La stagione outdoor degli eventi live è alle porte. L’Italia, da Nord a Sud, è attraversata da una serie di festival che riescono a coniugare il piacere degli spettacoli con una filosofia più “slow” e di taglia small, dove lo spettacolo è anche attorno a sé, negli spazi naturali che ospitano le performance, nella bellezza di antichi templi o centri storici perfettamente conservati, nel vedere i propri artisti del cuore anche in riva al mare o in cima alle montagne.

Quando si pensa ai festival dell’estate, si confrontano due filosofie: c’è chi ama i grandi bagni di folla e chi preferisce sposare una tipologia di esperienza differente, propendendo per spettacoli dalle dimensioni più ridotte e approcci più slow e sostenibili, per gli ambienti che ospitano i live e anche per la loro vivibilità come spettatori. Lungo tutto il Paese ci sono manifestazioni che portano alla scoperta di luoghi di grande suggestione. Di seguito, una serie di festival che rappresentano un viaggio per le bellezze dell’Italia.

Musica in vetta e sotto le stelle

I festival dell'estate 2023: Musicastelle, Valgrisenche, Valle d'Aosta
Source: Musicastelle, Valgrisenche / Archivio Regione Autonoma Valle D’Aosta

Le vette alpine, ma non solo, diventano questa estate scenario unico, valore aggiunto ed esperienza immersiva per chi ama unire l’atmosfera della montagna con il trasporto legato alla fruizione della musica dal vivo. Le cime della Valle d’Aosta ospitano la sesta edizione di Musicastelle (17 giugno–30 settembre), festival la cui formula è anch’essa singolare: i concerti sono gratuiti ma le location sono speciali e da preservare: i posti sono, dunque, limitati e su prenotazione. Per avere la certezza di poter assistere ai live di Coma_Cose, Baustelle e Piero Pelù tra gli altri, occorre abbinare un pernottamento in regione nei giorni dell’evento. I live sono in conche e pianori a oltre 2000 metri d’altezza: uno spettacolo nello spettacolo.

«Siamo vent’anni di natura, di contatto, di altitudini insospettabili e boschi incontaminati»: si presenta così l’Apolide Festival che festeggia il ventennale dal 20 al 23 luglio nell’Area Naturalistica Pianezze di Vialfrè (Torino). È un’oasi che ospita l’evento da dieci edizioni, in cui trovano spazio la musica, ma anche l’area camping, attività olistiche, momenti dedicati ai libri e agli sport. Sul palco sono attesi anche Xavier Rudd, Lucio Corsi e i Materazi Future Club. AGGIORNAMENTO: gli organizzatori si sono visti costretti a spostare la manifestazione all’interno della Lavanderia a Vapore, nel Parco della Certosa a Collegno. Confermati cast e date.

Suoni senza confini

Il No Borders Music Festival è un festival che a livello musicale spazia dalla musica classica al jazz e al rock e si svolge lungo il mese di luglio. Gli organizzatori hanno come obiettivo principale la riduzione dell’impronta ecologica della rassegna musicale (Jack Johnson, Benjamin Clementine e Ben Harper in cartellone) che dialoga con gli elementi naturalistici delle location più suggestive del territorio di Tarvisio, come il comprensorio dei Laghi di Fusine, l’Altopiano del Montasio, la Conca Prevale del Canin e la Val Bartolo. Sempre in Friuli, Risonanze è un “festival di musica nel bosco”, dove gli strumenti tornano nel luogo dove sono idealmente nati; quelle foreste di abeti rossi dai quali proviene il legno di risonanza appunto (quello con la più veloce diffusione del suono). Sono previsti eventi fino al 20 agosto, comprese attività outdoor e altre specifiche per i bambini. Il Giro d’Italia in quota si conclude con il Tribucstock Festival, nella Pineta Tribucchi di Palma Campania. Dal 2019 un gruppo di ragazzi della provincia di Napoli cerca di recuperare e far conoscere le bellezze del territorio di appartenenza attraverso una manifestazione con spirito ecologista e amore per la musica. Tra gli artisti in cartellone, C’mon Tigre, Meg e Parbleu: chi sale in pineta, troverà anche un’area camping, un parco avventura e un market con artisti, artigiani e creativi.

