Incastonata tra la Svezia e la Russia, la Finlandia è il paese dove la natura regna sovrana con le sue enormi foreste, un’aria incontaminata e aurore boreali che lasciano senza fiato. La patria delle saune è la meta nordica che vale la pena scoprire.

Sebbene la Finlandia non sia al centro dell’attenzione turistica, rispetto ad altri paesi nordici, è una destinazione che ha da offrire molto di più di quanto si potrebbe immaginare.

Non è solo il paese che ospita il villaggio di Babbo Natale (comunque da non perdere, soprattutto nel periodo delle aurore boreali), ma è anche il territorio dove si estendono chilometri di foreste, tra oltre 40 parchi nazionali e centinaia di riserve naturali. Questo paesaggio incontaminato contribuisce a conservare la purezza dell’aria: la Finlandia è, infatti, il paese dove l’aria è tra le più pulite al mondo, secondo i dati raccolti dalla EEA (European Environment Agency). Il livello di concentrazione media di particolato fine è di 4,8 per metro cubo: tra i più bassi in tutto il pianeta.

Se hai voglia di respirare a pieni polmoni senza la preoccupazione di inalare troppa CO2, la Finlandia è senza dubbio la meta verso la quale prenotare il tuo prossimo volo. E in questo articolo potrai trovare qualche spunto su cosa vedere nelle due città principali.

La capitale Helsinki

La Finlandia primeggia a livello mondiale anche in fatto di felicità: nel 2023 è stata riconfermata per la sesta volta consecutiva come il paese più felice al mondo. Tra le altre motivazioni, una delle ragioni che le ha fatto guadagnare il primo posto è il concetto di città costruita a misura delle persone.

Una di queste città è Helsinki, la capitale, che rientra di diritto nella top ten delle smart city europee. È sicura, accessibile, sostenibile e piena di attrazioni da segnare sulla mappa.

Cosa vedere a Helsinki

  • La fortezza di Suomenlinna. Costruita nel 1748, ha difeso prima la Russia (alla quale la Finlandia apparteneva), poi la Svezia e alla fine la stessa Finlandia. Oggi attrae turisti da qualunque parte del mondo, con la sua storica architettura militare, i sei musei e svariati ristoranti, botteghe, laboratori e spazi urbani. È patrimonio dell’UNESCO, si trova al largo di Helsinki e per raggiungerla basta prendere un traghetto a soli 2 € da Piazza del Mercato;
  • Le saune. La Finlandia è disseminata di saune e la sua capitale ne ospita diverse, anche pubbliche. Tra queste, segnaliamo la Kotiharju Sauna: una sauna riscaldata a legna, che dà ristoro a finlandesi e turisti dal 1928. È una delle saune più antiche: si trova nel distretto di Kallio, a est di Helsinki, ed è aperta tutti i giorni (a parte il lunedì) dalle 14:00 alle 20:00.
    Se oltre alla sauna, vuoi anche farti un bagno rigenerante, un altro indirizzo da segnare è quello della Allas Sea Pool, un complesso termale con piscine alimentate con l’acqua del Mar Baltico. Provvisto di saune, ristoranti, centro benessere, è aperto ogni giorno, dalle 8:00 alle 20:00. Il biglietto costa solo 12 €;
  • Il design district. Non solo saune: il distretto di Kallio, detto anche distretto del design, è famoso per essere il cuore pulsante di Helsinki, la città del design. In questo distretto si concentrano centinaia di boutique, atelier, gallerie e caffè: tutti uniti dalla passione per il design. Un posto da segnalare è sicuramente Local: caffè, negozio e museo tutto in un solo posto. Il concetto alla base è che ogni cosa può essere arte: dal cucchiaino del caffè alla sedia su cui ti siedi. In questo spazio d’arte multifunzionale, puoi ammirare gli oggetti, ma anche acquistarli e portarteli a casa.

Le saune di Tampere

Come in ogni paese nordico, l’abitudine della sauna non si è ancora persa, ma quella finlandese ha qualcosa in più rispetto alle altre, al punto da essere stata riconosciuta come patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO.

La Finlandia conta oltre un milione di saune in tutta la nazione e il nucleo in cui si concentra la maggior parte di queste è Tampere, capitale mondiale della sauna dal 2018.

