Dal 17 al 19 maggio a Castagnole Monferrato, in provincia di Asti, si svolgerà la Festa del Ruchè. Un evento nato per celebrare il rinomato vino monferrino con musica, animazioni, stand enogastronomici e, ovviamente, assaggi e degustazioni con cantine e produttori locali. Scopriamo il ricco programma di quest’anno.

In un’area collinare del Piemonte un tempo abbracciata da vasti boschi di castagni, sorge l’incantevole borgo monferrino di Castagnole Monferrato. Oggi è il Ruchè, vino pregiato del luogo, a essere l’indiscusso protagonista di queste colline, con turisti e appassionati di enogastronomia che ogni anno vengono a celebrarlo alla Festa del Ruchè.

L’edizione di quest’anno si svolgerà dal 17 al 19 maggio tra le strade, i palazzi e le cantine di Castagnole Monferrato e dei comuni limitrofi. Previsti tantissimi stand dove poter assaggiare ed eventualmente acquistare i vini dei produttori locali; ma anche musica e animazione per visitatori e chi viaggia in famiglia.

La Festa del Ruchè 2024: tutto quello che c’è da sapere

Quando si arriva a Castagnole Monferrato si è subito accolti da un cartello che recita: «Se a Castagnole Monferrato qualcuno vi offre il Ruchè è perché ha piacere di voi»: un’affermazione che sottolinea l’importanza di questo prodotto per la comunità locale.

Castagnole Monferrato è un borgo “enogastronomico” a tutti gli effetti, dove il vino si lega anche alla cultura e all’architettura del luogo. Un esempio arriva dalla settecentesca Tenuta “La Mercantile”, edificio storico simbolo del borgo che, durante la Festa del Ruchè, ospita il torchio più grande d’Europa e gli stand con le degustazioni dei vini.

Mentre i “crutin”, o infernotti, sono antiche cantine scavate nel tufo, materiale naturalmente molto diffuso in tutto il Monferrato. Queste particolari strutture sono state usate storicamente per conservare vini e alimenti, garantendo temperatura e umidità costanti tutto l’anno ed evitando pericolosi sbalzi termici.

In occasione della Festa del Ruchè, dal centro del paese partono sentieri per passeggiate a piedi, a cavallo o in bicicletta per esplorare il territorio seguendo le orme dei Romani, attraversando vigne, castelli, architetture e boschi.

Merita una visita anche la cinta muraria dell’antico castello, con frammenti di arcate trecentesche in cotto e tufo, e resti di massicci muri maestri. Una torretta- ora parte di una residenza privata- un muro e un frammento di baluardo testimoniano le modifiche subite dall’edificio nel corso dei secoli.

Il programma della Festa del Ruchè di quest’anno

Nei giorni di sabato 18 e domenica 19 maggio le cantine incontreranno gli ospiti e i visitatori nelle sale della Tenuta “La Mercantile”. Prenotando il biglietto online sul sito ufficiale della rassegna è possibile ottenere anche uno sconto sull’acquisto dei prodotti e del vino locali.

L’ingresso è libero nelle giornate di sabato e domenica. Sarà inoltre allestito uno spazio dedicato alla degustazione della cucina regionale locale accompagnata dal celebre Ruchè. Infine ci saranno musica e animazione per animale le attività previste per questo evento.

Tutte le informazioni su costi e biglietti

L’ingresso per partecipare alla Festa del Ruchè è libero, ma le degustazioni dei vini sono a pagamento. I produttori di vino che esporranno i loro prodotti nelle sale della Tenuta “La Mercantile” hanno previsto turni della durata di 3 ore e 30 minuti.

Ecco nel dettaglio i costi del biglietto:

  • Pubblico: € 25,00, con riduzione € 22,50 prenotando online;
  • Soci Associazione di Settore: € 20,00, ma viene richiesta la presentazione di una tessera valida per ritirare il calice e la taschina.

Cosa include il biglietto

  • Banco d’assaggio alla presenza delle cantine dell’Associazione Produttori Ruchè;
  • Degustazione in forma libera, senza limitazioni;
  • Calice serigrafato dell’Associazione Produttori Ruchè e taschina personalizzata in omaggio.

Come raggiungere Castagnole Monferrato per la Festa del Ruchè

Castagnole Monferrato si trova nella provincia di Asti, in Piemonte. Chi è relativamente vicino e preferisce spostarsi in auto può prendere l’autostrada A4 (Torino-Milano) seguendo le indicazioni prima per Chivasso, poi per Asti e infine per Castagnole Monferrato. Arrivando da Sud, si utilizza invece l’autostrada A21 (Torino-Brescia) uscendo ad Asti Est.

Altrimenti, se si è più distanti, si può prenotare comodamente un volo via app atterrando all‘Aeroporto di Torino-Caselle. Da qui si può prendere un treno fino alla stazione di Asti– che dista circa 15 km da Castagnole Monferrato- proseguendo in taxi oppure noleggiando un’auto.