Festival di Sicilia, di terra e di mare

I festival dell'estate 2023: Indiegeno Fest
Source: Indiegeno Fest

Osservare l’alba in compagnia della musica di Carmen Consoli seduti all’interno del Teatro Greco di Tindari, ascoltare i big della musica italiana come Carl Brave e Luchè sulla spiaggia di Marina di Patti o partecipare al secret show presso i laghetti di Marinello? Piacevoli dilemmi dell’Indiegeno Fest, dal 31 luglio al 7 agosto, evento itinerante tra luoghi suggestivi della Sicilia, da scoprire anche grazie ad escursioni organizzate in collaborazione con associazioni locali. Si tratta anche di uno dei primi festival italiani a sottoscrivere il manifesto dell’organizzazione Keychange, che si occupa di parità di genere nell’industria musicale. All’interno, della Trinacria, è invece il parco archeologico il set del Segesta Teatro Festival (28 luglio – 27 agosto): il Teatro Antico e il Tempio ospitano spettacoli, lectio e concerti.

Suoni nel Cilento

Fedele al proprio motto “Fare musica per luoghi non convenzionali”, il Bloc Fest si svolge tra paesaggi marini e borghi antichi. La terza edizione, dal 4 al 6 agosto, sarà all’interno del Parco del Cilento, in Campania: un festival diffuso che spazia per location e proposte musicali, tra sonorità d’avanguardia (LNDFK e Palindrome), astri nascenti della scena musicale italiana (Guinevere), performer non convenzionali (Ninos Du Brasil), stelle assolute (Tullio De Piscopo) e nomi internazionali del clubbing (Kode9). Il Festival approda nei territori del comune di Pisciotta grazie alla cooperazione con Pisciott’Arte, manifestazione multidisciplinare, con il comune obiettivo di unire cultura, luoghi e comunità.

Dentro i Borghi Italiani

I festival dell'estate 2023: Ferrara Buskers Festival
Source: Ferrara Buskers Festival

La strada è il loro playground e il Buskers Festival un po’ la casa in cui tornare. I performer di strada si ritrovano a Ferrara dal 22 al 27 agosto con i loro spettacoli a cappello: il valore non è dato tanto dai nomi quanto dall’atmosfera, dalle abilità come intrattenitori, dalle performance per le vie della città per centinaia di ore di musica live. In più il cartellone prevede talk, laboratori per adulti e bambini, artigianato e mostre.

Cortili, forti, giardini e spazi naturali sono i luoghi dell’Attraverso Festival, diffuso nel territorio di Langhe, Roero e Monferrato, Patrimonio Unesco, e l’Appennino piemontese. Dal 15 luglio al 9 settembre, decine di spettacoli alla ricerca di #parolenuove, tema e filo rosso dell’edizione 2023. Fari puntati su Vinicio Capossela, Paolo Fresu, Vera Gheno e Neri Marcorè.

Luoghi meravigliosamente insoliti

I festival dell'estate 2023: Tones Teatro Natura
Source: Tones Teatro Natura 2022, ph. Susy Mezzanotte

Una cava mineraria, i set di Cinecittà o il pianoro dove in epoca romana sorgeva una città? Non mancano le location insolite nell’estate dei festival italiani. Tones Teatro Natura è il progetto del 2020 di Tones on the Stones, partito da un processo riqualificazione ambientale dell’ex sito industriale di Cava Roncino nel Verbano, trasformato in uno spazio artistico di grande suggestione. La rassegna prosegue fino a inizio settembre, con un cartellone di spettacoli teatrali che lasciano spazio sul finale ai racconti dell’esploratore Alex Bellini e alle atmosfere musicali di Venerus. Da non perdere la performance agli Orridi di Uriezzo della performer giapponese Hatis Not. I resti dell’antica Peltuinum sull’Appennino abruzzese sono lo sfondo di alcuni dei live di Paesaggi Sonori (9 luglio – 10 settembre), festival di musica e paesaggio, che ha in cartellone anche il “live sunset” di Trentemøller. L’ultima segnalazione è per lo Spring Attitude di Roma, più precisamente presso gli studi di Cinecittà all’interno dei quali si esibiranno Verdena, Moderat, Bud Spencer Blues Explosion, Peggy Gou e molti altri, il 23 e 24 settembre, a suggellare idealmente il viaggio in musica dell’estate 2023 dei festival italiani small, slow & green.