meduza, Ryan Tedder e la cantante tedesca Leony. Anzi, perentorio il 5-1 con il quale i tedeschi fanno la voce grossa nel Gruppo A che ora attende la gara tra Ungheria e Svizzera.

Il tabellino della partita

GERMANIA-SCOZIA 5-1

MARCATORI: 10′ Wirtz, 19′ Musiala, 45+1′ rig. Havertz, 68′ Fullkrug, 87′ autogol Rudiger, 90+3′

GERMANIA (4-3-2-1): Neuer 6; Kimmich 6.5, Rudiger 5.5, Tah 6, Mittelstädt 6.5; Andrich 5.5 (Gross 6), Kroos 6.5 (Emre Can 7), Gundogan 7.5; Musiala 7.5 (Muller 6.5), Wirtz 7 (Sané 5.5); Havertz 7.5 (Fullkrug 7). Ct. Nagelsmann.

SCOZIA (3-4-2-1): Gunn 5; Porteous 4.5, Hendry 5, Tierney 5.5 (McKenna 6); Ralston 5, McGregor 5.5 (Gilmour 6), Christie 5 (Shankland sv), Robertson 5.5; McGinn 5.5 (McLean 6), McTominay 5; Adams 5 (Hanley 6). Ct. Clarke.

Espulso: Porteous per gioco pericoloso
Ammoniti: Andrich, Ralston e Tah per gioco scorretto
Arbitro: Clement Turpin

La cronaca della partita

Gara a senso unico che la Germania mette in ghiaccio già in 19 minuti con i gol di Wirtz e Musiala. Nella prima rete assist di Kimmich, innescato da un illuminate lancio di Kroos, anima della formazione tedesca. Il raddoppio arriva grazie a una combinazione tra Havertz e Gundogan: rigore in movimento per Musiala che non sbaglia. Il primo tempo si chiude con il rigore trasformato proprio da Havertz. Fallaccio di Porteous su Gundogan, per Turpin sembra essere tutto regolare, ma il replay testimonia subito gioco pericoloso e penalty. Serve l’aiuto della VAR per il rosso e il rigore. Il poker arriva nel secondo tempo con un siluro di Fullkrug (a cui poco dopo viene annullato il gol della doppietta). L’autorete di Rudiger è solo un episodio sfortunato, perché arriva anche la cinquina con la quale l’ex Juve Emre Can chiude i conti.