Giorno speciale oggi a Bari dove si celebra la Festa di San Nicola, patrono della città. Il 6 dicembre di ogni anno nel capoluogo pugliese sono in programma vari appuntamenti religiosi e non solo che sottolineano il forte legame della città con il santo, venerato anche in altre località d’Italia e del mondo.

Come da tradizione, in occasione della Festa di San Nicola a Bari prende il via il cartellone degli eventi di Natale organizzato dal Comune, come per esempio l’accensione del grande albero in piazza del Ferrarese.

Una curiosità che non molti sanno è che San Nicola veniva dall’Oriente e durante il suo peregrinare lasciò traccia del proprio operato in vari luoghi che ancora oggi lo ricordano e lo celebrano, motivo per cui la sua festa è diffusa in diverse zone del mondo.

San Nicola e le origini della leggenda di Babbo Natale

Le origini delle celebrazioni di San Nicola sono legate ai luoghi toccati dal suo viaggio di evangelizzazione e alla fortunata circolazione delle sue reliquie, sparse in varie cattedrali del mondo, motivo per cui è venerato non soltanto dalla Chiesa cattolica, ma anche da quella ortodossa e da altre confessioni cristiane.

Ovunque San Nicola è conosciuto come un personaggio sempre pronto ad aiutare le persone più bisognose, un amico dei poveri e dei bambini ai quali spesso regalava dei doni, magari di notte e di nascosto. Non vi ricorda qualcuno? Possono aiutare a rispondere i nomi con i quali è conosciuto nei Paesi protestanti: Samiklaus o Santa Claus, cosa che inevitabilmente riconduce alla figura del moderno Babbo Natale che vive in Lapponia.

San Nicola a Bari: la festa più attesa

Non importa rimarcare che la Festa di San Nicola più importante in Italia è quella di Bari, dove già nella notte tra il 5 e il 6 dicembre hanno inizio le prime celebrazioni religiose.

Poi, il 6 dicembre (giorno della morte del Santo avvenuta nell’anno 343 d.C.) la città è animata da tante iniziative, fino a quando la sera la statua del Santo percorre in trionfo le vie di Bari Vecchia.

Per chi si reca in città in questi giorni, attenzione alle limitazioni al traffico. Per evitare di trovarsi bloccati tra divieti e inversioni di senso di marcia, meglio optare per il trasporto pubblico urbano, che a Bari sta diventando green grazie all’implementazione dei bus elettrici, oppure noleggiare un monopattino elettrico per muoversi più agevolmente tra le varie attrazioni della festa.

Il programma dell’edizione 2023

Come detto, le celebrazioni liturgiche cominciano sin dall’alba del 6 dicembre. I cittadini e i turisti in città si recano nella zona della Cattedrale di San Nicola per entrare in Basilica, oppure per fare colazione con la cioccolata calda.

La Città Vecchia vestita a festa è uno spettacolo imperdibile e regala un’atmosfera unica nella quale si alternano momenti di liturgia e altri di puro divertimento. Non mancano le specialità della festa, come le dolci ‘cartellate’, immerse nel vin cotto, e la tipica focaccia pugliese sfornata a quintali. Gli appuntamenti principali della giornata di oggi sono:

  • Ore 18: solenne celebrazione eucaristica;
  • Ore 16-21.30: concerto della Banda “G. Bastiani-Lella” di Bitonto;
  • Ore 20-21: processione dell’effigie di San Nicola per le strade della Città Vecchia, al suo passaggio nei pressi dell’albero di Natale in piazza Ferrarese quest’ultimo si illuminerà.

La Festa di San Nicola nel resto d’Italia: la tradizione di Sinterklaas

Oltre a Bari, ci sono altre località in Italia dove la Festa di San Nicola è ancora oggi partecipata: a Lecco si fa trovare una mela rossa ai bambini al loro risveglio, per ricordare uno dei miracoli del Santo, mentre in Val Gardena, come a Trieste (illuminata in questi giorni dai mercatini di Natale), è San Nicola (San Nicolò) a portare i doni ai più piccoli.

Una menzione particolare merita Angera, sul Lago Maggiore, dove ogni anno arriva Sinterklaas, il Babbo Natale olandese che sbarca in riva al Lago grazie alla comunità olandese del Basso Verbano che tiene viva la tradizione della leggendaria figura di San Nicola. Anche se la festa di Sinterklaas si celebra il 6 dicembre, e coincide in molti paesi del Nord Europa nel momento della consegna di regali, qui si anticipa a fine novembre. E, infatti, quest’anno Sinterklass è arrivato ad Argena in barca, accompagnato dai suoi bizzarri assistenti, gli “Zwarte Piet”, vestiti con colorati abiti moreschi, il 25 novembre scorso.