Parte oggi, con la sua decima edizione, il Festival della Lentezza: una manifestazione che ha per protagonisti il tempo e, soprattutto, il pensiero lento. A fare da cornice all’evento ci sarà il suggestivo centro storico di Parma. Scopriamo quindi il programma del Festival e tutti gli ospiti che lo animeranno.

Viene inaugurato oggi e durerà fino a domenica 9 giugno il Festival della Lentezza, uno degli eventi più attesi dell’estate. Calma, quiete e pensiero lento sono il fulcro della manifestazione che punta soprattutto al benessere.

Saranno numerosi i volti protagonisti di questa edizione tra letture, spettacoli e musica. Vediamo quindi tutto quello che c’è da sapere sull’evento che, vogliamo ricordarlo, sarà interamente gratuito.

Festival della lentezza: quest’anno il tema è la “nostalgia del futuro” 

È già arrivata, dunque, la data che dà avvio alla decima edizione del Festival della Lentezza: una festa emiliana che viene celebrata nella bellissima città di Parma, quest’anno premiata per la neutralità climatica.

Il tema scelto per il 2024 è la “nostalgia del futuro”. Sarà declinato puntando soprattutto alla generazione Z e ai più giovani, con l’obiettivo di discutere e affrontare le loro paure, le speranze e le attese per il futuro. Le parole chiave di questa edizione saranno, quindi, sostenibilità, inclusione, creatività e cambiamento.

Questa celebrazione del “lento riscoprire” mira, inoltre, a espandere il proprio programma culturale gemellandosi con altre importanti manifestazioni. Le feste in questione sono: il Festival della Comunicazione di Camogli, Time in Jazz Di Berchidda e lo Sponz Fest diretto dal cantautore Vinicio Capossela.

Programma e ospiti del festival

Scopriamo quali sono i volti che daranno vita a questa edizione del Festival della Lentezza.

Venerdì 7 giugno

  • 17:30 – Casa della musica, Sala dei Concerti: presentazione del libro di Caterina Bonvicini “Molto molto tanto bene”;
  • 18:00 – Colonne Ventotto: “L’arte di raccontare storie”, lectio magistralis di Nicola Lagioia;
  • 18:30 – Casa della musica, Cortile d’onore: “Ci manca solamente il tempo”, con Mauro Ermanno Giovanardi e Cesare Malfatti. Introduzione di Valerio Corzani;
  • 20:00 – Colonne Ventotto: “Dare la vita”, reading dell’ultimo libro di Michela Murgia. Letture a cura di Resi Alberici e Irene Valota;
  • 20:00 – Casa della Musica, Sala dei Concerti: “La nave”, incontro con Luca Misculin. Introduzione di Fabrizia Dalcò;
  • 20:00 – P.le Salvo D’Acquisto: allievi dell’Accademia Verdiana interpretano un’aria accompagnati al pianoforte;
  • 21:00 – P.le San Francesco: “Non hanno una amico”, spettacolo teatrale di Luca Bizzarri;
  • 22:00 – Colonne Ventotto: “Cosa fanno le femmine in bagno”, reading di Guido Catalano;
  • 22:30 – P.le Salvo D’Acquisto: “Fanfara balcanica”, concerto di Fan Fath AI;
  • 23:00 – Caffè del Prato: “Basso dopo basso”, Smooth Sliders in concerto.

Sabato 8 giugno

  • 10:00 – Casa della musica, Sala dei Concerti: “Scritto nel ghiaccio”, presentazione del libro di Carlo Barbante;
  • 11:00 – Casa della musica, Cortile d’onore: “Come trovare il proprio daimon”, lectio magistralis con Enrico Galiano;
  • 12:00 e 23:00 – P.le Salvo D’Acquisto: “Fanfara balcanica”, concerto di Fan Fath AI;
  • 15:00 – Casa della Musica, Sala dei Concerti: “Domani è oggi”, presentazione del libro di Francesco Billari;
  • 16:00 – Casa della Musica, Sala dei Concerti: 2Immaginare futuri con le parole”, Vera Gheno in dialogo con Elisabetta Salvini;
  • 17:00 – Casa della Musica, Sala dei Concerti: “Storie di errori memorabili”, presentazione del libro di Piero Martin;
  • 17:00 – Colonne Ventotto: “S(er)io ma non troppo”, intervista a Simone Sio, inventore delle storie comiche Scottecs;
  • 18:15 – P.le San Francesco: allievi dell’Accademia Verdiana interpretano un’aria accompagnati al pianoforte;
  • 18:30 – Casa della Musica, Sala dei Concerti: “Transylvania Circus, spettacolo di marionette;
  • 18:30 – P.le Salvo D’Acquisto: “Il bambino con il lupo dentro”, animazione letteraria per bambinina cura di Circolarmente;
  • 19:30 – P.le San Francesco: “La nostalgia del futuro”, lectio magistralis di Umberto Galimberti;
  • 21:00 – Colonne Ventotto: “Napoli segreta”, DJ set con Lorenzo Sannino e Gianpaolo Della Noce;
  • 21:30 – P.le San Francesco: “Vittorio, restiamo umani”, narrazione con disegno e musica di Gianluca Foglia;
  • 23:00 – Caffè del Prato: duo Noce in concerto.

