È primavera: sai che anche in Italia puoi ammirare la splendida fioritura dei ciliegi? Se in questo periodo non hai la possibilità di prenotare un volo per il Giappone per praticare l’hanami e ammirare i sakura, scopri dove apprezzarli anche nel Bel paese!

Anche se il Giappone è famoso per i suoi meravigliosi sakura (i ciliegi in fiore), molti altri luoghi nel mondo offrono spettacoli altrettanto suggestivi durante la primavera.

In molte città, parchi e giardini pubblici gli alberi di ciliegio offrono un’esperienza molto simile a quella giapponese. Ad esempio, negli Stati Uniti, Washington D.C. ha una bellissima fioritura dei ciliegi intorno al Tidal Basin. Anche in Italia ci sono luoghi famosi per la fioritura dei ciliegi, come ad esempio il Parco del Valentino a Torino.

Quindi, se i campi in fiore sono la tua passione e se in questo momento non hai la possibilità di viaggiare fino in Giappone, puoi ancora goderti lo spettacolo dei ciliegi in fiore in molti altri posti nel mondo, a volte anche più vicini di quanto pensi!

Dove ammirare la fioritura dei ciliegi in Italia

Le regioni italiane che più delle altre offrono lo spettacolo mozzafiato dei sakura sono il Lazio, l’Emilia Romagna, la Lombardia e il Piemonte, dove potrai praticare l’hanami, cioè la contemplazione dello sbocciare dei ciliegi, che tra marzo e maggio si trasformano in uno spettacolo rosa da togliere il fiato.

Sakura 2024: la fioritura dei ciliegi a Roma

Tra le città italiane dove è possibile ammirare la fioritura dei ciliegi, Roma occupa sicuramente un posto di rilievo. Una piacevole escursione al Parco del Laghetto dell’Eur consente di immergersi tra ciliegi che provengono direttamente dal Giappone. Risale infatti al 1959 la piantumazione dei primi alberi di ciliegio, donati alla Capitale dal primo ministro giapponese.
Un’altra destinazione imperdibile per godere della fioritura dei ciliegi è il giardino giapponese dell’Orto Botanico di Roma, che proprio il 20 e il 21 aprile organizza un evento a tema: decisamente un momento da non perdere nell’aprile romano.
Inoltre, presso l’Istituto Giapponese di Cultura della Capitale i visitatori possono perdersi tra giardini, sale espositive e mostre che offrono un autentico viaggio nell’Estremo Oriente.

Sakura in Emilia Romagna

Se ti trovi in Emilia Romagna hai l’imbarazzo della scelta per fare l’hanami.
A Ferrara, nel giardino del Monastero di Sant’Antonio in Polesine, dal 2011 c’è un magnifico esemplare di ciliegio giapponese.
Villanova sull’Arda, in provincia di Piacenza, offre ogni anno lo spettacolo incantevole della fioritura dei ciliegi lungo la strada verso Busseto. Per apprezzarlo al meglio, l’ideale è percorrere questa strada a piedi o in bicicletta lungo la Food Valley Bike, per immergerti ancora di più in questo suggestivo spettacolo della natura.
Vignola, tra i borghi più belli da visitare in primavera, è celebre proprio per la ciliegia IGT: inevitabilmente la sakura non può che essere imperdibile. Dal 1970 qui si tiene la “Festa dei Ciliegi in Fiore”, durante la quale, tra attività, mercatini e sfilate, la meravigliosa fioritura dei ciliegi attira l’attenzione di tutti.

Fare hanami a Milano

Per vivere l’esperienza incantevole di un hanami A Milano like a local, il vialetto di Piazza Sant’Eufemia, nei pressi dell’omonima basilica, riempie gli occhi di bellezza, tra le decine di ciliegi in fiore.
Se invece preferisci passeggiare tra il verde, la tua destinazione è l’Hangar Bicocca: la collina artificiale, creata con i detriti della ristrutturazione dell’hangar, ospita numerosi alberi, tra cui i meravigliosi sakura. Conosciuta anche come la “Collina dei ciliegi”, questo luogo è l’ideale per sfuggire alla frenesia della vita cittadina e ammirare l’incanto dei fiori rosa.

I ciliegi in fiore a Torino

L’hinami rappresenta la bellezza e la brevità di un fenomeno tanto più prezioso proprio perché dura poco nel tempo: ammirare i ciliegi in fiore non è un’attività da rimandare, ma da fare appena possibile.
Anche a Torino ci sono diversi luoghi dove cogliere l’attimo per ammirare i sakura: oltra al già citato Parco del Valentino, anche il parco della Reggia di Venaria offre una fioritura imperdibile nella zona del cosiddetto “parco basso”, dove ci sono anche numerose panchine per rimanere in contemplazione.
In Piemonte il paese di Pecetto, sulle colline torinesi, è sinonimo di rinomate ciliegie: qui le cerase, in dialetto, venivano assaporate già dagli antichi romani e le coltivazioni esistono dal XIX secolo. Gli alberi dunque sono secolari che coprono le colline di bianco e rosa.