Genova capitale dello sport: ACES Europe ha assegnato al capoluogo ligure il prestigioso riconoscimento di Capitale Europea dello Sport 2024. La città della Lanterna diventa così il centro nevralgico di una ricca serie di appuntamenti sportivi e di iniziative volte a promuovere lo sport.

ACES Europe, la Federazione delle capitali e delle città europee dello sport, ha scelto Genova come Capitale europea dello sport 2024. Si tratta di un riconoscimento che viene assegnato di anno in anno a quelle città che si distinguono per i loro progetti e le loro iniziative improntate ai principi etici dello sport.

Quest’anno, dicevamo, è toccato al capoluogo ligure, che si sta preparando a un 2024 ricco di eventi sportivi, nazionali e internazionali, che coinvolgono atleti professionisti e non, ma anche cittadini con la passione per l’attività fisica.

In questo articolo vediamo più da vicino cosa ha proposto la città della Lanterna per meritarsi il premio di capitale dello sport e, ovviamente, diamo uno sguardo agli eventi in programma.

Il progetto di Genova capitale dello sport

Presentato presso lo Stadio olimpico di Roma, il progetto Genova sport 2024 prevede ben 108 appuntamenti (che abbracciano 32 discipline diverse), alla realizzazione dei quali hanno collaborato 28 federazioni nazionali. Il progetto non avrà un impatto solo sulla promozione dello sport, ma anche sull’economia turistica della regione. Si prevede, infatti, che gli alberghi e i B&B incasseranno oltre 9 milioni di euro, a cui si aggiungerà l’indotto generato da bar, ristoranti, negozi e aziende di servizi.

Non a caso, durante la presentazione, avvenuta il 15 febbraio scorso, il Sindaco Marco Bucci ha sottolineato l’importanza di questo evento per l’immagine di Genova e per il suo sviluppo turistico ed economico.

Tra tutte le altre candidate, questo importante riconoscimento che beneficerà in modo sostanziale Genova, è toccato proprio alla città ligure per una serie di ragioni.

Anzitutto per una consistente presenza di palestre scolastiche. Come ha fatto notare durante la presentazione il Ministro per lo Sport e i giovani, Andrea Abodi, la Liguria vanta una media del 60% di palestre, che supera di un buon 20% la media nazionale.

Ma non solo: lo sforzo dimostrato da Genova nella valorizzazione dello sport si traduce anche in significativi investimenti infrastrutturali. Sono infatti stati destinati circa 36 milioni per la costruzione di nuovi impianti sportivi. Tra questi, spicca il nuovo Palasport, che rappresenta una testimonianza tangibile di questo impegno, offrendo uno spazio versatile per una vasta gamma di discipline indoor.

I principali eventi di Genova capitale dello sport

Come dicevamo, l’agenda sportiva della nuova capitale dello sport è fitta di appuntamenti. Qui abbiamo voluto riportare i principali dei prossimi mesi.

Giro Hand bike, 17 marzo 2024

La prima tappa del Giro Hand bike non potrà che essere a Genova, che si afferma anche come Capitale europea dello sport paralimpico. A competere saranno un centinaio di atleti nazionali e internazionali e sarà possibile vederli sfrecciare tra le strade e le piste ciclabili della città, a partire da Corso Italia, dalle ore 11:00.

Run4Hope, 13-21 aprile 2024

La quarta edizione di Run4Hope, il primo Giro d’Italia podistico solidale a staffette, sarà interamente dedicata a sostenere la ricerca dell’AIL (Associazione italiana contro le leucemie).

L’evento si articola in staffette regionali non competitive, che si svolgeranno in contemporanea in tutta Italia. Quella genovese sarà integrata nel contesto della tradizionale Mezza maratona del 14 aprile.

Tutte le informazioni relative alle iscrizioni o ai percorsi regionali sono sul sito di Run4hope.

Genova in rosa, 12 maggio 2024

Attraverso lo sport si possono sostenere lotte importanti, come quella che porta avanti il Centro antiviolenza Mascherona. Domenica 12 maggio ci sarà una camminata a passo libero non competitiva, aperta a donne e uomini, che partirà da Piazza Rossetti, per concludersi a Boccadesse.

Il ricavato dell’evento verrà devoluto alla struttura, impegnata a sostenere le donne vittime di violenza.

Per partecipare, è necessario iscriversi tramite l’app My trekking.

Torneo Basket 3×3, 8-9 giugno 2024

Il 3×3 non è altro che lo street basket, che nel 2020 ha debuttato alle Olimpiadi di Tokyo e che sarà presente anche alle prossime Olimpiadi di Parigi.

Nel frattempo, sarà possibile assistere al Torneo del 3×3 all’Area Mandraccio (Porto Antico di Genova), a cui parteciperanno gli atleti tesserati FIP (Federazione Italiana Pallacanestro).

I cestisti e le cestiste, provenienti da tutta Italia, si sfideranno in gare a rapido svolgimento, con l’obiettivo di vincere e arrivare alle finali nazionali del circuito itinerante, che attraverserà tutte le regioni italiane.

Genova MTB Trophy, 15-16 giugno

Per gli amanti del mountain biking elettrico o classico, nel quartiere periferico di Voltri, si terrà il campionato MTB. Sarà un campionato intergenerazionale, considerando che a partecipare saranno atleti dai 10 ai 70 anni.

Le tappe saranno 4 e verranno disputate in 2 giorni: il sabato correranno i più piccoli, dai 10 ai 16 anni; mentre la domenica gli altri atleti si sfideranno su 3 prove per i muscolari e su 4 per gli elettrici.

Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito dell’organizzatore, Ponente Outdoor.

Come muoversi nella capitale dello sport

Genova è ben collegata con le principali città italiane, offrendo diverse opzioni di trasporto per raggiungere la città in modo comodo ed efficiente. Che si viaggi in aereo, in treno o in auto, la città garantisce un accesso agevole da ogni parte d’Italia.

Per quanto riguarda la mobilità in città, invece, le cose si fanno un po’ meno agevoli, soprattutto se si sceglie di arrivare in auto. La viabilità è infatti abbastanza complicata per chi non la conosce bene. Per visitarla consigliamo quindi i servizi di mobilità sostenibile che la città offre, tra cui bike sharing, scooter sharingmonopattini in sharing.

A questi si aggiungono l’attrezzatissimo trasporto pubblico di AMT, con le sue 142 linee di autobus, nonché gli ascensori per raggiungere i luoghi più collinari, la metro, i battelli e molto altro.