Siamo a un’ora e mezza da Helsinki, in una posizione strategica dal punto di vista naturalistico. Si trova tra due laghi, il Näsijärvi e il Pyhäjärvi, e pullula di parchi e riserve naturali. Con i suoi sentieri suggestivi è certamente una meta perfetta per chi ama il trekking. Ma visitarla senza godere dei comfort di almeno una delle sue 55 saune sarebbe come vederla a metà. Tra queste, ne segnaliamo tre:

  • Rajaportti. È la più antica sauna pubblica finlandese, riscaldata a legna. Si trova nel quartiere di Pispala ed è stata costruita nel 1906. Il servizio non si limita alla sauna e al tradizionale massaggio, ma mette a disposizione anche una vasta offerta gastronomica, che va dalle salsicce tradizionali, ai panini alla cannella, accompagnati da una selezione di birre tradizionali;
  • Saana. Vicino al lago Kallavaesi si trova un’altra sauna pubblica, con tre saune separate, inclusa una a fumo, più una vasca idromassaggio interna, docce a cascata e piscine all’aperto. Del cibo, rigorosamente locale, se ne occupa il ristorante, che si affaccia sul lago, offrendo un panorama spettacolare, che facilita il relax;
  • Järvisydän. Se vuoi concederti il lusso, la sauna perfetta è quella di Järvisydän, nel cuore della Regione dei Laghi. La Lake Spa del resort, ispirata alla natura finlandese, vanta interni decorati con legno caldo e rocce naturali. Inoltre, regala una splendida vista panoramica sull’iconico lago Saimaa, uno dei più grandi laghi d’Europa.

Ricordiamo che le saune pubbliche finlandesi sono divise per sesso e solitamente i finlandesi vi entrano nudi. Se non si è abituati, è possibile usare gli asciugamani, che alcune strutture offrono a noleggio.

Come muoversi in modo sostenibile

Tampere, nonostante sia uno dei centri più abitati, è abbastanza piccola e può essere tranquillamente visitata a piedi. In alternativa, come ogni città finlandese, è provvista di un ottimo trasporto pubblico, che permette anche gli spostamenti verso altre città. In particolare, la stazione di Tampere è ben collegata con le principali città della Finlandia, come Helsinki, Jyvaskyla, Vaasa o Joensuu.

Per quanto riguarda la capitale, spostarsi in modo ecosostenibile a Helsinki non è un problema: il sistema di trasporto pubblico è tra i più efficienti in Europa. La rete di autobus dispone di 120 linee, che collegano il centro con la periferia e altre città finlandesi. Alcuni di questi autobus sono a guida autonoma, così come lo sono anche i nuovi taxi marittimi.

Ma a Helsinki non ci sono solo autobus e taxi. A questi si affiancano altri servizi che spingono a rivedere in senso sostenibile i comportamenti dei singoli.

Uno di questi è il bike sharing. Helsinki è una delle migliori città al mondo per spostarsi in bici: molto di questo successo lo si deve alla popolazione, ma anche all’efficiente servizio di bike sharing, attivo dal 2016. La differenza tra il bike sharing italiano (e di qualsiasi altro paese al mondo) e quello finlandese? Quello finlandese è pubblico ed è parte integrante del sistema di trasporto. Per conoscere accesso e costi, puoi visitare il sito ufficiale, Helsinki City Bikes.

Al bike sharing si aggiungono poi i servizi di monopattino sharing, che con pochi centesimi al minuto ti permettono di noleggiare un monopattino elettrico e muoverti agilmente per tutta la città.

Helsinki è provvista anche di car sharing, ma va detto: se c’è un posto dove l’auto è superflua, questo è proprio la capitale finlandese. Non solo è facilmente esplorabile a piedi o, come abbiamo visto, con i mezzi pubblici e privati, ma è addirittura in corso un progetto che mira a eliminare le auto entro il 2025, puntando a ridurre le emissioni inquinanti e a rendere la città ancora più green.

Ma c’è di più: al fine di rendere più agevole il servizio di mobilità urbana, il Comune insieme all’Autorità regionale dei trasporti ha lanciato un’app che unifica mappe, trasporti pubblici, treni, taxi e car sharing. L’app fornisce suggerimenti per il percorso migliore, consentendo agli utenti di personalizzare le preferenze di trasporto e gestendo automaticamente i pagamenti necessari. Inoltre, offre la possibilità di accumulare punti utilizzabili come pagamento nei taxi e nei servizi di car sharing.

L’applicazione si chiama Whim ed è la prima soluzione MaaS (Mobility as a Service) all inclusive disponibile sul mercato. Soluzione che ha come scopo ultimo quello di aiutare chi non ha un reale bisogno di un’auto privata a farne a meno. Helsinki è una delle poche città in cui è disponibile e certamente è la città in cui l’obiettivo sarà facilmente raggiungibile.