In concomitanza con la Notte europea dei musei, ogni anno il 18 maggio si celebra anche la Giornata internazionale dei musei. Scopri su Moveo gli appuntamenti da non perdere per questa giornata.

La Giornata internazionale dei musei è stata istituita nel 1977 dall’ICOM (Consiglio internazionale dei musei), un’organizzazione che tutela e valorizza i musei e il patrimonio culturale. Questa giornata ha come obiettivo quello di sensibilizzare il pubblico sull’importanza dei musei come «mezzi di scambio culturale, arricchimento delle culture e sviluppo di comprensione reciproca, cooperazione e pace fra i popoli».

Nelle città italiane- e non solo- sono tanti gli eventi e le mostre organizzati per questa importante giornata. In questo articolo ne consigliamo qualcuno.

La Giornata internazionale dei musei per l’educazione e la ricerca

Ogni anno la Giornata internazionale dei musei è dedicata a un tema specifico. Quest’anno la tematica scelta ha a che fare con l’istruzione e la ricerca. Il motto adottato dall’ICOM è infatti: Museums for education and research, Musei per l’educazione e la ricerca.

A partire dal 2020 la Giornata Internazionale dei Musei sostiene l’Agenda 30 e i suoi obiettivi di sviluppo sostenibile. Nella convinzione che i musei possano giocare un ruolo fondamentale nel plasmare un futuro sostenibile attraverso programmi educativi, mostre coinvolgenti, partecipazione della comunità e ricerca innovativa.

Quest’anno, in particolare, l’ICOM si concentra su due specifici obiettivi di sviluppo sostenibile:

  • Obiettivo 4: istruzione di qualità: questo obiettivo mira a garantire un’istruzione equa, inclusiva e di alta qualità, così come opportunità di apprendimento continuo per tutti, senza discriminazioni;
  • Obiettivo 9: imprese, innovazione e infrastrutture: questo obiettivo promuove la costruzione di infrastrutture resilienti, l’industrializzazione inclusiva e sostenibile, e l’incoraggiamento dell’innovazione tecnologica.

Gli eventi a Reggio Emilia per la Giornata internazionale dei musei

Se stai pensando a un viaggio primaverile in Emilia Romagna, puoi approfittarne per fare un giro a Reggio Emilia e provare l’esperienza di goderti la visita in un museo in tarda serata. La provincia emiliana sceglie infatti di celebrare la Notte europea dei musei e la Giornata internazionale dei musei permettendo alle persone di visitare le varie mostre anche a mezzanotte.

È ricco di eventi soprattutto il programma del Palazzo dei musei, che comincia la sua giornata alle 10:00 del mattino con un tour guidato gratuito, ma con obbligo di prenotazione. Il tour mira a esplorare le mostre inaugurate durante il Festival di Fotografia Europea, evidenziando il contributo delle istituzioni culturali nel promuovere la ricerca, la creatività e il pensiero critico. Per prenotarsi occorre scrivere all’indirizzo email rsvp@collezionemaramotti.org.

Se ami la fotografia, non puoi perderti le mostre temporanee attualmente in corso dedicate al fotografo emiliano, Luigi Ghirri. Sono tutte a ingresso libero, senza prenotazione; le porte del Palazzo dei musei resteranno aperte fino alla mezzanotte.

Il corposo programma della provincia di Bolzano

È nell’area di Bolzano che si respira a pieni polmoni l’atmosfera della Giornata internazionale dei musei. Si comincia a celebrarla il 18 maggio e si prosegue a pieno ritmo anche nei giorni successivi. Il programma è molto ricco.

Tra i vari eventi, ne segnaliamo tre in particolare:

  • In Val Venosta, nel Museo Ora et labora dell’Abbazia di Marienberg si potrà visitare la mostra temporanea “Maria”, nonché la cripta con i suoi affreschi romanici e la biblioteca. Le porte si apriranno alle 10:00 e sarà possibile entrare fino alle 17:00. L’ingresso è libero;
  • Se ti trovi dalle parti di Bolzano Salto-Sciliar, invece, puoi approfittarne per celebrare questa Giornata al Museo contadino Maso Tschötscher che, nella giornata di domenica 19, offre l’ingresso gratuito dalle 8:00 fino alle 22:00;
  • In Valle d’Isarco il 19 maggio ci sarà un programma speciale per grandi e piccini alla Miniera di Villandro. Dalle 10:00 alle 16:00, gli adulti potranno tuffarsi nella storia dell’oro e dell’argento, mentre per i bambini sono previsti tour interattivi alla scoperta delle miniere, un laboratorio creativo e tanti giochi.

Il Museo della Resistenza gratis a Torino

Il 25 aprile è ormai passato, ma c’è un luogo, a Torino, dove si continua a ricordare la lotta per la liberazione dal nazifascismo: stiamo parlando del Museo Diffuso della Resistenza. E il 18 maggio potrai visitarlo gratuitamente.

Il sito, infatti, offre l’ingresso libero per la Giornata internazionale dei musei, aggiungendo anche visite guidate completamente gratuite. Occorre solo prenotarsi scrivendo all’indirizzo email receptionsancelso@polodel900.it. Le visite inizieranno alle 10:00 e l’ultimo ingresso sarà consentito alle 17:30.

Il Museo Diffuso si trova nei pressi del centro cittadino, quindi è facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione di Porta Susa, oppure utilizzando i servizi di mobilità che la città offre, come il monopattino in sharing.