Il mondo del motociclismo si prepara ad accogliere una new entry a dir poco elettrizzante: il FIM Women’s Motorcycling World Championship. Questo innovativo campionato, interamente femminile, vedrà le migliori pilote sfidarsi sul  palcoscenico globale.  Scopriamo di più su questo entusiasmante evento sportivo.

L’attesa è finita. Durante una conferenza stampa tenutasi al Circuito de Jerez, in Spagna, in occasione del round della World Superbike, sono stati svelati i dettagli chiave del nuovo campionato dedicato alle donne. 

All’evento hanno partecipato il presidente della FIM Jorge Viegas, la direttrice della commissione FIM per le donne nel motociclismo Janika Judeika, il direttore esecutivo della WorldSBK Gregorio Lavilla e il presidente e CEO di Yamaha Motor Europe Eric de Seynes. Era inoltre presente Beatriz Neila, campionessa europea femminile 2023, che ha condiviso il suo entusiasmo per le opportunità offerte dalla nuova competizione.

Struttura del campionato World WCR

Il FIM Women’s Motorcycling World Championship 2024 si articolerà in sei round e un test pre-stagionale, tutti integrati all’interno del Campionato Mondiale Superbike. Si tratterà quindi di una vetrina importantissima per tutte le iscritte, che potranno darsi battaglia davanti a migliaia di fan.

Ecco il calendario completo:

  • Round Emilia Romagna: Misano World Circuit “Marco Simoncelli” – 14-16 giugno;
  • Round UK: Donington Park Circuit – 12-14 luglio;
  • Round Portogallo: Autodromo Internacional di Algarve – 9-11 agosto;
  • Round Ungheria: Balaton Park Circuit – 23-25 agosto;
  • Round Italia: Cremona Circuit – 20-22 settembre;
  • Round Spagna: Circuito de Jerez-Angel Nieto – 18-20 ottobre.

Il primo round si svolgerà a Misano, tra le curve del famoso circuito romagnolo, facilmente raggiungibile sfruttando i servizi di mobilità grazie alla sua posizione strategica a pochi chilometri dal casello. Si tratta quindi di un’ottima opportunità per osservare da vicino le velocissime pilote iscritte al campionato, non perdetevela!

Per quanto riguarda la struttura delle gare, ogni round si svolgerà in tre giorni, con le qualifiche previste al venerdì, Gara 1 al sabato e Gara 2 alla domenica.

Equilibrio e accessibilità come parole d’ordine

Per garantire un terreno di gioco equo a tutte le partecipanti, Yamaha sarà l’unico costruttore ufficiale del campionato, fornendo a tutte le pilote il modello YZF-R7. Inoltre, un unico partner tecnico e logistico si occuperà di tutti gli aspetti tecnici.

La quota di iscrizione per le pilote titolari è fissata a 25.000 euro e comprende un pacchetto completo che include l’utilizzo della Yamaha YZF R7 MY 2023, un GYTR Racing Kit, pneumatici Pirelli, carburante, servizio di assistenza in gara e accesso al Paddock Village.

Si tratta quindi di una cifra più che abbordabile se paragonata al Mondiale Supersport 600, dove per una sola stagione servono la bellezza di circa 200 mila euro.

Vantaggi e opportunità: perché partecipare al World WCR

Le gare godranno di una copertura televisiva globale, ci saranno premi in denaro offerti da Pirelli e importanti opportunità per gli sponsorc che potranno godere di visibilità su scala internazionale.

Il FIM Women’s Motorcycling World Championship si preannuncia come una ventata di freschezza nel mondo del motorsport. Preparatevi a tifare per le protagoniste di questo nuovo entusiasmante campionato che siamo certi non deluderà le aspettative!

Tutte le dichiarazioni dei principali protagonisti

Jorge Viegas, Presidente della FIM nel corso della conferenza stampa ha dichiarato che «negli ultimi 20 anni la FIM ha lavorato duramente per includere sempre più quote rosa nelle corse. Abbiamo già campionati femminili nel Motocross, nell’Enduro e nel Trial, e presto ne avremo anche nello Speedway. Quando abbiamo iniziato a pensare a un campionato su pista interamente dedicato alle donne, abbiamo ricevuto moltissime richieste da pilote di tutto il mondo, desiderose di partecipare. Per questo motivo credo che questo nuovo campionato sarà un grande successo per il motorsport.»

Gregorio Lavilla, Direttore Esecutivo di WorldSBK ha invece detto che «si tratta di un progetto in crescita che si svilupperà in base al feedback degli spettatori, delle pilote e dei costruttori.»

La campionessa europea del 2023, Beatriz Neila, infine ha concluso dichiarando: «Ci sono sempre state donne che competono contro gli uomini. Ma è vero che nessuna ha raggiunto il vertice della categoria. Le donne e gli uomini sono fisicamente diversi e questo sicuramente influisce sulle prestazioni. Per questo motivo, avere un campionato interamente femminile permetterà alle donne di lottare per un titolo mondiale, di avere la classifica, di vedere chi è la più veloce al mondo, stagione dopo stagione.»