Un nome che richiama immediatamente a favole e leggende e splendidi paesaggi che vi lasceranno a bocca aperta per una vacanza tutta all’insegna della scoperta.

Il nome Foresta Nera, Silva Nigra in latino, le fu dato dai romani per via della sua vegetazione particolarmente fitta, che impedisce alla luce del sole di penetrare, e dei suoi alberi dalla colorazione scura.

A dispetto del suo nome, la Foresta Nera non è però una vera e propria foresta. O non solo, almeno. È, infatti, anche un’area montuosa molto ampia che si estende per ben 6.0009 Km². Difficile poterla visitare da cima a fondo! Tuttavia, è un’ottima meta per gli amanti del trekking ma anche per chi ricerca storia e cultura: oltre a degli splendidi paesaggi, qui si trovano anche numerose città e attrazioni interessanti ideali da visitare sia da soli che con comodi viaggi di gruppo.

Foresta Nera: le attrazioni più interessanti da visitare

Organizzando attentamente il viaggio, magari usando una app di prenotazione voli, sarà possibile visitare diverse mete. Ma quali scegliere? Ecco alcuni siti imperdibili.

Ammirare le cascate Triberg

Alte ben 163 metri, le cascate Triberg sono, probabilmente, l’attrazione più famosa della Foresta Nera. L’acqua che si riversa su una suggestiva valle rocciosa proviene dal fiume Gutach e la sua parte superiore viene usata da una piccola centrale idroelettrica. Seppur già splendide di giorno, durante il periodo compreso tra aprile ed ottobre è possibile visitarle di sera, completamente illuminate, grazie a delle escursioni programmate. Per raggiungerle vi è un percorso al costo di 3 euro che parte dall’omonima città.

A proposito della città, Triberg è anche conosciuta per essere la patria degli orologi a cucù ed è proprio qui che vi si può trovare quello più grande del mondo.

Una gita in barca sul lago Titisee

Incastonato in una vallata verde si può trovare il lago di origine glaciale Titisee. Suggestivo e con un paesaggio mozzafiato è visitabile in ogni stagione.
D’estate, il periodo con più turismo, è possibile noleggiare una barca al costo di 10 euro l’ora per una romantica gita, mentre d’inverno, grazie alla superficie ghiacciata, il lago diventa una pista di pattinaggio naturale incastonata nella neve.
È possibile raggiungere comodamente il lago di Titisee partendo da Friburgo.

Visitare la caratteristica Friburgo

A Friburgo, città universitaria dall’atmosfera vivace e meta irrinunciabile, non si può non visitare la piccola Venezia, un delizioso e caratteristico quartiere attraversato da dei canali dove, un tempo, lavoravano diversi artigiani che si dovevano servire dell’acqua per le loro attività.

Anche la Cattedrale di Friburgo è molto bella e al costo di 3 euro si può salire in cima al campanile per godere della vista sulla città.

Friburgo è, inoltre, un centro green grazie all’ampio uso di biciclette e alla sua innovativa pista ciclabile fotovoltaica.

Una passeggiata nella storia al Castello di Hohenzollern

Proprio sulla sommità del monte Hohenzollern si può trovare un imponente e magnifico castello, residenza della casata prussiana degli Hohenzollern.

Oltre alla struttura esterna che sembra uscita da una fiaba, anche il suo interno presenta delle bellissime sale ricche di affreschi, dipinti e reperti appartenenti alla famiglia che tutt’oggi lo possiede. Il castello è visitabile solo con guida al costo di 12 euro e non ha nulla da invidiare al più famoso Castello di Neuschwanstein.

All’insegna del divertimento all’Europa Park

Se dentro si è rimasti un po’ bambini, l’Europa Park è sicuramente una delle esperienze più piacevoli che si possono fare nella Foresta Nera. Si tratta di un parco divertimenti (Un po’ come il nostro Gardaland) al cui interno si trovano più di 100 attrazioni e vengono organizzati decine di spettacoli che promettono di intrattenere grandi e piccoli.

Come raggiungere la Foresta Nera dall’Italia

Ci sono diversi modi per raggiungere l’area della Foresta Nera, nella parte sud-occidentale della Germania, dall’Italia.

  1. In auto: dal nord Italia puoi prendere l’autostrada A22 fino a Bolzano, poi attraversare il Passo del Brennero e continuare in Germania, oppure attraversare la Svizzera tramite il Passo del San Gottardo o il Passo del Sempione. Scegliendo di viaggiare in auto è necessario procurarsi la vignetta svizzera, la vignetta austriaca o la vignetta europea.
  2. In treno: Se preferisci viaggiare in treno, ci sono collegamenti ferroviari tra l’Italia e la Germania. Puoi prendere un treno per una delle principali città tedesche come Monaco, Stoccarda o Francoforte e da lì prendere un treno regionale o un autobus per raggiungere l’area della Foresta Nera.
  3. In aereo: Se preferisci volare, puoi prendere un volo per una delle principali città tedesche come Francoforte, Monaco o Stoccarda e da lì continuare il viaggio con i mezzi pubblici o noleggiare un’auto per raggiungere la Foresta Nera.

Una volta arrivato nell’area della Foresta Nera, ci sono molte opzioni per esplorare la regione, inclusi autobus turistici e treni panoramici.