Grazie a una partnership strategica con Inwit, che durerà 15 anni, Fiera Milano si trasforma in Fiera Smart City: l’accordo prevede la realizzazione di infrastrutture di telecomunicazione “as a service” per i poli espositivi di Rho e Milano.

Inwit (che sta per Infrastrutture Wireless Italiane) e Fiera Milano, la società che organizza eventi internazionali come il Salone del Mobile e Artigianato in Fiera, hanno siglato un accordo per trasformare i poli espositivi di Rho e Milano in una vera e propria smart city. La partnership, della durata di 15 anni, porterà innovazione e tecnologia all’avanguardia nel cuore del sistema fieristico italiano.

Da Milano Fiera a Fiera Smart City

Gli obiettivi dell’accordo sono quelli di creare un’infrastruttura di telecomunicazioni di ultima generazione, offrire servizi digitali avanzati a espositori e visitatori e di promuovere la digitalizzazione e la sostenibilità nel settore fieristico.

Nello specifico, Inwit avrà la gestione esclusiva e lo sviluppo tecnologico di tutte le infrastrutture passive a supporto delle telecomunicazioni mobili nei poli fieristici di Rho e Milano: si tratta di una superficie totale di oltre 551.000 metri quadrati.

Cosa significa in concreto? Che la società, primo tower operator italiano, si occuperà di gestire in modo integrato tutte le strutture già esistenti:

  • Torri di telecomunicazioni mobili;
  • Distributed Antenna System (DAS);
  • Small Cells (piccoli apparati di telecomunicazione);
  • Fibra ottica.

La connettività sarà garantita sia indoor che outdoor, dal momento che tutti gli operatori di telecomunicazione mobile avranno accesso alle infrastrutture.

L’accordo prevede anche ulteriori investimenti in coperture dedicate indoor DAS per l’upgrade al 5G e l’ottimizzazione delle risorse finanziarie, dell’efficienza operativa e della semplificazione gestionale.

In questo modo il polo fieristico della Lombardia diventerà all’avanguardia in termini di connettività e tecnologia, proprio come lo Step FuturAbility District della città meneghina inaugurato nel 2022.

L’accordo inoltre rappresenta un esempio concreto di come la collaborazione tra pubblico e privato può contribuire allo sviluppo di infrastrutture digitali di ultima generazione, concorrendo a realizzare le città del futuro, più inclusive e accessibili.

L’impatto di Fiera Smart City di Milano

Nel comunicato stampa di Inwit, Francesco Conci, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Fiera Milano, afferma che «attraverso questo accordo, Fiera Milano e Inwit guardano al futuro e alle trasformazioni tecnologiche in atto con l’obiettivo di garantire e offrire servizi di qualità e all’avanguardia al visitatore, all’espositore e all’organizzatore: un approccio in grado di assicurare una sempre migliore customer experience».

Sia i visitatori che gli espositori infatti potranno beneficiare di una serie di vantaggi grazie all’accordo tra Inwit e Fiera Milano:

  • Migliore connettività;
  • Servizi digitali personalizzati in base alle esigenze specifiche;
  • Piattaforma di gestione eventi integrata per una migliore organizzazione e logistica;
  • Soluzioni di sicurezza avanzate per un ambiente sicuro e protetto;
  • Monitoraggio ambientale intelligente per la gestione efficiente delle risorse e la riduzione dell’impatto ambientale.

L’accordo dunque rappresenta un passo avanti significativo per il sistema fieristico italiano. L’implementazione di tecnologie all’avanguardia permetterà di offrire un’esperienza di altissimo livello a tutti i partecipanti, rafforzando la competitività del settore a livello internazionale.

Inoltre la partnership con Inwit apre nuove opportunità per il Gruppo Fiera Milano in vista dei prossimi Giochi Olimpici Milano Cortina del 2026: lo sviluppo di servizi tecnologici innovativi infatti contribuirà al successo dell’evento e al posizionamento del sistema fieristico italiano come punto di riferimento globale.