Domenica 9 giugno

  • 10:00 – Colonne Ventotto: “Il viaggio”, performance teatrale a cura di Galline Volanti;
  • 11:00 – Casa della Musica, Sala dei Concerti: “La città dei 15 minuti, incontro con Carlos Moreno;
  • 12:00 – Casa della musica, Cortile d’onore: “Le parole in comune” Caterina Bonetti dialoga con Francesca Mannocchi;
  • 12:00 e 16:30 – P.le Salvo D’Acquisto: “Fanfara balcanica”, concerto di Fan Fath AI;
  • 15:00 – Colonne Ventotto: “Trilogia dell’impossibile, Sonorizzazione live di film di Georges Méliès con gli Stato Brado;
  • 16:00 – Itinerante: “Un nonno da cortile”, performance teatrale per bambini di Alex Gabellini;
  • 17:00 – P.le San Francesco: “Spazio84 Crew”, performance di hip hop e break dance con gli allievi della scuola Centro Studi Danza Spazio84;
  • 18:30 – P.le San Francesco: “Ogni prigione è un’isola”, presentazione del libro di Daria Bignardi;
  • 19:00 – Colonne Ventotto: “Rompere gli argini”, proiezione del docufilm a cura del Centro Studi Movimenti di Parma;
  • 20:00 – P.le San Francesco: allievi dell’Accademia Verdiana interpretano un’aria accompagnati al pianoforte;
  • 21:00 – P.le San Francesco: “Musica dalle Macerie”, concerto di Aheam Ahmad. Ospite d’onore Paolo Fresu.

Laboratori e mostre per una celebrazione della cultura

Sparsi per il centro di Parma ci saranno, inoltre, numerosi laboratori e installazioni per celebrare i simboli del Festival: la calma e la quiete.

Venerdì 7 giugno

  • 16:30 – Chiostro di San Francesco Del Prato: nostalgia della natura. Laboratorio creativo di Francesca Passeri;
  • 18:00 – Casa della Musica, Sala biblioteca: laboratorio di scrittura personale.

Sabato 8 giugno

  • 10:00 – Chiostro di San Francesco Del Prato: laboratorio di panificazione a cura di Lena Tritto;
  • 10:30 e 16:00 – P.le San Francesco: scuola di architettura per bambini;
  • 10:30 – Colonne Ventotto: laboratorio di disegno brutto;
  • 12:.00 – Chiostro di San Francesco Del Prato: laboratorio creativo;
  • 15:00 – Chiostro di San Francesco Del Prato: laboratorio di naturopatia;
  • 16:00 – Chiostro di San Francesco Del Prato: laboratorio di ceramica;
  • 18:00 – Casa della Musica, Sala biblioteca: laboratorio di disegno.

Domenica 9 giugno

  • 9:30 – B.go Delle Colonne: laboratorio per ragazzi dai 12 ai 15 anni;
  • 10:00 – Casa della Musica, Sala biblioteca: laboratorio musicale;
  • 12:00 – Chiostro di San Francesco Del Prato: laboratorio di lettura dai 6 ai 12 anni;
  • 14:00 – Chiostro di San Francesco Del Prato: laboratorio di fantasia;
  • 17:00 – Chiostro di San Francesco Del Prato: laboratorio creativo;

Mostre e installazioni al Festival della Lentezza

In Piazzale Salvo D’Acquisto si potranno ammirare:

  • Wacky: roulotte per viaggi immaginari, spazio di racconti e fotografia stenopeica. A cura di Associazione Ottotipi;
  • La bottega dei giochi furbi: ludoteca all’aperto per tutte le età. A cura di Orso Ludo e SalsoLudix;
  • Oltrepassaparola en plein air: performance di scrittura, pittura e musica dal vivo a cura di Elisa Bertuccioli, Daniela Panfilo e Luca Adorni.

Come raggiungere il Festival della lentezza a Parma

Le opzioni per raggiungere Parma in occasione del Festival della Lentezza sono numerose e tutte fruibili attraverso i servizi di mobilità.

Aereo: gli aeroporti più vicini e con maggiori opzioni di viaggio sono quello di Milano Malpensa, Bologna e Verona;

Treno: la stazione ferroviaria di Parma si trova ad appena 10 minuti a piedi dal centro storico cittadino. Si può raggiungere comodamente da qualsiasi stazione italiana;

Auto: le arterie autostradali che collegano Parma alle altre città sono la A1 Milano-Bologna (casello Parma) e A15 Parma-La Spezia (casello Parma Ovest). Una volta arrivati in città, fate attenzione alle Ztl per evitare fastidiose sanzioni. Per vivere fino in fondo le emozioni del Festival della Lentezza vi suggeriamo di parcheggiare l’auto e spostarvi sfruttando i mezzi di micromobilità elettrica in sharing.